Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 29 Novembre 2020

Lamezia Terme - Un concorso per dar voce alle studentesse

Comprendere il punto di vista delle giovani donne e sensibilizzarle sul tema, purtroppo sempre più attuale e agli onori della cronaca, della violenza sulle donne. È questo l’intento del Rotaract di Lamezia Terme, un club internazionale attivo e attento alle problematiche sociali che, con il sostegno dell’azienda di telecomunicazioni MAC&NIL, ha bandito un concorso presso il Liceo e Istituto Magistrale T. Campanella della città, che si inserisce all’interno del Progetto Serena, promosso dal Distretto 2100 Rotaract (Campania – Calabria e Territorio di Lauria).
Le studentesse che parteciperanno all’iniziativa dovranno elaborare un testo scritto (un tema, una poesia oppure un racconto) che esprima e rappresenti la loro visione riguardo alla problematica sociale della violenza sulle donne nelle sue innumerevoli sfaccettature. Gli elaborati, che dovranno essere consegnati entro il 26 febbraio, saranno valutati da una commissione composta da giornaliste operanti sul territorio.
“Lo scopo del Progetto Serena è quello di sensibilizzare le giovani sui pericoli che le circondano ed informarle su come comportarsi in caso di violenza. Insieme a un’istituzione importante come la scuola, intendiamo agire come una sorta di megafono sociale, per amplificare e divulgare le iniziative a tutela di tutte le donne”, ha affermato Danilo De Fazio, presidente del Rotaract di Lamezia Terme
“Crediamo che sia un'occasione importante per scendere in campo, insieme al Rotaract e alle istituzioni, a favore di una campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne” ha dichiarato Nicola Lavenuta, direttore generale di MAC&NIL.
MAC&NIL, azienda pugliese che opera nel settore delle telecomunicazioni, ha infatti deciso di sostenere l’iniziativa mettendo in palio, per le vincitrici del concorso, due REMOTE ANGEL SOS. Si tratta di un dispositivo satellitare tascabile, sviluppato dall’azienda, che consente in maniera semplice di allertare parenti o persone care in caso di pericolo: basta premere i pulsanti posti ai lati del dispositivo per trasmettere, via sms, un messaggio di allarme che indica l’indirizzo preciso in cui si trova il proprietario del dispositivo. La localizzazione della persona in difficoltà avviene grazie ad un ricevitore satellitare GPS e i messaggi vengono trasmessi in tempo reale, con la tempestività che determinate situazioni di rischio richiedono.
Tra gli obiettivi del Rotaract, infatti, c’è anche quello di promuovere l’utilizzo delle nuove tecnologie per combattere la violenza sulle donne: “Riteniamo importante far conoscere strumenti che, come REMOTE ANGEL SOS, possano garantire una maggiore sicurezza per le donne, giovani e adulte” ha concluso De Fazio.
Un ulteriore momento di riflessione e informazione sul tema è rappresentato dal convegno, che si terrà il 25 marzo nell’auditorium della scuola superiore Campanella. Si tratta di una manifestazione pubblica, presenziata dalle istituzioni locali e dalle aziende partecipanti al progetto, in occasione della quale saranno premiate le ragazze meritevoli, vincitrici del concorso.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI