Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 16 Ottobre 2021

La “questione meridionale” protagonista della seconda giornata al Salone

I relatori della presentazione Animi durante l'intervento di Russo

 

L’appuntamento clou della giornata di ieri ha visto protagonista l’Associazione Nazionale per gli interessi del Mezzogiorno, con il presidente Gerardo Bianco e il direttore scientifico Guido Pescosolido, assieme al giornalista del Corriere della Sera Giovanni Russo, il quale ha immediatamente messo in evidenza la “coincidenza” emblematica per cui l’Animi compie il suo centenario in occasione del 150° anniversario dell’Unità del nostro paese. Un caso davvero “fortunato” considerando la dedizione e l’ascendente politico che l’associazione ha avuto per e nel paese dalla sua nascita, nel 1910. Una storia che – come ha evidenziato Gerardo Bianco nel suo intervento – vanta numerose conquiste, sebbene “l’approdo” sia ancora lontano. Parole queste che testimoniano una progettualità ben definita nell’impegno dell’Animi; lo stesso impegno che il presidente Bianco ha riconosciuto all’assessore alla Cultura Mario Caligiuri e alla sua attività amministrativa; in particolare, egli ha citato, tra le iniziative culturali di maggior spicco, il “Libro verde sulla lettura”, e ha annoverato tra i risultati raggiunti gli importanti segnali positivi provenienti dal mondo della scuola (l’ultimo rapporto sulla qualità di quest’ultima vede un rilevante recupero del Sud rispetto al Nord).

Punto di partenza del dibattito è stato il volume Cento anni di attività dell’Associazione nazionale per gli interessi del Mezzogiorno e la questione meridionale oggi, edito da Rubbettino e curato dallo stesso Pescosolido, comprendente i saggi di diversi studiosi di calibro nazionale. Giovanni Russo tra questi.

L’incontro si è aperto con i saluti portati da Gilberto Floriani dell’assessore alla Cultura Mario Caligiuri, impossibilitato ad esser fisicamente presente; ci ha tenuto però a far sentire la sua vicinanza durante questo particolare dibattito che si è configurato come un omaggio al legame culturale che l’Animi ha con la Calabria. Nell’occasione è stata anche ricordata la figura di Umberto Zanotti Bianco, fondatore e animatore dell’Animi, in un virtuale gemellaggio tra il Piemonte in cui nacque e la Calabria in cui lungamente si spese.

Il direttore Pescosolido ha raccontato della nascita dell’Animi, avvenuta grazie alla sensibilità civile di Zanotti Bianco e alla generosità di tanti privati che ne sostennero le iniziative. Pescosolido ha ripercorso la storia, a tratti non facile, dell’Animi, la sua lenta trasformazione in organismo culturale protagonista negli ultimi decenni di importanti iniziative nel settore bibliotecario, archeologico ed editoriale, ha ricordato in particolare la Collana di Studi meridionali, ideata da Zanotti Bianco, che raccoglie gli scritti di molti importanti meridionalisti.

Giovanni Russo è intervenuto sulle questioni della criminalità meridionale, sottolineando i notevoli risultati ottenuti dallo stato negli ultimi anni.

Questo evento – che si è dipanato tra vari percorsi e ha toccato vari argomenti legati all’attualità (dal federalismo fiscale al problema della responsabilizzazione della classe dirigente meridionale) – è stato il secondo dei quattro che la Regione Calabria ha organizzato per questa edizione del Salone torinese.

L'autore Pandolfi durante la presentazione di Lega Nord. Un paradosso italiano in 5 punti e mezzo

 

 

Una mattinata intensa e un pomeriggio aperto in musica

 

Molto fitto è stato il calendario degli eventi autogestiti dagli editori calabresi: ben dieci appuntamenti hanno animato lo spazio istituzionale.

La giornata si è aperta con tre incontri firmati La mongolfiera, una casa editrice dedita al multiculturalismo, alla solidarietà, ai diritti umani. Alle 10:00 l’editore Giovanni Spedicati ha presentato Camillo Benso conte di Cavour. Vita e morte di Sergio Micheli. A seguire, la professoressa ed esperta di cinema Matilde Tortora – introdotta dall’editore – ha presentato il suo Il Sole con l’alchèrmes, libro tratto da un cortometraggio dell’autrice medesima che è stato proiettato durante il dibattito. Infine, protagonista è stato il libro Giovanni Checchi di Giorgio Di Genova.

Un po’ di danza ha anticipato il pranzo, inaugurando così il lungo pomeriggio: alle 13:00 l’editore di Città del sole, Franco Arcidiaco, ha presentato Lezioni di tango, della giornalista Anna Mallamo. Come recita la fascetta che “abbraccia” la copertina, questo è «un libro sul tango come Moby Dick è un libro sulla pesca». Le note di un caldo tango e i sensuali passi di danza di Nando Pranzo e Fiorenza Ciurli, dell'Associazione torinese e scuola di tango argentino “Desdelalma”, hanno incuriosito e attirato i diversi passanti. Multietnicità, consolazione, abbraccio, bellezza, energia, legame: sono solo alcune delle definizioni che l’autrice, sostenuta da Monica Nucera Mantelli – direttore artistico dell’Etnotango Festival, che ha presenziato all’evento – ha dato di questa passionale danza.

Ancora Città del sole è stata protagonista alle 15:30 con la presentazione di Tre raccolte, del poeta e drammaturgo reggino Rodolfo Chirico, fondatore del Teatro Calabria, il quale ha racchiuso tre sue diverse sillogi nel libro che l’editore Franco Arcidiaco, l’addetto stampa della casa editrice Oriana Sghembari e lo scrittore Tonino Nocera hanno illustrato al pubblico dei presenti.

Alle ore 16:00, è stato presentato dall’autore Lega Nord. Un paradosso italiano in 5 punti e mezzo di Luigi Pandolfi, edito da Laruffa. Un libro agile ma assai fitto che denuncia le ambiguità della Lega Nord su diversi aspetti della sua politica: dal falso federalismo all’effettivo secessionismo, dal legalismo virtuale alle cadute affaristiche e nepotistiche. Un libro certamente opinabile ma che, altrettanto certamente, lascerà il segno nel dibattito politico nazionale.

Un'esibizione di Tango durante la presentazione del libro di Anna Mallamo

 

Subito dopo, è stata la volta di Filippo Rosace, funzionario del Consiglio regionale della Calabria e giornalista di “Narcomafie”, con il suo Il vigneto del presente edito Città del sole. Di questo romanzo – che tratta la storia di un uomo e una donna coinvolti in una vicenda criminale – hanno parlato Giuseppe Casile e l’editore Arcidiaco, davanti a un gruppo di studenti dell’Istituto d’Arte statale “Panetta” di Locri. Proprio la presenza di questi ragazzi è stata l’occasione per parlare di lettura e del rapporto tra i giovani e il libro: il contesto generale, quello del Salone, ha stimolato i ragazzi stessi a mettersi in gioco.

A seguire, focus sull’antologia Terra contenente i contributi di tredici autori calabresi, a cura di Emanuele Milasi, pubblicata dall’editore reggino e pronta a raccontare una Calabria inedita.

Alle 18:00 Silvestro Neri ha presentato il suo Anemo e Caterina. Una luce veste l’azzurro del cielo, edito da Plane: una storia semplice, che nella semplicità ricerca la sua straordinarietà.

La presentazione del libro Bandi e manifesti sul brigantaggio nella Calabria dell'Ottocento di Mario De Bonis, con gli interventi dell’autore e di Salvatore Leto, direttore del Teatro “Alfieri” di Asti, ha animato lo stand alle ore 19:00.

I lavori si sono conclusi alle 20:00 con una presentazione di Ferrari editore: Amintore Fanfani. L’uomo, lo statista e le sue radici di Pier Emilio Acri, Salvatore Martino, Antonella Tusa Di Gregorio, Lucrezia Francesca Leo. Ha relazionato l’editore Settimio Ferrari.

 

 

Un momento allo stand regionale

 

 

ANTEPRIMA SUGLI EVENTI DI OGGI

Lento scorre il fiume, di Michele Flocco, e Il Mistero dei Rasna di Fulvia Gambaro, editi da Alicebooks, inaugureranno la giornata di domani 14 maggio alle ore 11:00. Interverranno: Franco Talarico, Fulvia Gambaro, l’editrice Maria Faragò e Giovanni Bosco.

Alle 13:00, Città del sole edizioni presenterà i libri Sette donne per fare un uomo intero di Dante Maffia (con interventi di Giorgio Linguaglossa e Luca Benassi) e Vittorio Butera dai cunti alle favole di Rosanna De Luca (con interventi dello stesso Linguaglossa e Dante Maffia per il secondo).

Alle 14:00 sarà presentato Anche l’amore qualche volta sbaglia strada di Federica Farini, edito da Neftasia. L’evento, a cui presenzierà l’autrice, consisterà in un reading-trailer.

La presentazione de La musica degli invisibili di Domenico Sorace, edito da Apoikia, aprirà il pomeriggio alle 15:00.

Subito dopo si terrà la presentazione della quarantaquattresima edizione dei Premi “Rhegium Julii”. Dopo un’introduzione sul tema “Premi 1968-2011. Significato di una presenza”, saranno presentati da Città del sole, editore del “Rhegium Julii”, diversi titoli: Profiterole di Sesto Benedetto e Nino Romeo; Ernesta Bittanti Battisti: l’ultima donna del Risorgimento italiano di Lina Anzalone, per il quale interverrà Pasquale Amato; seguirà … E dopo l’ermo colle, raccolta poetica curata dall’Ars (Artisti reggini della Sanità) ed edita dal Rhegium Julii; interverranno Pasquale Borruto e Arturo Cafarelli. Infine, in primo piano Cittanova: fervore artistico tra ’800 e ’900, di Ernesto Scionti a cura di Vincenzo Misiani.

Un evento collettivo, voluto dall’editrice Nadia Gambilongo di Medmedia e intitolato “Il Risorgimento delle donne”, animerà lo stand regionale con proiezione video e cd alle ore 18:00. Il dibattito avrà per protagonisti i titoli di più editori incentrati sull’argomento.

Alle 19:00 Città del sole edizioni avrà spazio per la presentazione di Nottetempo Destino di Vittoria Butera. Interverranno Daniel Isabella e Alessio Magaddino.

In serata, alle 20:00, ci sarà la presentazione del libro pubblicato da Ferrari editore e scritto da Francesca Gallello: Come edera. Ne parleranno l’autrice, l’editore e Michele Cologna.

Si segnala inoltre che la casa editrice di Catanzaro, La rondine, illustrerà nella sala “Spazio Book” del Salone il libro Perché fai così, alla presenza dell’autrice Laura Fornasier e di Gianfranco De Lorenzo. Coordinerà l’editore Gianluca Lucia.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI