Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 04 Dicembre 2021

Catania Calcio Femminile, Seconda giornata: Catania-Trani 2-0

Lo aveva detto, in settimana, Dunja Stokan: non si può vincere sempre segnando 6 gol. E in effetti per vincere le partite basta segnare un gol in più degli avversari. Catania, nella seconda giornata di campionato, ha fatto anche meglio battendo, al San Gaetano di Belpasso, per 2 a 0 le ragazze del Trani. Secondo sigillo e altri tre punti in classifica che permettono, alle ragazze di Scuto, di arrivare alla sosta a punteggio pieno.

LA PARTITA. Si capisce subito che si gioca una partita completamente diversa rispetto a quella vinta senza problemi a Capo D’Orlando. Trani è avversario ostico e ben messo in campo, giunto in Sicilia per tentare di strappare i tre punti. A dominare, almeno in avvio, è un assoluto equilibrio, ma anche la paura di farsi male. Squadre accorte e pochissime azioni degne di nota, da una parte e dall’altra. Quando Catania comincia a ingranare, però, arriva una tegola da non sottovalutare: si fa male la Ndjongue e al suo posto entra Cinnirella. Un cambio che costringe Scuto a cambiare modulo, dal 4-3-3 al 4-4-2. Le etnee, rispetto alla prima gara, hanno un’arma in più che si chiama O’Connel: l’americana che gioca con il numero 5 ma è un’attaccante, mostra subito una velocità fuori dal comune ed è proprio da un suo scatto che nasce la prima occasione di marca rossazzurra, peccato però che la Williams arrivi in ritardo sul passaggio della compagna. Catania ci prova anche con un calcio di punizione battuto da Stokan dalla trequarti, Williams controlla in area ma non riesce a concludere verso la porta. Il primo tempo si chiude sullo 0 a 0.

In avvio di ripresa Catania passa. Gol che nasce sull’asse O’Connel-Williams con la numero 9 che conclude in rete battendo il portiere del Trani. Una liberazione per Catania, dopo un primo tempo difficile. Passano pochi minuti e ancora la Williams, su calcio di punizione, impegna l’estremo difensore pugliese. Catania sembra un’altra squadra rispetto alla prima frazione e Cinnirella, al volo, per poco non realizza il secondo gol. Trani si spinge in avanti alla ricerca del pari e la formazione rossazzurra può colpire in contropiede: O’Connel lancia Williams che entra in area e calcia verso la porta scheggiando la traversa. Un minuto dopo è sempre la traversa a salvare Catania fermando la conclusione di Sgaramella.

Trani attacca, Catania controlla ma, a dir il vero, non soffre più di tanto. Manca solo il gol che chiude i conti: rete che, puntuale, arriva al minuto 34: calcio d’angolo di Stokan e colpo di testa vincente di Keane. Esplode il San Gaetano, anche oggi gremito per supportare le ragazze rossazzurre.

Si accendono gli animi e l’arbitro allontana dal campo l’allenatore del Trani. Di rilevante, però, non succede più nulla. Dopo 5 minuti di recupero, finisce 2 a 0 per Catania che sale, a punteggio pieno, a quota 6 punti in classifica.

LE DICHIARAZIONI. Davide Santonocito, direttore generale Catania: “Era la prima in casa e nel primo tempo siamo stati contratti. Nella ripresa abbiamo trovato subito il gol e la partita è cambiata. Dobbiamo continuare su questa strada”.

Madeline Keane, difensore Catania: “Segnare il primo gol con questa maglia è stata una grandissima emozione: è stata la rete che ha chiuso una partita difficile, soprattutto nel primo tempo”

Sophie Williams, attaccante Catania: “Avevo già segnato nella prima partita, ma farlo in casa è decisamente più bello ed emozionante. La strada che abbiamo intrapreso è quella giusta, ma dobbiamo guardare partita per partita, giocando sempre come abbiamo fatto nel secondo tempo di oggi”.

TABELLINO

CATANIA: Fazio, Pietrini, Signorelli, Calanna, O’Connel, Keane, Stokan, Di Mauro, Williams, Ndjongue ( Cinnirella ), Leonardi. A disp. Puglisi, Pagano, Martella, Schilirò, Sapienza, Di Mauro. V. All. Scuto.

TRANI: Ibragimova, De Marinis, Chiapperini, Delvecchio, Spallucci ( Manzi ), Honami  (Laface), Cagiano, Rabah, Libutti, Sgaramella, Borg (Makkonen). A disp. Ventura, Iorio, Mariano, Di Grazia. All. Strippoli.

Arbitro: Gianluca Catanzaro di Catanzaro. Assistenti: Cristina Lunelio di Catania, Gianluca Viglianesi di Catania.

MARCATORI: 3’ st Williams, 34’ Keane

NOTE. Ammonite: De Marinis (T), Calanna (C), Manzi(T)

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI