Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 09 Luglio 2020

Il Conservatorio di Cosenza in concerto a Roma

Un altro prestigioso riconoscimento per il Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza: l’Orchestra Sinfonica dell’Istituto è stata incaricata di tenere un concerto durante la cerimonia di chiusura della mostra  “Copyright Italia. Brevetti/Marchi/ Prodotti. 1948-1970”, allestita a Roma presso l’Archivio Centrale dello Stato, nella storica sede dell’Eur, Piazzale degli Archivi 27.

L’esposizione, dedicata agli oggetti simbolo del miracolo economico italiano, è inclusa nel programma nazionale delle manifestazioni celebrative del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. La mostra “Copyright Italia” è stata inaugurata lo scorso 25 marzo dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Il Presidente è stato invitato alla manifestazione di chiusura, programmata per venerdì 24 giugno alle ore 21,00. L’ingresso è libero.

L’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Cosenza (composta da studenti e docenti per un totale di 50 elementi), i solisti Maria Pia Piscitelli, soprano, e Francesco Anile, tenore, con la direzione del M° Donato Sivo (tre docenti dell’Istituto), eseguiranno musiche di Rossini, Bellini, Verdi, Puccini .

I brani in programma appartengono al repertorio operistico italiano dell’Ottocento e del primo Novecento. Sono pagine celebri tratte da Guglielmo Tell, Nabucco, Traviata e altre opere, alcune delle quali hanno contribuito a creare la coscienza musicale nazionale del popolo italiano e rappresentano l’emblema sonoro di un’epoca. Brani quali le Ouverture verdiane del Nabucco e dei Vespri Siciliani sono associati ai moti risorgimentali; altri quali il “Brindisi” della Traviata di Verdi, “Casta Diva” dalla Norma di Bellini, “Nessun dorma” dalla Turandot di Puccini, sono considerati il simbolo più rappresentativo della migliore produzione musicale nazionale.

Il Conservatorio “Giacomantonio”, dunque, celebrerà l’importante ricorrenza storica anche nella capitale e in un contesto particolarmente qualificato, dopo aver dedicato l’inaugurazione dell’anno accademico 2010-2011 al tema risorgimentale e aver dato il proprio contributo a diverse manifestazioni celebrative dell’Unità d’Italia, in primis quella tenuta al Teatro “Rendano” di Cosenza con la partecipazione del Presidente della Corte Costituzionale Ugo De Siervo.

Il Direttore del Conservatorio di Cosenza, M° Antonella Calvelli, esprime soddisfazione per il coinvolgimento dell’Istituto nell’importante manifestazione del prossimo 24 giugno a Roma. « Si tratta- ha dichiarato Calvelli- di una platea prestigiosa per i musicisti del nostro Conservatorio.

La sinergia con l’Archivio di Stato conferma la considerazione che l’Istituto si è guadagnata negli ultimi anni presso gli ambienti culturali nazionali, rappresenta una testimonianza di apprezzamento per l’intensa attività didattica e concertistica del “Giacomantonio”».

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI