Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 27 Novembre 2020

Per la Vicepresidente Stasi, l’impegno di MSC avvia un percorso di rilancio del Porto di Gioia Tauro

La Vicepresidente della Regione Antonella Stasi – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – in merito alla notizia dell’accordo con MCT, ha rilasciato la seguente dichiarazione:
“La buona notizia della variazione della compagine societaria della MCT, con l’ingresso del colosso mondiale MSC, fa ben sperare per un nuovo percorso orientato al rilancio del terminal di Gioia Tauro, che ha patito quest’anno l’abbandono di Maersk facendo registrare, per il 2011, un calo del 19%. L'investimento fatto a Gioia Tauro – ha aggiunto la Vicepresidente Stasi - è un riconoscimento importante che il Gruppo MSC di Aponte dà alla Calabria, a conferma dei buoni rapporti instaurati con l'attuale Governo regionale, consolidando un’alleanza con Conship che lascia sperare sviluppi positivi, non solo per il transhipment, ma anche per il settore logistico. Di non poco conto è il nuovo scenario globale, nel corso del 2012 la flotta mondiale di portacontainer da oltre 13.000 teu salirà a cento unità, quasi tutte impiegate sulle rotte fra l’Europa e l'Asia. Il porto di Gioia Tauro è dotato di idonei fondali e il terminal MCT è attrezzato con  infrastrutture ed equipment all’avanguardia, potendo contare su una banchina  che permette di ormeggiare contemporaneamente fino a 3 navi da 14000 TEUS,  e su 22 gru di banchina di cui nove di ultimissima generazione. I segnali significano una ripresa rispetto soprattutto ad un fatto eccezionale che segnerà positivamente questo inizio di 2012 per Gioia Tauro: nel terminal di Gioia Tauro sono movimentati i container delle prime 3 linee di navigazione, ovvero la MSC, la Maersk e la CMA che insieme totalizzano l’85% del traffico di transhipment  nel Mediterraneo. Anche se CMA e Maersk attualmente offrono un contributo limitato al volume complessivo, tuttavia rappresentano un potenziale di sviluppo importante, in particolare la CMA in considerazione del rapporto di partnership siglato poco tempo fa con MSC. Queste novità straordinarie gratificano il lavoro fatto dal Presidente Scopelliti e dall'intera giunta in questi mesi, contro uno scetticismo nefasto di coloro che invece  annunciavano ormai il declino assoluto del porto. Oggi – ha concluso la Vicepresidente Antonella Stasi - ci sono le premesse e mantenendo un impegno costante ed un lavoro assiduo,  siamo convinti di continuare a favorire la crescita di quella che è ritenuta la più strategica infrastruttura regionale”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI