Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 28 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:995 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1548 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1069 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1771 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2532 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2034 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2025 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1976 Crotone

Rossano - Centro storico lasciato nel degrado

Improvvisa carenza idrica in molti quartieri senza alcuna comunicazione. Abbandono e degrado in diverse zone. Rioni in cinque anni diventate vere e proprie discariche a cielo aperto. Problemi igienico-sanitari allarmanti. Esigenza di maggiore sicurezza rispetto all’occupazione delle numerose abitazioni fatiscenti. Necessità di intercettare un ingente finanziamento per rimettere mano ad uno dei centri storici più estesi, popolati e prestigiosi della regione.

È quanto è emerso nell’affollato incontro di ieri (Lunedì 2) in Via G. Amendola, promosso da Adele OLIVO candidata nella lista del Pdl, alla presenza del candidato a sindaco del centro destra  Giuseppe ANTONIOTTI.

 

Il coinvolgimento diretto dei cittadini in iniziative semplici – è intervenuta Adele OLIVO – come, ad esempio, il concorso per il balcone infiorato più bello, più in generale la cura autonoma degli spazi adiacenti alle proprie abitazioni, la promozione spontanea della cultura del cane di quartiere per contribuire a governare il randagismo, l’attenzione a colori e materiali da usare per non deturpare l’immagine antica e prestigiosa del centro storico, potranno contribuire a diffondere, anzi tutto, tra i residenti, quel senso di appartenenza alle proprie origini, alla propria identità ed al proprio patrimonio storico che sta alla base – ha detto – di ogni successo turistico ed economico di una comunità forte e attiva come la nostra. Ma vi è un punto sul quale dovremo invertire rotta: a differenza di quanto non è stato fatto fino ad oggi – ha concluso la OLIVO – la nuova amministrazione certamente invertirà rotta: sapremo ascoltare, confrontarci e camminare tra la gente e per la strade. Perché è anche così che si prende atto di tante questioni e problemi da risolvere, ignorate da chi è rimasto nel Palazzo!

 

Dovremo rimboccarci le maniche – ha detto ANTONIOTTI, rispondendo alle sollecitazioni dei cittadini – e rimettere ordine un po’ ovunque, a partire dall’aggressione delle tante situazioni di degrado nel quale, in questi cinque anni di malgoverno, è stato portato tutto il centro storico, soprattutto le zone meno in vista. Dal 2006 ad oggi – ha continuato – gli amministratori uscenti sono riusciti a distruggere tutto quanto avevamo realizzato e lasciato in eredità. È come se si fossero dimenticati dell’esistenza di molte vie della Città alta, abbandonandole a sé stesse. Tra queste, certamente Via G. Amendola nel caratteristico quartiere di San Biagio e Via Colonna S. Isidoro, rappresentano l’esempio tangibile di questo abbandono colpevole ed inaccettabile. I residenti de centro storico, così come la maggioranza dei rossanesi – ha aggiunto ANTONIOTTI – si sentono traditi e delusi. Le poche attività commerciali che resistono devono essere meglio aiutate ad andare avanti con dignità e con visione del futuro. Questo centro storico – ha scandito – deve diventare il trampolino di lancio di una stagione nuova di rilancio turistico di Rossano, nel territorio, in Calabria ed oltre. Occorre ricreare opportunità di sviluppo, anzi tutto intercettando finanziamenti per il recupero dell’esistente e per l’avvio di attività artigianali destinate a richiamare nel centro storico l’attenzione dell’intero territorio e soprattutto delle nuove generazioni. Riportare e valorizzare gli antichi mestieri farà della città alta il motore attrattivo principale dell’immagine turistico-culturale e della proposta ricettiva di Rossano nel suo complesso, non solo del centro storico ovviamente.

 

Il mio plauso – ha concluso ANTONIOTTI – va alle tante idee e proposte che continuo a ricevere da Adele OLIVO. La sua passione e la conoscenza approfondita dei problemi saranno certamente valore aggiunto per il prossimo consiglio comunale.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI