Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 27 Gennaio 2021

Ragusa - La Pallamano Reùsia doma finalmente la “bestia nera”

Foto nuova Pallamano Reùsia

 

La Pallamano Reùsia chiude con il botto la stagione 2010-2011. Non solo riesce a sfatare il tabù che negli ultimi anni la vedeva sempre soccombere nei confronti della Nova Audax Caltanissetta, ma, in virtù del successo ottenuto questa mattina e alla contestuale battuta d’arresto dello Scinà Palermo, chiude il torneo di serie B al secondo posto in classifica. Assolutamente meritata, dunque, la posizione di vicecapolista per il sette allenato da Saro Cappello che ha conquistato, sul campo nisseno, la quindicesima vittoria dell’anno sportivo, portandosi a quota 45 punti, alle spalle dell’irraggiungibile capolista Esperia Orlandina. Oggi, i “ragazzi terribili” di Cappello si sono imposti con il punteggio di 29-25, dopo aver chiuso il primo tempo in ritardo di due lunghezze (15-17 per i padroni di casa della Nova Audax). “Ma è stato già a quel punto – sottolinea Cappello – che avevo compreso che, stavolta, le cose sarebbero andate diversamente dal solito. Sul finire del primo tempo, dopo essere sempre stati costretti a rincorrere, avevamo dato vita ad una serie di conclusioni che, in tutta sincerità, mi lasciavano ben sperare per la ripresa”. E, in effetti, nel secondo tempo della gara, è stata tutta un’altra musica per la Pallamano Reùsia che, a metà del tempo, riesce a piazzare un break di cinque a zero, costringendo i locali, stavolta, ad inseguire. “Una buona prova, ancora una volta – continua l’allenatore – di tutto l’organico che ha dimostrato doti di crescita eccezionali sia sul piano tecnico che su quello caratteriale. Chiudere al secondo posto in classifica per una squadra che, ad inizio campionato, cercava la salvezza, mi pare sia un risultato di grandissimo prestigio. Attenzione, però. Perché non siamo affatto appagati. Anzi, vogliamo continuare ad operare in questo senso sapendo che, soltanto il duro lavoro, così come è accaduto nel corso di questa stagione, gratifica davvero”. La Pallamano Reùsia ha saputo fare dell’intero organico il proprio punto di forza. “Il collettivo – chiarisce Cappello – si è espresso, anche stamane, su livelli elevatissimi. Ed è stata la nostra voglia di vincere che, alla fine, ha fatto la differenza, permettendoci, tra l’altro, di avere ragione della nostra bestia nera, la Nova Audax Caltanissetta”.

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI