Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 06 Agosto 2020

Rossano - Metanizzazione, estensione nelle contrade

Metanizzazione di Petraro e Piragineti. Il sindaco Giuseppe ANTONIOTTI ha chiesto alla ITALGAS Spa di procedere alla predisposizione di un progetto per dotare del servizio gas-metano le due contrade. Ad oggi, la condotta di approvvigionamento agli idrocarburi domestici si interrompe sulla ex Statale 106, nei pressi della casa di reclusione. Dotare le aree periferiche della città di sempre maggiori servizi è un impegno della Giunta per concretizzare quanto annunciato in campagna elettorale.

La richiesta è scaturita da un incontro che il Primo Cittadino ha avuto, con i vertici della società torinese, nei giorni scorsi, presso la sede municipale.

L’istanza alla ITALGAS Spa è stata reiterata dall’Esecutivo ANTONIOTTI attraverso una richiesta formale indirizzata alla direzione centrale dell’azienda.

 

L’Amministrazione comunale – afferma il Sindaco – ha l’intento di ampliare l’offerta dei servizi ai cittadini residenti nelle contrade rossanesi. In virtù degli stabili rapporti di collaborazione con gli uffici, i funzionari di zona e con la direzione centrale dell’ente energetico, e in considerazione delle attività di programmazione urbana che sta definendo all’avvio di una nuova ed intensa esperienza amministrativa, abbiamo chiesto all’ITALGAS di preparare un progetto che preveda la canalizzazione del metano nelle zone del Petraro e di Piragineti. Un impegno stretto con i cittadini nel corso dell’ultima campagna elettorale e che la maggioranza intende mantenere e realizzare. Il raggiungimento – ha concluso ANTONIOTTI – di obiettivi che mirino all’innalzamento della qualità della vita dei nostri cittadini è prerogativa essenziale di questo Esecutivo.

 

Un servizio essenziale per queste due contrade, nelle quali risiedono stabilmente oltre 500 famiglie, dove l’approvvigionamento al gas è atteso da tempo. L’ipotesi progettuale, per di più, risulterebbe necessaria perché potrebbe includere anche una ramificazione della condotta verso l’area urbana sulla quale è in corso di realizzazione il nuovo presidio ospedaliero intercomunale di contrada Insiti.

 

Nella missiva municipale indirizzata a ITALGAS Spa, inoltre, si fa menzione che qualora la società energetica non intendesse procedere alla copertura dell’investimento con proprie risorse l’Amministrazione comunale attiverà ogni adeguata iniziativa verso la Regione Calabria al fine di ottenere i relativi finanziamenti.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI