Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 30 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1098 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1586 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1102 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1806 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2567 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2067 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2059 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:2012 Crotone

La Strano Light Catania KO contro il Brescia: 9-11

IMG_9366

 

Le notizie sono due. La Strano Light Nuoto Catania, nonostante la sconfitta contro il Brescia per 9-11 esce a testa alta dal confronto non meritando assolutamente il risultato finale, recriminando anzi per alcune decisioni arbitrali. L’altra notizia riguarda invece la Strano Light Waterclub Catania che al gol vittoria del match di recupero in Serie B contro il Volturno è costretta ad uscire dalla piscina scortata dalla polizia, per via di una inspiegabile aggressione scoppiata ai danni dei dirigenti e giocatori etnei nel momento in cui Matteo Scuderi segna la rete decisiva.

Iniziando dal match della Strano Light Nuoto Catania c’è da segnalare una partita molto equilibrata con gli etnei sempre molto attenti ed in grado di mettere in difficoltà le maggiori forze degli avversari bresciani. La prima frazione di gioco è abbastanza equilibrata e le due squadre passano la maggior parte del tempo a studiarsi. Passa il Brescia con Giorgi approfittando dell’uomo in meno del Catania. Alessio Privitera mette a segno il momentaneo 1-1, con un bellissimo tiro dalla distanza. È poi Nenad Kacar nel secondo ottavo a portare in vantaggio i suoi con un nuovo tiro dalla distanza dalla traiettoria perfetta. Il match è vivo, si segna in entrambe le porte e Alessio Privitera con Nenad Kacar mantengono il Catania in gioco. Nella terza frazione di gioco è subito Alessio Privitera a riequilibrare il match. La Strano Light vuole rimanere fortemente agguantata alla partita e lo fa con i gol di Giorgio Torrisi e Nenad Kacar. Molte polemiche poi sul gol del numero 10 ospite, viziato da un fallo da parte di Calcaterra. Il gol di Brian Torrisi a due minuti e 37 secondi nel terzo quarto mantiene ancora vive le speranze, così come ad un minuto e venti secondi una parata di Ruffelli evita il   tracollo. È poi Giorgio Torrisi a 28 secondi dalla conclusione a mantenere ancora le speranze per l’impresa, però il rigore di Elez a 10 secondi dalla fine le spegne definitivamente, per quello che resta un match comunque molto combattuto. Di seguito i parziali: 1-1; 3-4; 2-3; 3-4.

“Siamo molto dispiaciuti per il risultato. - ha dichiarato il tecnico della Strano Light Nuoto Catania, Giuseppe Dato – non meritavamo affatto questa sconfitta. I nostri ragazzi hanno ben figurato contro una squadra che obbiettivamente aveva maggiori forze in campo. In questo match si è vista la crescita dei nostri giovani che hanno messo in difficoltà i nostri avversari. Forse senza qualche decisione arbitrale piuttosto discutibile nell’ultima frazione di gioco staremmo qui a parlare di un altro risultato. Abbiamo comunque dimostrato di voler onorare il campionato fino alla fine e non è escluso, giocando così, che faremo qualche sorpresa”. Dello stesso parere il Presidente Francesco Scuderi: “oggi non meritavamo di perdere – ha dichiarato - e solo a causa di qualche discutibile decisione arbitrale nel quarto tempo il Brescia ha portato a casa la vittoria”.

In Serie B, come si diceva, nella sfida di recupero della quinta giornata di andata rinviata a causa del maltempo lo scorso 11 Febbraio, la Strano Light Waterclub Catania ha battuto con il decisivo gol di Matteo Scuderi a due secondi dalla fine il Volturno per 8-7, conquistando la quarta vittoria consecutiva. Peccato per l’epilogo caratterizzato da uno spiacevole episodio di violenza, quando al gol vittoria i giovani catanesi ed i dirigenti che li accompagnavano sono stati aggrediti dai giocatori e dal pubblico e costretti ad uscire scortati dalla polizia. Brutto episodio non di sport, ma esclusivamente di violenza. Nulla di grave per i giocatori rossoazzurri che se la sono cavata con qualche piccola escoriazione e lividi. Duro il Presidente della Strano Light Waterclub Catania Massimo Vittoria: “siamo tornati ai campi difficili di vent’anni fa, dove era impossibile andare a giocare. Assurdo esultare per aver fatto il gol vittoria ed essere aggrediti da giocatori e pubblico”. Sul risultato del match il tecnico Salvo Cacia si è così espresso: “Abbiamo sempre comandato, siamo anche arrivati ad un + 3, poi ci hanno ripreso fino al 6-6. La nostra grande voglia di portare a casa il quarto risultato utile consecutivo si è poi concretizzata con il bellissimo gol del vantaggio di Matteo Scuderi a due secondi dalla fine. Buona anche la prova per Cristiano Vittoria, il portiere che ha parato un rigore in un momento decisivo del match. Adesso ci aspetta una difficile sfida a Napoli   contro la Rari Nantes Napoli, una delle squadre più forti del torneo. Andremo lì a giocarcela sulle ali dell’entusiasmo e speriamo di ribadire l’ottima prestazione di oggi”.

Domani ancora in acqua. Giocheranno le formazioni giovanili della Strano Light Nuoto Catania alla Piscina Zurria. I ragazzini che disputano il campionato Under 17 della Strano Light Nuoto Catania incontreranno alle 13:15 il Posillipo per la terza giornata di andata del loro campionato, mentre l’Under 13 entrerà in acqua alle 17:00 per la quarta giornata di andata. Avversario Brizz Nuoto.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI