Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 30 Marzo 2020

La biblioteca Pier Giorgi…

Mar 09, 2020 Hits:840 Crotone

Recital della violoncelli…

Feb 18, 2020 Hits:1336 Crotone

I gazebo della Lega sul l…

Feb 14, 2020 Hits:1544 Crotone

Al Lucifero celebrata la …

Feb 11, 2020 Hits:1154 Crotone

I premi di Affidato al 70…

Feb 10, 2020 Hits:1219 Crotone

Cerrelli: con la Lega Cro…

Feb 08, 2020 Hits:1243 Crotone

AI Tecnici dell’AKC Greco…

Gen 31, 2020 Hits:1494 Crotone

Barbuto e Corrado (M5S): …

Gen 21, 2020 Hits:1628 Crotone

Ragusa - Inizia male il tour de force per la Pallamano Reùsia

Inizia male il tour de force, due gare nel giro di 24 ore, per la Pallamano Reùsia. Nel pomeriggio, a Ragusa, al PalaParisi di via Bellarmino, il sette di Saro Cappello ha rimediato la seconda sconfitta consecutiva nella gara contro la Nova Audax Caltanissetta, valida per l’ultima giornata del girone di andata. E’ finita 24-20 con i reùsini scesi in campo, nelle battute iniziali, senza troppo mordente, favorendo le giocate degli ospiti, bravi a percepire il momento di difficoltà e a mettere a segno attacchi vincenti in serie. Addirittura, nel primo tempo il tabellone marcava una differenza di ben nove lunghezze tra le due compagini in campo. Poi, nella ripresa, il team di Cappello ha acquisito maggiore presenza di spirito e ha cercato di recuperare lo strappo. Senza successo. “Sconfitta che brucia – spiega l’allenatore – ma non ne facciamo un dramma. Anche perché già domani pomeriggio torniamo in campo, stavolta a Mazara, per recuperare la prima gara del campionato. Tireremo subito dopo il bilancio di questo week end così intenso dal punto di vista degli impegni. Mi sarei atteso di più, quest’oggi, dalla mia squadra. Ma, così come non ci eravamo esaltati dopo le sei vittorie consecutive, non ne facciamo un dramma adesso. Dobbiamo solo continuare a credere nelle nostre potenzialità. E sono sicuro che, a suo tempo, i nodi verranno al pettine ai fini della conquista della salvezza”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI