Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 21 Gennaio 2021

La Venosan Orizzonte Catania vince e convince

Tiro Claudia Marletta

 

C’era solo bisogno di una vittoria convincente, che non ha tardato ad arrivare ed è stata centrata alla prima occasione utile.
In poche parole è questo il film del match della Venosan Orizzonte Catania contro la Rari Nantes Bologna, battuta 18-7 nella piscina di Via Zurria, dove sono andate in vasca anche Capitan Tania Di Mario e Rosaria Aiello, tornate solo ieri sera dagli impegni con la nazionale italiana.
Le ragazze di Pierluigi Formiconi sono subito partite con grande determinazione, andando sul 3-0 e chiudendo il primo quarto sul 3-1. Il match, però, veniva già chiuso nel secondo tempo, quando la Venosan Orizzonte Catania si portava sul 10-1 senza subire reti avversarie per poi chiudere la frazione sull’8-1 fissando il risultato sull’11-2 a metà partita. Poco più che una formalità gli ultimi due tempi, conclusi rispettivamente sul 4-2 per le padrone di casa e sul 3-3.
Grande partita di Federica Radicchi, miglior marcatrice con quattro reti e ottima prestazione anche della giovanissima Claudia Marletta, a segno con tre goal. Due reti anche per Arianna Garibotti, Silvia Motta, Valeria Palmieri, e Sofia Lombardo, una ciascuno per Capitan Tania Di Mario, Rosaria Aiello e Medea Verde.
Questo il commento del General Manager della Venosan Orizzonte Catania: “Oggi ci siamo ripresi la faccia – ha detto Giuseppe La Delfa –  . Mi dispiace per il Bologna che è capitato sulla nostra strada e ci ha trovato davvero arrabbiati, perché noi avevamo la sola intenzione di dimostrare che il passo falso di Padova era soltanto da identificare come un grande incidente di percorso. D’ora in poi, però, avremo bisogno di dimostrare tutto questo partita dopo partita, considerando soprattutto che adesso giocheremo ogni tre giorni. Mi auguro quindi che le ragazze abbiano capito che quello che ci troveremo davanti sarà un banco di prova quotidiano e che non ci potremo più permettere di fare passi falsi, perché da questo momento in poi qualsiasi leggerezza e qualsiasi errore ci potrebbe costare la mancata qualificazione alla Final Four, sia in Italia che in Europa ed è una cosa che per noi non è nemmeno immaginabile”.
“Voglio iniziare il mio commento su questa gara – spiega Pierluigi Formiconi – dicendo che  noi puntiamo sempre allo scudetto. In ogni caso quando perdiamo, lo facciamo tutti insieme e la stessa cosa vale quando vinciamo. Ad ogni modo, io so cosa possono dare le mie ragazze. Oggi abbiamo fatto un buon passo in avanti e abbiamo disputato una buona partita, anche se all’inizio mi sono un po’ arrabbiato perché nel primo tempo dovevamo già stare 8-1. Ci stiamo preparando anche per la Coppa Campioni, finalmente abbiamo anche Tania Di Mario e Rosaria Aiello, anche se devono ancora recuperare entrambe un po’ dal fuso orario. Ci sono pure alcune delle nostre giocatrici che potrebbero fare molto di più, ma non riescono a finalizzare. Stiamo lavorando molto sulla difesa, perché sappiamo di essere in grado di segnare tanto e poter vincere contro tutti. Se invece giocheremo male dietro andremo incontro a qualche difficoltà di troppo, ecco perché vogliamo assolutamente migliorare nella manovra difensiva”.

IL TABELLINO DELLA PARTITA:

Venosan Catania-RN Bologna 18-7

Venosan Orizzonte Catania: Ricciardi, Miceli, Garibotti 2, Radicchi 4, Di Mario 1, Aiello 1 (rig.), Palmieri 2, Motta 2, Marletta 3, Musumeci, Verde 1 (rig.), Lombardo 2, Pitino. All. Formiconi.

RN Bologna: Agosta, Millo 3, Raimondo 1, Mina, Verducci 1, Barboni, Budassi, Dal Fiume, Schnugg 1, Manzoni, Rendo, Pasquali 1, Pierantoni. All. Posterivo.

Arbitri: Ferri e Scollo.

Note: parziali 3-1, 8-1, 4-2, 3-3. Uscite per limite di falli: nel terzo tempo Schnugg e Pasquali (B), Dal Fiume (B) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 5/9 +2 rig., Bologna 0/1 + rig. (fallito da Millo nel secondo tempo - parato). Spett. 100 circa.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI