Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 14 Dicembre 2019

Catania - La Formoline perde la prima occasione

Peppina Ricciardi Formoline Catania-Rapallo

 

Prima occasione fallita per la Formoline Catania che, sconfitta in Gara 2 della Finale Scudetto dal Rapallo, si giocherà le proprie possibilità di vincere il diciannovesimo tricolore della propria storia in Gara 3.

Le catanesi, infatti, ieri sera sono state sconfitte sul campo delle liguri con il risultato di 10-5, giocando una partita nettamente al di sotto delle proprie possibilità.

Eppure, ad inizio partita il match aveva dato l’impressione di indirizzarsi a favore delle campionesse d’Italia, che dopo essere andate sotto 1-0 erano riuscite a ribaltare subito il risultato con Radicchi e Garibotti. Poi , in casa Formoline Catania si è spenta la luce e il Rapallo ha conquistato il secondo tempo con il parziale di 5-2, portandosi così sul 6-4 totale a metà gara. Il black-out purtroppo è durato anche nella terza frazione, nella quale le etnee non hanno sfruttato nessuna delle superiorità numeriche a favore, perdendo 3-0 e andando quindi sotto 9-4 a otto minuti dallo scadere. Inutile il tentativo di riscossa delle ospiti nel quarto tempo, poiché malgrado il cambiamento di modulo le padrone di casa sono riuscite a controllare bene il parziale (1-1), aggiudicandosi Gara 2 e portandosi sull’1-1, rimandando quindi l’assegnazione definitiva dello scudetto a Gara 3.

Poco brillante lo score delle catanesi, a segno solo con due reti di Federica Radicchi e un goal ciascuno di Arianna Garibotti, Valeria Palmieri e Johanne Begin.

Lapidario il commento del General Manager a fine partita: “Alla luce del match di oggi – ha detto Giuseppe La Delfa –, a questo punto mi aspetto che in Gara 3 possa succedere davvero di tutto”.

Per nulla soddisfatto il coach etnee: “Abbiamo giocato davvero una brutta partita – ha spiegato Pierluigi Formiconi – , perché non abbiamo fatto niente di quello che avevamo provato e che ci eravamo ripromessi di fare. Potrei dire che anche stavolta abbiamo sbagliato diverse cose in attacco, fallendo diversi goal, ma la realtà è che abbiamo giocato proprio male e non ci sono scuse di alcun genere. Credo che stasera si sia salvata solo Peppina Ricciardi, che anche in Gara 1 aveva fatto un’ottima partita, per il resto purtroppo oggi non c’è nulla da salvare. Naturalmente non ci perderemo d’animo e ci rimboccheremo subito le maniche per arrivare a Gara 3 pronti per giocarci tutte le nostre possibilità di conquistare lo scudetto. Per vincere, però, come sempre avremo bisogno del supporto dei nostri tifosi, per questo motivo mi auguro che ancora una volta ci staranno vicini anche Domenica prossima, trascinandoci verso una nuova vittoria”.

Gara 3 si giocherà nella piscina di Nesima (CT) Domenica 15 Maggio alle 20:30, in diretta su RaiSport 2.

IL TABELLINO DEL MATCH:

 

Rapallo Nuoto-Formoline Catania 10-5


Rapallo Nuoto: Gigli, Abbate 5 (1 rig.), Frassinetti 1, Cotti 1, Queirolo 1, Cordaro, D’Amico 1, Criscuolo, De Benigno, Gyore, Bianconi 1, Maggi, Stasi. All. Sinatra.


Formoline Catania: Ricciardi, Miceli, Garibotti 1, Radicchi 2, Di Mario, Aiello, Palmieri 1, Motta, Gil, Musumeci, Lombardo, Begin 1. All. Formiconi.


Arbitri: Taccini e Ceccarelli.


Note: parziali 1-2, 5-2, 3-0, 1-1. Uscita per limite di falli Queirolo nel quarto tempo. Ammonito il tecnico del Rapallo Sinatra nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Rapallo Nuoto 4/6 + 1 rigore e Formoline Catania 2/11. Spettatori 250 .

 

 

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI