Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 01 Dicembre 2020

Emessi i decreti di liquidazione in favore dei Comuni utilizzatori di LSU e LPU

L’Assessore regionale al Lavoro Francesco Antonio Stillitani ha annunciato che al fine di garantire la continuità del pagamento del sussidio e delle ore integrative dei lavoratori impegnati in attività socialmente utili e di pubblica utilità, l’Assessorato al Lavoro ha liquidato in favore dei Comuni le somme necessarie per il pagamento dei sussidi e delle ore integrative per il periodo ottobre - dicembre 2010 e per il periodo gennaio - marzo 2011, utilizzando le risorse previste nel bilancio 2011 approvato nel mese di dicembre e messe a disposizione dalla Giunta Scopelliti,  per un importo pari a  33  milioni di euro.

I Decreti di liquidazione – è scritto in una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale - sono stati adottati per tutti i Comuni ed Enti utilizzatori che hanno regolarmente rendicontato le risorse ricevute per l’anno 2010 ed il cui elenco verrà pubblicato sul sito ufficiale del Dipartimento Lavoro, Politiche della Famiglia, Formazione e volontariato.

“Grazie anche alla disponibilità ed all’impegno dell’Assessore al Bilancio Giacomo Mancini - ha dichiarato l’Assessore al Lavoro Stillitani - siamo riusciti a rispettare gli impegni assunti nel mesi di dicembre con i lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità e procedere in modo tale che possano ricevere quanto spetta loro per il lavoro che stanno assicurando ai Comuni calabresi”.

“Naturalmente – ha aggiunto Stillitani - il puntuale pagamento delle spettanze non esonera l’Assessorato dal perseguire l’obiettivo principale che si è posto, cioè quello  di giungere alla effettiva stabilizzazione o ad altre forme di sistemazione definitiva dei lavoratori, per far sì che gli stessi possano, finalmente, dopo anni di attesa e di precariato, trovare la giusta tranquillità. A tal proposito, si procederà immediatamente ad approvare tutte le richieste di stabilizzazione dei lavoratori  pervenute da parte dei Comuni sino a dicembre 2010”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI