Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 29 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1085 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1574 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1094 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1798 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2558 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2059 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2050 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:2004 Crotone

Pirandello al Teatro Politeama

In esclusiva regionale, nei giorni 25 e 26 Gennaio 2013, presso il Teatro Comunale Politeama di Lamezia Terme (CZ), va in scena “Fantasmi” di Enzo Vetrano e Stefano Randisi.

Dalla riscrittura di “Sgombero” e “L’uomo dal fiore in bocca” prende forma un dittico incantevole, un incastro perfetto di due atti unici, un susseguirsi di dialoghi surreali, citazioni e riflessioni, dove l’attesa struggente della morte e la morte stessa danno vita ad una riflessione profonda sul significato della vita e della morte.

La riscrittura drammaturgica di Vetrano-Randisiè un viaggio surreale, ineluttabile, uno spettacolo che accosta la disperazione alla rassegnazione e alla tenerezza, che mostra l’attaccamento alla vita, nonostante le sue difficoltà e le sue amarezze.

Gli attori e registi siciliani, accompagnati dall’ attrice messinese Margherita Smedile, sovrappongono il percorso pirandelliano ai dialoghi attinti dal repertorio di Totò e Vicè del teatro di Franco Scaldati.

“Fantasmi” è la combinazione della paura di perdersi e del ridimensionamento dei drammi, dove i personaggi aspettano l’ incontro con la morte, capovolgendo le loro priorità di fronte all’inevitabile.

Il tempo sembra fermarsi in una stazione ferroviaria e si trasforma in una “stanza della tortura”, mentre ”il fiore in bocca” incarna la malattia di un’intera società, dove si affronta la morte per superarla.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI