Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 28 Ottobre 2021

Cassano Ionio - Il Sindaco alle giovani generazioni: “Difendete la Costituzione Italiana"

Cassano All’Ionio ha ricordato stamani tutti i caduti in guerra. Nell’anniversario del 4 novembre, infatti, a Lauropoli, il comitato cittadino “4 Novembre” ha organizzato una importante cerimonia in ricordo di tutti i caduti in guerra ma anche in onore delle Forze Armate. Alla manifestazione, svoltasi su Corso Laura Serra a Lauropoli, erano presenti le rappresentanze militari e le autorità locali, tra le quali, il sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso ed i comandanti dei Carabinieri di Cassano All’ionio Paolo Morrone, e della Guardia di Finanza di Sibari Antonio Taccardi.

La cerimonia è stata aperta da un corteo che ha percorso il Corso principale di Lauropoli, sino a giungere innanzi alla lapide che porta incisi i nomi dei cittadini caduti nelle due guerre. Qui, il sindaco ed i rappresentanti delle Forze dell’Orine hanno deposto in loro memoria una corona. Il primo cittadino di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso, nel corso dei saluti istituzionali, ha inteso rivolgere a tutta la collettività del vasto Comune un importante messaggio di solidarietà ed unità, soprattutto per le giovani generazioni:

“E’ davvero un onore per me essere qui a Lauropoli, in questa giornata nella quale la comunità celebra la ricorrenza del 4 novembre; una comunità che non vuole lasciar cadere nell’oblio il ricordo dei suoi figli che hanno sacrificato la vita nelle due guerre in difesa della Patria – ha esordito il sindaco - Da 42 anni, infatti, il 4 novembre, questa Comunità, grazie all’instancabile e prezioso impegno del Comitato Cittadino 4 Novembre, si ritrova ai piedi di questa lapide, che porta incisi i nomi dei cittadini di Lauropoli caduti nelle due guerre, a riscoprire i valori dell’amore per la Patria, per la libertà e l’Unità Nazionale, in una data che ancora suscita enorme commozione nel cuore di quanti hanno vissuto o semplicemente ascoltato le storie e le imprese dei padri o dei nonni combattenti. Nessuno di noi vuole dimenticare e tutti siamo interessati a custodire la memoria di quanti sono morti per regalare a noi un futuro migliore e, in primo luogo, per conquistare la democrazia e la libertà, valori fondamentali ed indispensabili per la comunità che vuole vivere in maniera dignitosa il presente e prepararsi ad affrontare e progettare il futuro.

Oggi ricorre una triplice ricorrenza – ha ricordato il sindaco di Cassano All’Ionio - l’anniversario di una Vittoria, il giorno dell’Unità Nazionale e la Festa delle Forze armate, che sono state protagoniste della storia dell’Italia Unita e che, oggi, tutelano le conquiste della storia e il nuovo ruolo dell’Italia nel mondo.

Nessuno dimentica il sangue versato oltre 60 anni fa per il riscatto dell’Italia – ha detto altresì il primo cittadino Papasso nel suo accorato messaggio - coinvolta in un rovinoso conflitto bellico e nuovamente occupata dallo straniero; nessuno deve dimenticare lo sforzo sovrumano compiuto dai nostri padri per riconquistare alla Patria libertà, indipendenza, dignità e, soprattutto, per scongiurare il pericolo di sgretolamento dell’unità nazionale. Questo momento, che insieme stiamo vivendo, dinanzi a questo elenco di nomi, di gente a volte umile e semplice, ma protagonista di una storia che ha fatto grande l’Italia, deve essere occasione per avviare una profonda riflessione su quello che oggi siamo e sull’esigenza di salvaguardare ed alimentare il sentimento di coesione nazionale, per rafforzare la comune identità e l’effettiva coesione di un Paese che, solo se concretamente Unito, può far valere le proprie potenzialità ed avere credibilità e prestigio nel contesto delle nazioni Europee.

Voglio soprattutto rivolgermi ai giovani, a questa nostra ultima giovane generazione: ripercorrete le pagine della nostra storia, riflettete su questa giornata – ha tenuto a dire con forza il sindaco Giovanni Papasso - ripensando al sacrificio umano e alle tante vite spezzate nel fiore degli anni in nome, della libertà, della dignità e dell’unità d’Italia. Ritrovate l’orgoglio di una grande storia e dell’appartenenza ad una Nazione che, dalle Alpi all’Etna, è una sola ed indivisibile. Fate, soprattutto, vostra e difendete la Costituzione Italiana, scritta anche con il sangue di questi nostri concittadini, la cui memoria oggi onoriamo. Essa è sempre giovane ed attuale, perchè attuali sono i principi su cui è stata fondata: la libertà, più necessaria dell’aria che respiriamo; la giustizia, l’uguaglianza. Ritrovate fiducia in un mondo migliore ed insieme a noi, con la vostra libertà di coscienza e lo slancio e la forza della vostra giovane età, impegnatevi per costruire una società più libera e più giusta – ha concluso il primo cittadino - fondata sulla solidarietà e sul rispetto reciproco, che possa vivere nella pace e nella concordia, tenendo lontano la guerra , la violenza ed ogni forma di prevaricazione e di prepotenza”.

Dopo i saluti istituzionali, il vescovo di Cassano All’Ionio, Mons. Nunzio Galantino, ha celebrato una S.S. Messa nella Chiesa “Presentazione del Signore” di Lauropoli in memoria di tutti i caduti in guerra

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI