Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 01 Ottobre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:615 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1323 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2063 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1588 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1572 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1534 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1812 Crotone

Rossano - Diversamente abili, educare alla normalità

Work experience, iniziative come quelle promosse da I FIGLI DELLA LUNA oltre a sensibilizzare, nello specifico, al tema dell’inserimento delle persone disabili nel mondo del lavoro, contribuiscono a promuovere la cultura dell’integrazione e del pari trattamento tra persone normodotate e diversamente abili. Educare alla normalità. È, questa, la sfida pedagogica.

È quanto ha dichiarato l’assessore alle politiche sanitarie Dora MAURO intervenendo nel primo pomeriggio di giovedì 12 all’iniziativa promossa dalla Cooperativa Sociale: il primo giorno di lavoro dei ragazzi del centro diurno IL SORRISO presso la gelateria CAPANI, allo scalo.

L’Assessore MAURO si è complimentata a nome dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Stefano MASCARO per il lavoro e l’impegno portato avanti nel territorio dal sodalizio guidato da Lorenzo NOTARISTEFANO che si avvale della collaborazione fattiva delle socie Luciana ANTONIOTTI, Antonella CRUCELI e Marilena PREZZO.  

La sfida che I FIGLI DELLA LUNA ci invitano a cogliere – sottolinea la MAURO – è prima di tutto pedagogica. Ci invita a cogliere e ad abituarci alla normalità di essere serviti al bar, piuttosto che all’edicola, da persone diversamente abili ma allo stesso tempo capaci di offrire un servizio.  

I ragazzi che frequentano il Centro, si alterneranno per due pomeriggi al mese dietro al bancone del bar e nel servizio in sala, aiutati e coordinati dal personale del bar, mettendo in pratica il modello del cooperative learning, il metodo didattico che richiede cooperazione, comunicazione e collaborazione tra abilità diverse. -  (FONTE: Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying)

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI