Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 16 Gennaio 2021

Coldiretti. Si consolida la vacanza mordi e fuggi negli agriturismi e in campagna

Prenotazioni in crescendo nelle aziende   agrituristiche calabresi e forte incremento dell’acquisto  di prodotti “made in Calabria” al 100%. Questo il dato sulla base di una analisi a campione effettuata presso le strutture associate a  Terranostra Calabria, l’associazione per l’agriturismo, l’ambiente e il territorio promossa dalla  Coldiretti.  Trova quindi una conferma che per il periodo delle festività pasquali turisti non solo calabresi prediligono una vacanza immersa nella natura all’insegna del relax. Una tendenza – commenta Molinaro - di tante famiglie e giovani, di allontanarsi dal caos quotidiano delle città per trascorrere il tempo libero all’aria aperta e per gustare le eccellenze del territorio negli agriturismi, ma anche nelle numerose aree  attrezzate presenti nella regione  per il pic-nic all’aria aperta mangiando il cibo cucinato in proprio e dando vita alle prelibate grigliate. I tanti che andranno in campagna e nei luoghi suggestivi della nostra regione, avranno la possibilità  di acquistare direttamente dai produttori  i prodotti agricoli ed agroalimentari provenienti dall’agricoltura locale, anche in virtù della rete dei Punti di Campagna Amica promossi dalla Coldiretti. Si consolida un virtuoso legame fra economia, sviluppo sostenibile e aspetti socio-culturali tra cui le tante tradizioni e riti del periodo di Pasqua che sono presenti in nella nostra regione. In questo periodo dopo i digiuni e astinenze quaresimali, sono da privilegiare i tanti prodotti di stagione in particolare verdura e frutta ad iniziare dalle nostre arance, l’agnello calabrese, i salumi DOP, gli ottimi formaggi ad iniziare dal pecorino il tutto innaffiato da vini e spumanti “Made in Calabria”. In questo periodo la Coldiretti stima che in Calabria si consumeranno poco più di un 900 mila uova pasquali che fanno la gioia di grandi e piccoli oltre al consumo delle “uova ruspanti”, che nella nostra regione sono state stimate in novemilioni e mezzo  per la preparazione in particolare di dolci tipici e della tipica frittata calabrese fatta con la cipolla rossa di Tropea, salsiccia e formaggio.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI