Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 30 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1098 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1586 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1102 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1806 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2567 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2067 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2059 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:2012 Crotone

Sagra della castagna a Marano Marchesato

Manca poco, la terza edizione della sagra della castagna a Marano Marchesato prende forma, un appuntamento che coinvolge non solo la cosa locale, ma anche le province e le regioni limitrofe. Il gruppo “Chiridu’ Curciu!”, insieme con l’associazione culturale “IusGentium”, ha preparato un nutrito programma, che sulla scia della continuità darà spazio alle tradizioni locali, musica, arte, artigianato. Lo scenario sarà aperto sabato 20 ottobre nel primo pomeriggio con un raduno dei tamburini di Spezzano Sila, S. Ippolito, Rovito e Rovella, in serata lo spettacolo “Amuri di Calabria” di e con Nando Brusco. Sia sabato che domenicasi terranno dei raduni di musica itinerante con organetto, tamburello, zampogna, chitarra battente di amici suonatori del cosentino con la partecipazione del gruppo folk “Aria di casa nostra” Maruggio (TA). La serata di domenica sarà inframmezzata da “Salimora”, a cura di Enzo Ruffolo, Suoni e Ritmi dal Sud del mondo. Piazza del Carmineospiterà associazioni culturali, stands di prodotti enogastronomici, il tutto condito dapietanze locali, che ben si accostano alle caldarroste e al vino rosso, come la buona tradizione richiede.

Il passato, quindi, va insieme col presente, si apre verso l’altro, verso il Mediterraneo, luogo di transito di culture, di incontro e di scambio tra il vecchio continente e il mondo intero. Anche una festa può gettare le basi per ripristinare la vera collettività, quella più genuina, capace di valorizzare un territorio già ricco di per sé.

Basta solo pungolarlo nel giusto modo, perciò, vi aspettiamo numerosi, vicini e lontani, al ritmo della tarantella in una cornice suggestiva di storia, sacralità e modernità all’ombra dei secolari castagni maranesi!!!

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI