Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 04 Dicembre 2021

Cassano Ionio - Anche il sindaco manifesta per i rifiuti

foto

 

Il Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso è sceso nuovamente a fianco del comitato dei cittadini per la difesa della salute e dell’ambiente che stamani è tornato a manifestare davanti ai cancelli della discarica di Cassano allo Jonio, in contrada ‘la Silva’, contro il conferimento di rifiuti da parte di  altri comuni, 29 per l’esattezza autorizzati da ordinanza dell’Ufficio del Commissario per l’Emergenza Ambientale, non previsti in un precedente accordo con lo stesso Commissario per l’Emergenza Ambientale. Il primo cittadino, infatti, ha voluto essere con loro sin dall’inizio del civile sit-in di protesta. Il Sindaco Giovanni Papasso, in particolare, facendo proprie le ragioni e le preoccupazioni sul conferimento di quantitativi sconsiderati di rifiuti nella discarica comunale, ha ordinato il divieto di conferimento nel sito di localita’ “La Silva”, dei rifiuti dei Comuni di Spezzano Albanese, Mandatoriccio, S.Agata D’Esaro, Cariati, Vaccarizzo Albanese, Terravecchia, Calopezzati, San Basile, Saracena, S.Sofia D’Epiro, San Demetrio Corone, Mirto Crosia, Pietrapaola, Campana, Cropalati, Caloveto, Acquaformosa, Morano Calabro, Firmo, Lungro, Civita, Paludi, San Giorgio Albanese, Castrovillari, Scala Coeli, Bisignano, Mottafollone, Frascineto e San Cosmo Albanese, indicati nelle ordinanze del Commissario Delegato per il Superamento del Contesto di Criticità nel Settore dei Rifiuti Urbani nel Territorio della Regione Calabria sopra richiamata: “Non vogliamo essere pattumiera della Calabria. Questa dei cittadini è una giusta protesta che faccio mia – ha spiegato il primo cittadino di Cassano All’Ionio - Abbiamo dimostrato tanta solidarietà verso altri comuni nelle scorse settimane, ora chiediamo solo di non diventare la discarica comune della nostra regione, L’ordinanza sindacale, si è resa necessaria - ha spiegato lo stesso primo cittadino - per il fatto che il conferimento di così tanti rifiuti, in pochi giorni, non è conforme al Piano di Gestione della discarica, per cui la ditta appaltatrice non può provvedere ad una giusta ed efficace ricopertura giornaliera, con prevedibili conseguenze negative di carattere igienico-sanitario. A ciò deve aggiungersi il fatto che le nuove condizioni, in parte già determinate ed in parte che si determinerebbero con ulteriori conferimenti, potrebbero creare una situazione di forte allarme in materia igienico-sanitaria ed ambientale, Compromessa anche la durata della stessa discarica, visto che è in progressivo e prossimo esaurimento anche la capacità ricettiva della IV° buca. Per di più, per la gestione della discarica per tali ulteriori rifiuti. Cassano All’Ionio – ha spiegato ancora il Sindaco, da comune virtuoso, diventerebbe comune costretto ad andare a conferire l’immondizia altrove e diventerebbe comune problematico con aggravio di spese per i cittadini. Per questo richiamo la sensibilità di tutti i cittadini, tutta la città deve sposare questo problema, che noi dobbiamo aggredire civilmente e democraticamente ed in legalità perché dobbiamo tutelare la città di Cassano All’Ionio. Cerchiamo solamente di far rispettare un accordo già sottoscritto. Questa comunità non può essere mortificata in questo modo. Questa è una terra che merita sviluppo nell’agricoltura e nel turismo e non può essere diventare discarica dei rifiuti di tutta la Calabria”. Intanto, in attesa di novità da parte del Commissario per l’Emergenza Ambientale Vincenzo Speranza, la protesta continua, il Comitato civico intende proseguire la protesta. Stamani presenti anche alcuni Sindaci dello Jonio, tra i quali Franco Mundo di Trebisacce, Tonino Santagada di Castroregio, che hanno espresso solidarietà ai cittadini di Cassano All’Ionio ed al Sindaco Papasso. Presenti anche i consiglieri comunali di Cassano All’Ionio Lino Notaristefano, Stefano Petrosino, Salvatore Tricoci, Nicola Leone e Luigi Cosenza, unitamente al Presidente del Consiglio comunale Mario Guaragna ed agli assessori Franco Tufaro e Valentina Conte.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI