Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 15 Aprile 2021

Rossano - Tutti i debiti alla Corte dei Conti

Prevenire ogni e qualsivoglia eventuale ricaduta della precedente attività amministrativa sul nuovo Esecutivo, rendere nota alla Corte dei Conti la situazione economico-finanziaria riscontrata all’insediamento della nuova amministrazione e, soprattutto, fronteggiare al meglio la pesante eredità, razionalizzando la spesa, eliminando gli sprechi, tentando in ogni modo di rateizzare i numerosi ed ingenti debiti esistenti. – Si prefigge e dichiara questi obiettivi, a tutela della nuova Giunta e degli interessi dell’intera comunità cittadina, la circostanziata nota trasmessa, nei giorni scorsi, alla sezione regionale della Corte dei Conti, dal Sindaco Giuseppe ANTONIOTTI e della quale lo stesso Primo Cittadino ha dato lettura nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Un impegno mantenuto, un adempimento doveroso, al quale il Sindaco tiene fede, dopo averlo annunciato prima, durante e dopo la campagna elettorale.

 

Alla data di insediamento del nuovo Sindaco: 18 MILIONI DI EURO DI DEBITI, MATURATI DAL 2006 AL 2010, DALLA GIUNTA FILARETO. Di questi, 6 milioni circa sono per anticipazione di cassa; oltre 7 milioni sono quelli contratti con aziende, privati, fornitori e dipendenti; 1 milione e 200 mila circa il Comune, guidato dal centro sinistra, li ha maturati con la sola Ecoross, società per la raccolta dei rifiuti; circa 2 milioni e mezzo di debito rispetto all’Enel per la fornitura di energia elettrica non pagata dalla passata amministrazione per un periodo complessivo che va, da ottobre del 2009 al maggio del 2011. – Nella nutrita missiva, corredata da altrettante relazioni tecniche fatte dai diversi dirigenti comunali, in 16 punti, ANTONIOTTI elenca, spiega e documenta, uno ad uno, tutti i debiti ereditati e registrati alla data del 13 giugno scorso, con la verifica di cassa straordinaria. Oltre alle citate macro voci di debito, sulle quali l’Esecutivo di centro destra è impegnato, sin dal primo giorno, in trattative tese non solo a rateizzare ma anche e soprattutto ad impedire disagi gravi all’ente, alle imprese, alle categorie più deboli, nella descrizione, il Primo Cittadino si sofferma sia su diversi ed ingenti mutui contratti per opere da realizzare e, a tutt’oggi, in stato di realizzazione, le cui somme sono state comunque incassate, spese per altro e mai erogate alle imprese. Tra i tanti casi eclatanti, emergono sia il contributo libri di testo dell’anno scolastico 2010/2011, introitato dalla Giunta FILARETO ma mai erogato alle famiglie beneficiarie, sia la gara per il servizio assistenti fisici per i diversamente abili, con l’impegno di una cifra superiore a quella realmente disponibile. A ciò, infine, nella relazione si aggiunge il più volte citato debito verso il Commissario regionale per l’emergenza ambientale, per un totale di oltre 5 milioni di euro e che impegna il Comune, con rate di circa 90 mila euro al mese, fino al 2016. – Insomma, quella depositata presso la Corte dei Conti, dove tra l’altro il Sindaco si è già recato per condividere percorsi e strategie virtuose destinate a scongiurare, in ogni modo, il concreto rischio di dissesto finanziario con un commissario ad acta, è una situazione oggettivamente grave e senza precedenti per le casse comunali; soprattutto se si considera che, a differenza di quanto avvenne nel 2006, all’insediamento di FILARETO, oggi il nuovo Esecutivo non ha alcun credito né tributi da riscuotere. Una fotografia che autorizza poche interpretazioni, se non le indicazioni ed anche le censure correttive che la stessa Corte, del resto, in più occasioni, ha trasmesso, a quanto pare invano, al passato Esecutivo, i cui rappresentanti, oggi giustamente relegati all’opposizione, dovrebbero soltanto avvertire l’esigenza di collaborare, senza alcuna forma di mediocre strumentalizzazione.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI