Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 18 Ottobre 2021

Gli studenti di Soveria e Carlopoli a teatro con un’opera sulla vita del Giudice Scopelliti

Lunedì 2 maggio 40 alunni delle scuole medie di Soveria Mannelli e Carlopoli si esibiranno sul palco del Teatro “Lendi” di S. Irpino in provincia di Caserta con l’opera “Nino, che silenzio stasera” del regista Gregorio Calabretta.

Si tratta della prima rappresentazione pubblica dell’opera ispirata all’esempio di legalità del Giudice Antonino Scopelliti di cui ricorre il ventennale della scomparsa. L’attività teatrale è inserita nel progetto “Legali al Sud", finanziato dall'Unione Europea con fondi POR FSE e prevede la partecipazione alla XIII edizione del Festival Nazionale di Teatro per le scuole "PulciNellaMente" di S. Arpino.

Gli studenti dell’Istituto Rodari hanno già programmato la partecipazione al Festival Teatro Scuola di Altomonte dove l’anno scorso hanno ricevuto la Coppa Belluscio per lo spettacolo "Oggi come ieri". Nel mese di giugno, in occasione della giornata della legalità, che sarà organizzata dall’Istituto Comprensivo, l’opera sarà rappresentata anche a Carlopoli e a Soveria Mannelli. La realizzazione dello spettacolo e della giornata della legalità vedrà la collaborazione della casa editrice Rubbettino, della "Fondazione Antonino Scopelliti".e delle associazioni "Ammazzateci tutti" e "Libera".

Oltre all’innovativo laboratorio di teatro, il programma di attività extrascolastiche, progettate dall’Istituto Rodari per l’anno scolastico 2010/2011, ha previsto corsi di matematica, italiano, inglese, informatica e scrittura creativa. Tutti i corsi sono iniziati a febbraio e continueranno fino a giugno 2011, coinvolgendo gli studenti delle scuole elementari e medie. Sono, inoltre, previsti moduli di informatica rivolti a docenti dell’Istituto Comprensivo e agli adulti residenti nei due comuni.

La progettazione di un così ricco programma di attività extrascolastiche è stata resa possibile grazie al ricorso a fondi europei PON (Programma Operativo Nazionale), fondi previsti dal PQM (Piano Nazionale Qualità e merito), fondi erogati dall'Ufficio Scolastico Regionale della Calabria nell’ambito dei progetti per le Aree a rischio e fondi POR Calabria previsti dal bando regionale "Una scuola per la democrazia".

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI