Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 26 Novembre 2020

La Venosan Orizzonte Catania battuta dall'Imperia

Rosaria Aiello al tiro

 

Battuta d’arresto per la Venosan Orizzonte Catania, sconfitta in casa 6-9 dalla Mediterranea Imperia nell’anticipo della sedicesima giornata del campionato di Serie A1 di pallanuoto femminile.

Le rossazzurre quindi restano ferme al terzo posto a quota 36 con le liguri che si avvicinano in classifica e arrivano ad una sola lunghezza di distanza.

Partita subito dura, con le ospiti che vincono sia il primo che il secondo tempo con il parziale di 2-1. Massimo equilibrio nella terza frazione, chiusa sul 2-2, ancora avanti di una rete la Mediterranea Imperia, che conquista pure l’ultimo quarto di gara per 3-2 e chiude la partita con tre goal di vantaggio sulle ragazze di Pierluigi Formiconi.

In una serata avara di reti per le catanesi, la miglior marcatrice è Rosaria Aiello con tre goal, mentre Valeria Palmieri ne fa due. Una rete anche per Capitan Tania Di Mario.

Questo il commento del coach della Venosan Orizzonte Catania a fine partita: “Dispiace aver perso – dice Pierluigi Formiconi – ma probabilmente su questa sconfitta hanno pesato i tanti goal mangiati in attacco. Certamente poi il fatto di non aver concretizzato quasi per nulla le superiorità numeriche a nostro favore ha avuto un peso non indifferente sul risultato finale. Credo che in difesa abbiamo giocato abbastanza bene, ma bisogna riconoscere anche che l’Imperia è una squadra forte e ha fatto una buona partita. Ad ogni modo credo che nel complesso non abbiamo giocato male, però dovevamo concretizzare sicuramente di più. Nulla è compromesso per fortuna e noi manteniamo sempre gli stessi obiettivi”.

Anche il Capitano delle catanesi parla del match: “Sono davvero rammaricata – spiega Tania Di Mario – , perché perdere fa sempre male. Non credo che su questa sconfitta abbiano pesato le fatiche degli ultimi match ravvicinati. Forse dobbiamo sbloccarci un po’ psicologicamente, poi andrà sicuramente tutto meglio. Adesso ci fermeremo di nuovo per un bel pò e torneremo a giocare le ultime due giornate di campionato solo tra un mese e mezzo. Dovremo vincere entrambe le partite per mantenere il terzo posto, non sarà facile ma ce la metteremo tutta perché sappiamo che il nostro cammino dipende solo da noi”.

 

IL TABELLINO DEL MATCH:

 

Venosan Catania-Mediterranea Imperia 6-9

 


Venosan Orizzonte Catania: Ricciardi, Miceli, Garibotti, Radicchi, Di Mario 1, Aiello 3, Palmieri 2, Motta, Marletta, Musumeci, Verde, Lombardo, Pitino. All. Formiconi.


Mediterranea Imperia: Giulia Gorlero, Amoretti, Borriello, Gloria Gorlero 1, Stieber 2, Emmolo 4 (3 rig.), Carrega, Russo, Risivi, Bencardino, Drocco, Pomeri 2, Casanova. All. Capanna.


Arbitri: De Chiara e Gomez.


Note: parziali 1-2, 1-2, 2-2, 2-3. Uscite per limite di falli Radicchi (O) e Russo (I) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Venosan Catania 2/9, Mediterranea Imperia 1/4 + 3 rigori. Spettatori 300 circa.

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI