Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 20 Settembre 2019

Differenziata successo

“FAI LA DIFFERENZA…RICICLA”. Dal centro storico a S.Angelo, passando per le contrade e lo scalo. Procede con successo la campagna di sensibilizzazione e comunicazione al corretto e giusto conferimento dei rifiuti promossa dalla ECOROSS insieme all’Amministrazione Comunale. Il vademecum, le buste per l’umido e quelle per la carta ed il cartone sono già state consegnate al 53% delle utenze abitative rossanesi. Consegnati già più di 2500 kit. Grande disponibilità e soddisfazione da parte dei cittadini per questo importante servizio di civiltà.

Bina VULCANO, Concetta BALZAMÀ, Rossella BENEVENTO, Eleonora NICASTRO, Emanuela LABONIA, Mariavittoria BORGOGNO, Roberta OPPIDO, Daniela ROMEO, Bina CALABRÒ e Francesca STRAFACE.

 

Sono, questi, i nomi delle 10 ragazze che dal 13 Gennaio scorso, zainetto in spalla, ed in rigorosa, allegra e riconoscibile divisa blu, sono partite per sensibilizzare e consegnare, porta per porta, il messaggio dell’Azienda ECOROSS: differenziare e collaborare rispettando l’ambiente.

Dalle contrade Donnanna, Petraro, Piragineti, Pirro Malena e Momena (ZONA A) a viale della Repubblica, via dei Normanni, via Torre Renzo, viale S.Angelo e contrada Galderate (ZONA B), da via Nazionale e traverse, viale Luca de Rosis, viale Margherita (ZONA C) a Torre Pisani, via Roma, via Galeno, viale Michelangelo, contrada Matassa e Petra (ZONA D),  dal centro storico (ZONA E) fino a contrada S.Caterina, Gammicella, Amica, Seggio,  Toscano, Zolfara, Fossa e Pantano.

 

In tutte le 6 zone visitate, ad oggi dalle operatrici ECOROSS, è stata riscontrata grande disponibilità, sensibilità e collaborazione da parte dei cittadini.

 

E per chi al momento della visita non era in casa per motivi di lavoro o altro, le ragazze della ECOROSS stanno lasciando una notifica per comunicare che si ripasserà.

 

Una volta terminato il primo giro, infatti, e da qui alla scadenza del servizio fissato tra due mesi, le ragazze ripasseranno a consegnare il materiale informativo a chi non lo ha ancora ricevuto.

 

 

 

Gelati fortino

Concorso internazionale del gelato al cioccolato, la famosa gelateria cariatese diventa campione mondiale assoluta. I gelati artigianali di FORTINO, che da sempre attirano turisti nel centro storico cariatese e sul Lungomare “Cristoforo Colombo”, già vincitori di prestigiosi premi in passato, salgono ora sul primo posto. L’occasione è stata di tutto rispetto: la 32esima edizione della SIGEP 2011 a RIMINI, il celebre ed ambito “Salone internazionale della gelateria, pasticceria e pianificazione artigianale”.

 

Per l’artigiano del gusto Luigi FORTINO e per i 2 figli Benedetto e Leonardo, di rientro col papà dall’evento mondiale del gelato, è una delle più importanti soddisfazioni professionali ed identitarie. CARIATI sale sul podio con il gusto “Cioccolato”. Un successo della comunità e del territorio.

 

SIGEP, infatti, rappresenta la più grande fiera professionale al mondo dedicata al gelato artigianale, pasticceria e panificazione. Un'occasione privilegiata di incontro fra domanda ed offerta, una speciale opportunità per lanciare e testare le nuove tendenze dei consumi di questi particolari settori. 14 padiglioni occupati, 90mila mq di prodotti presentati da oltre 730 imprese e 100 mila operatori professionali da tutto il mondo.

 

Il secondo posto, con il gusto dal nome “Bonito” fatto di latte e cioccolato, se lo è aggiudicato la Pasticceria Gelateria di Angela FUOCO proveniente da Parenti un piccolo comune della provincia di Cosenza e il terzo classificato è stato un giapponese.

 

Il taglio del nastro è stato affidato a Tiberio RABBONI, Assessore ad agricoltura, economia ittica e attività faunistico-venatoria della Regione Emilia Romagna e al Presidente di Rimini Fiera, Lorenzo CAGNONI.

 

Madrina dell’inaugurazione la showgirl Melita TONIOLO.

 

Presenti i maestri gelatieri Luca CAVIEZEL, Carlo POZZI e Sergio COLALUCCI, i maestri pasticceri italiani Iginio MASSARI e Roberto RINALDINI, con Jean-Paul BARDET (Francia), Eliseo TONTI (Svizzera), Arno STURNI (Nuova Zelanda), nonché il maestro panettiere Fausto RIVOLA con i colleghi Christophe ZUNIC (Francia), Miklos JANKO (Ungheria), Elena BEYZEROVA (Russia).

 

“È vero quando si dice che non c’è futuro senza memoria. Specialmente quando dobbiamo parlare di antisemitismo e razzismo, è nostro dovere ricordare che quella è una storia che non passerà mai”. Sono le parole che ha usato il sindaco Alberto Termine per indicare la partecipazione della sua amministrazione comunale, insieme ad una rappresentanza di studenti di San Marco Argentano, alla commemorazione della Giornata della Memoria, che si terrà per l’undicesimo anno nel campo di Ferramonti di Tarsia. La Repubblica Italiana, come molti altri Paesi nel mondo, nel ricordare la data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, riconosce il 27 gennaio come il giorno in cui ricordare la Shoah, ovvero lo sterminio del popolo ebraico, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, ma anche degli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia e la morte, nonché di coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio e che, a rischio della propria vita, hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. “Insieme agli assessori Di Cianni e Cristofaro, abbiamo deciso di partecipare ogni anno con una rappresentanza di studenti a questa commemorazione – continua la nota del sindaco Termine – perchè grazie alla scuola, che ha un ruolo fondamentale nell’educazione dei giovani, e attraverso la conoscenza dei fatti storici della Shoah, vogliamo favorire la consapevolezza di quegli effetti abnormi che l’odio dell’uomo contro l’uomo ha determinato e che, in futuro, può continuare a determinare. Per questo motivo, sarà nostro doveroso impegno trasmettere di generazione in generazione il ricordo di quell’orrenda pagina della storia dell’uomo, consapevoli che anche oggi nel mondo vi sono discriminazioni e crimini che vengono rivolti contro minoranze etniche e religiose. Sopraffazioni inaccettabili che determinano la morte e la persecuzione di migliaia di uomini, troppo spesso nel più totale disinteresse della comunità internazionale”. L’amministrazione comunale guidata da Alberto Termine, nel monito dello scrittore Primo Levi che affermava "ciò che è accaduto può ritornare, pur assurdo e impensabile che appaia", chiede a tutti di non oscurare mai la memoria su questa tragica pagina della storia dell’Umanità, riconoscendo sempre la dignità dell’uomo senza alcuna distinzione di genere, opinione politica e religiosa.

“Non vi è alcun rischio chiusura per il reparto di Oculistica dell'ospedale di Rossano. L'allarme letto stamani sulla stampa non ha alcun fondamento. Posso rassicurare, anzi tutto gli utenti del Giannettasio, e quindi anche il Tribunale dei diritti del malato, che non vi sono allo stato, ne potrebbero esserci nel prossimo futuro, strategie finalizzate allo smantellamento dell'ospedale di Rossano, soprattutto se si considera il progetto, fatto proprio dal piano di rientro della sanità calabrese, degli Ospedali Riuniti di Rossano-Corigliano. Non può essere ipotizzata alcuna menomazione per la struttura rossanese, tanto più per reparti, come quello di Oculistica, i cui dati e risultati chiaramente positivi suggeriscono semmai un suo potenziamento. Non si capisce, infatti, per quale ragione gli attuali e numerosi utenti di questo reparto, le cui prestazioni di qualità sono riconosciute da tutti, dovrebbero eventualmente recarsi presso gli ospedali di Cosenza o di Castrovillari. Così assolutamente non sarà.  Rispetto a questa garanzia che è certa, da parte del sottoscritto, vi sarà la massima attenzione destinata, semmai, al necessario potenziamento di questo reparto, così come quello di Oncologia i quali, per l'egregio lavoro svolto e per la qualità e l'efficacia delle risposte date all'utenza, sono da considerare a tutti gli effetti reparti di eccellenza di cui poter andare fieri. Del resto, come più volte ha ribadito lo stesso Presidente SCOPELLITI, negli ospedali definiti “spoke”, come gli Ospedali Riuniti di Rossano-Corigliano, saranno assenti soltanto quei pochi servizi già garantiti dagli ospedali di tipo “hub”, individuati nei capoluoghi di provincia. Se sono comprensibili taluni inevitabili e annunciati disagi, derivanti da quella necessaria rivisitazione di una mappa ospedaliera regionale dimostratasi fino ad oggi costosa, inefficiente ed in taluni caso mortifera, non è affatto ipotizzabile, soprattutto per storiche realtà ospedaliere come quella rossanese, decurtazioni e riduzioni che non risponderebbero ad alcuna logica né di risanamento né di miglioramento dell'offerta e che si tradurrebbero in limitazioni sensibili del diritto alla salute per interi territori e bacini di utenza. Non vi è alcun provvedimento di chiusura di reparti. Se fa pertanto bene il Tribunale dei diritti del malato a sensibilizzare l'opinione pubblica, è altrettanto doveroso rassicurare tutti, sottolineando che su questo fronte siamo impegnati, da mesi, in un serio e responsabile confronto, territoriale e regionale, per costruire, proprio a partire da indiscutibili punti di riferimento nella tutela alla salute come l'ospedale di Rossano, quella sanità territoriale di qualità, obiettivo complesso sul quale il governo regionale è impegnato dal primo giorno e che resta, ad oggi, la prima e più importante sfida da vincere insieme, istituzioni e associazioni, medici e cittadini”.

on. Giuseppe Caputo – presidente i commissione regionale affari istituzionali

Teatro, abbonamenti gratis per gli alunni più meritevoli. Sono 60 i carnet di biglietti che gli assessori comunali Cataldo PERRI e Filippo ASCIONE hanno consegnato, nei giorni scorsi, ai Dirigenti Scolastici degli Istituti superiori e delle Scuole Medie cittadini. Continua la campagna di sensibilizzazione e promozione della cultura teatrale. Sinergia tra Amministrazione Comunale e mondo della Scuola: orientare i nostri giovani all'arte, all'etica e all'estetica.

Fuori programma: MERCOLEDÌ 26 GENNAIO, ALLE ORE 21, sarà trasmesso, presso il Cine-Teatro, “LIQUIRIZIA LE TUE RADICI”, il cortometraggio del regista Renato PAGLIUSO, girato a Rossano e prodotto dalla prestigiosa ed impegnata associazione socio-culturale “Ali Libere” presieduta da Patrizia UVA. L’ingresso è gratuito.

 

Il prossimo GIOVEDÌ 27 GENNAIO, invece, in occasione della Giornata della Memoria, il Teatro ospiterà una proiezione sulla SHOA, alla quale parteciperanno le scuole cittadine. Alla visione seguirà il dibattito.

 

20 abbonamenti per istituto destinati agli studenti “più bravi” ed appassionati di arti.

 

Li hanno consegnati gli Assessori alla Cultura e alle Politiche sociali, PERRI ed ASCIONE, direttamente nelle mani dei Dirigenti Scolastici SPATARO (Liceo Scientifico), RIZZO (Ipsia) e CARONE (Scuole Medie).

 

“È stata una vera emozione – hanno dichiarato PERRI ed ASCIONE- vedere, all’inaugurazione della stagione teatrale, la sala gremita di giovani. Agli stessi, alla fine, sarà chiesto di scrivere un elaborato sull esperienza. I migliori elaborati saranno premiati con una targa di riconoscimento dall’Amministrazione Comunale”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI