Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 07 Luglio 2022

L’Istituto musicale “Donizetti” di Mirto Crosia ha inaugurato l’Anno accademico 2015-2016

Istituto_musicale_Donizetti_Convegno_©_Gabriele_Tolisano_Photography-16

Il valore della formazione musicale nei giovani: educazione e cultura, passione e professione” E’ stato il tema centrale portato avanti nel corso di un’interessante manifestazione realizzata nel pala-teatro comunale “G. Carrisi” di Mirto. Una serata d’eccezione per un evento prestigioso. Si è trattato della cerimonia di inaugurazione dell’Anno accademico 2015-2016 dellIstituto musicale “Donizetti” di Mirto Crosia, convenzionato con il Conservatorio di musica “Torrefranca” di Vibo Valentia.. L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività per il decennale dalla formazione della struttura ionica. I lavori sono stati coordinati dal sociologo e giornalista Antonio Iapichino, il quale, ha evidenziato, fra l’altro, l’azione di socializzazione che avviene all’interno del “Donizetti”. Nel corso della manifestazione si sono susseguiti numerosi interventi. Hanno preso parte attiva vari rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni del territorio, delle parrocchie cittadine. Tanti genitori, allievi e insegnanti hanno seguito con particolare interesse le attività proposte nel corso della serata. L’occasione ha consentito di condividere con la città un importante obiettivo raggiunto: il primo allievo del Donizetti, Pasquale Milito, ha completato il percorso pre-accademico entrando nel trienno Afam per il conseguimento della laurea di I e II livello. La manifestazione è stata arricchita da vari momenti musicali a cura del Coro polifonico di Acri, diretto dal maestro Giuseppe Fusaro. Nel corso della serata il direttore dell’Istituto musicale della cittadina ionica, Giuseppe Greco, ha sottolineato l’importanza di formare i ragazzi, non solo da un punto di vista musicale, ma anche nei rapporti interpersonali. Il sindaco di Crosia, Antonio Russo, ha evidenziato la vicinanza dell’Amministrazione comunale alle realtà che operano nella cittadina ionica e che consentono un concreto accrescimento della comunità. L’assessore comunale alla Pubblica istruzione, Graziella Guido, ha sottolineato l’importanza della formazione dell’individuo, anche, attraverso la musica. Ha fatto un excursus di carattere storico, sulla valenza della musica, a partire dall’antica Atene. Il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Crosia, Mirto, Rachele Donnici, parlando del bisogno di redigere il Piano triennale dell’offerta formativa della scuola ha messo in evidenza che ci sarà bisogno di avere il supporto delle varie strutture che operano in città. Verrà strutturata una conferenza dei servizi che dovrà indicare la strada da percorrere nel prossimo futuro per lo sviluppo delle nuove generazioni. Il direttore Greco ha presentato una borsa di studio che il Donizetti offrirà all’Assessorato alla Pubblica istruzione di Crosia, destinata a un allievo della scuola media cittadina, da selezionare tramite un’apposita commissione. La docente Lucia Morello del Conservatorio di Vibo Valentia, che nei mesi scorsi ha esaminato gli allievi provenienti dal Donizetti ne ha lodato la loro preparazione. Il presidente del Circolo culturale “Zanotti Bianco” di Mirto, Francesco Rizzo, ha fatto notare la collaborazione costante con l’Istituto Donizetti. Ha portato ai presenti la Carta di Milano, allo scopo di evidenziare che le sue tematiche sono state inventate in Calabria. Infatti, ha parlato di, Pitagora, quindi, della musica e dell’armonia dell’essere. Don Giuseppe Ruffo ha messo in luce che il talento della musica più viene coltivato e più porta frutti. Don Claudio Cipolla, ha parlato dell’importanza della musica nell’oratorio. Ha citato don Bosco ”Un oratorio senza musica è come un corpo senz’anima”. La musica diventa educazione, evangelizzazione e possibilità di potersi rapportare con gli altri. Il presidente dell’Associazione 1374 di Rossano, Antonio Iapichino, ha portato la propria testimonianza: dopo il conseguimento della laurea, ha frequentato l’Accademia Eutheca di Roma, quindi, ha proseguito la sua formazione in altri paesi europei, ma alla fine è voluto rientrare in Calabria. <<Ho scoperto che l’arte non è solo a Roma. L’arte è ovunque. L’arte è dentro di noi>>. Alla manifestazione ha partecipato attivamente i maestri dell’Istituto musicale crosiota, fra cui il direttore dell’Orchestra di fiati “G. Puccini” nonché vicedirettore dello stesso Donizetti, Salvatore Mazzei, il quale ha evidenziato l’importanza del solfeggio. <<Anche nella musica è importante saper leggere>>.

Istituto_musicale_Donizetti_Convegno_©_Gabriele_Tolisano_Photography-22

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI