Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 28 Gennaio 2023

Al Nautico laboratori con…

Gen 26, 2023 Hits:124 Crotone

Parte il progetto "M…

Gen 21, 2023 Hits:250 Crotone

Virtuosità tecnica, liris…

Gen 21, 2023 Hits:249 Crotone

La pizza Crotonese a Sanr…

Gen 07, 2023 Hits:595 Crotone

Maria Taglioni: è' tornat…

Gen 07, 2023 Hits:581 Crotone

Per gli "Amici del t…

Gen 07, 2023 Hits:596 Crotone

PMI DAY 2022: Studenti in…

Gen 07, 2023 Hits:554 Crotone

I Filarmonici di Busseto:…

Dic 10, 2022 Hits:1391 Crotone

Il borgo di Altomonte e il suo elisir di lunga vita

Il sindaco Coppola con nonna Franceschina

 

Il 2013 sarà ricordato dagli altomontesi come l’anno dei centenari. Sono tre, infatti, i cittadini altomontesi che già quest’anno hanno festeggiato i 100 anni di vita. Ha iniziato nel mese di gennaio la signora Giovanna Casella, nello scorso mese di luglio è stato il turno della signora Filomena Ferraro e pochi giorni fa è toccato alla signora Retina Erminia Franceschina Sparano. Organizzata dalla famiglia Iacobelli Sparano, la festa di quest’incredibile ricorrenza ha potuto celebrare una donna longeva e testimone vivente di un secolo di storia vissuta all’interno della comunità altomontese. L’anziana signora, nata il 9 agosto del 1913, non ha vissuto solo i disagi dei due conflitti mondiali e gli stenti della carestia, ma anche le innovazioni del progresso, riuscendo, grazie ad un amore spassionato per la vita, ad arrivare al traguardo dei cento anni. Nonna Sparano è la prima di sei figli e, sin da bambina, ebbe la sfortuna di vivere senza suo padre, emigrato in America quando lei e i suoi fratellini erano ancora piccoli. Gli anni giovanili li trascorse a casa del dottor Pietro De Marco, fratello della madre, all’epoca unico medico presente in Altomonte, che si prese cura di lei e dei suoi fratelli. Negli anni più belli della sua giovinezza si sposò con Vincenzo Audia, con cui però non ebbe figli. Questa mancanza la fece legare in modo morboso a tutti i suoi nipoti. La signora Sparano, quando rimase vedova decise di trasferirsi a casa dei nipoti Maria Sparano e Pasquale Iacobelli, dove ancora oggi vive circondata da tanto affetto e serenità. I partecipati festeggiamenti del suo compleanno si sono conclusi con il taglio della torta e la consegna di una pergamena da parte del Sindaco Gianpietro Coppola e dell’Amministrazione Comunale. Nell’occasione, il primo cittadino di Altomonte ha sottolineato l‘importanza delle persone anziane nella società odierna per l’aiuto, i consigli e per la trasmissione dei principi umani e morali di cui questi speciali cittadini sono portatori. Inoltre, ha manifestato sentimenti di grande affetto e i suoi sinceri auguri a tutta la famiglia ma, soprattutto, alla signora Casella per l’incredibile traguardo dei 100 anni.

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI