Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 18 Settembre 2021

Santa Severina - Il trio …

Set 10, 2021 Hits:656 Crotone

Le Colonne d’Oro di Affid…

Ago 02, 2021 Hits:2563 Crotone

Maslow: non sapevo di ess…

Lug 13, 2021 Hits:2150 Crotone

Al Ministro Franceschini …

Lug 05, 2021 Hits:2073 Crotone

A Santa Severina Chopin e…

Giu 25, 2021 Hits:1694 Crotone

Michele Affidato insignit…

Giu 25, 2021 Hits:1319 Crotone

Scaramuzza: concluso un p…

Giu 25, 2021 Hits:1231 Crotone

Scaramuzza: si è svolto a…

Giu 19, 2021 Hits:1483 Crotone

Foggia - Criscio vince la 2^ prova del Circuito Nazionale Giovani

Ancora uno straordinario risultato per Martina Criscio, la brava atleta del Foggia Fencing-Atheneo di Scherma.

Martina ha vinto la gara di sciabola alla seconda prova del Circuito Nazionale Giovani alle sei armi che si è svolto ad Ariccia, nel fine settimana.

Davvero entusiasmante la progressione della Criscio ad Ariccia. Dopo un girone di qualificazione –superato con cinque vittorie e una sconfitta- Martina ha battuto nei sedicesimi Alessandra Sacco (Posillipo Napoli) per 15 stoccate a 11. Negli ottavi, ha superato con buona facilità la “padrona di casa” Sofia Ciaraglia, del Lazio Scherma Ariccia per 15-9. Più combattuto l’assalto dei quarti, contro Martina Petraglia del Club Scherma Roma, vinto per una solla stoccata (15-14) dalla foggiana. In semifinale, Martina ha trovato un’altra avversaria “di casa”, l’altra sorella Ciaraglia, Marta: anche in questo assalto, grande lotta e vittoria finale, per 15-13 alla foggiana. La finale, molto bella e condotta con carattere, Martina l’ha vinta per 15-12 contro la brava Benedetta Baldini (Fides Livorno).

Il bilancio complessivo del Foggia Fencing è stato positivo, nel centro laziale: grazie alla vittoria, Martina si è qualificata per la finale del Campionato Italiano Giovani, in programma dal 25 al 27 febbraio a Chiavari. Assieme a lei, si sono qualificati anche due sciabolatori del club foggiano, Ciro Tomaselli (con il suo 21° posto ad Ariccia) e Luca Guascito (30° ad Ariccia).

 

Il Foggia Fencing, che ha inaugurato l’attività appena l’estate scorsa, ha già centrato traguardi di prestigio. Un club “giovane” che si regge con le energie dei soli soci, avendo provveduto sin dall’inizio in maniera autonoma a tutte le proprie esigenze logistiche: si è procurata, infatti, anche la struttura di allenamento, senza contare su impianti comunali, ristrutturando e attrezzando un capannone del Villaggio Artigiani di Foggia.

Nel frattempo, però, ha anche inoltrato domanda al Comune per la concessione in uso di una parte del palazzetto della Scherma, attualmente poco utilizzata. Una serie di ostacoli burocratici –in verità, abbastanza incomprensibili e sostanzialmente privi di logica- ha, finora, impedito questa soluzione, che consentirebbe al Foggia Fencing di concentrare maggiori energie sulla preparazione degli atleti e permetterebbe alla società di proporre alla Federazione di concederle l’organizzazione di importanti eventi agonistici.

“Siamo certi”, ha detto il Presidente del Foggia Fencing, Lucio Virgilio, “che l’Amministrazione accoglierà al più presto le nostre richieste: le nostre carte sono in regola e abbiamo persino proposto all’ente di pagare in anticipo le quote di utilizzo per un intero anno, oltre a farci carico delle bollette delle utenze. E poi, il Comune non vorrà privare Foggia dell’occasione di  nuovi eventi sportivi di richiamo che daranno lustro alla città. E siamo certi che neppure l’altro club che utilizza il palazzetto della Scherma, il Dauno Foggia, abbia qualcosa in contrario, dato che proprio di recente il suo Presidente, Samele, ha lanciato un messaggio di distensione, invitando alla concordia le società foggiane di scherma per il bene dello sport e dei nostri giovani. E poi, abbiamo visto che il Comune ha saggiamente concesso altri impianti, come il palazzetto di atletica pesante e lo stadio ‘Zaccheria’, quindi non ci sarebbe motivo per negare a noi l’accesso al palascherma. Terremo, comunque, informata la città sulle risposte del Comune alle nostre richieste”.

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI