Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 25 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:509 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1244 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1979 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1510 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1488 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1457 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1731 Crotone

Incassavano la pensione di guerra dei congiunti deceduti: incastrati dalle Fiamme Gialle

E’ di oltre 100.000,00 euro, la somma che è stata sottratta alle casse dello stato, da soggetti che, indebitamente e con mezzi fraudolenti, hanno riscosso pensioni di guerra di congiunti deceduti da tempo.

E’ questo l’ulteriore dato che la guardia di finanza di catanzaro comunica, a seguito di una attività d’iniziativa in cui sono state vagliate numerose posizioni, svolgendo accertamenti che hanno permesso di individuare e perseguire alcuni soggetti residenti nella provincia che, dopo la morte dei loro cari, titolari dell’assistenza finanziaria destinata ai reduci di guerra, hanno continuato a riscuotere indebitamente le somme che la ragioneria territoriale dello stato competente, inconsapevole dei decessi, continuava a destinare loro.

Eclatante il caso di un pregiudicato di lamezia terme che ha continuato a riscuotere la pensione della madre, morta nel 1998, sino al novembre del 2011, incassando così la considerevole somma di €.80.000,00.

I truffatori sono stati però smascherati grazie all’intervento delle fiamme gialle.

Sono stati complessivamente segnalati all’autorità giudiziaria competente cinque soggetti, ritenuti responsabili di falso e truffa aggravata ai danni dello stato, ed interessata la procura regionale della corte dei conti, per il perseguimento del danno causato all’erario statale.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI