Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 23 Novembre 2020

Serie A, Crotone perla del Sud

Un traguardo completamente inaspettato quello raggiunto venerdì scorso dal Crotone. La partita contro il Modena è stata quella matematicamente decisiva, ma già da mesi a Crotone si respirava aria di serie A.

Contro ogni pronostico all’inizio del campionato di serie B e con una squadra costruita per la salvezza, i rossoblù hanno scalato la classifica rimanendo sempre nelle primissime posizioni e conquistando, per la prima volta nella loro storia, un posto tra le big del calcio.

I goal del talentuoso Budimir, le fantastiche parate di Cordaz, le scelte tattiche dell’allenatore ed ex calciatore del Crotone, Ivan Jurić, hanno regalato un sogno ai cittadini crotonesi, numerosissimi, in quella sera del 29 aprile che rimarrà nella storia dello sport, sia al Braglia di Modena che in Piazzale Ultras a Crotone, dove per l’occasione è stato allestito un maxi-schermo.

Dopo il goal del Modena, minuti interminabili ci hanno tenuto col fiato sospeso fino al rigore andato a segno di Palladino, a un minuto dalla fine del primo tempo, che ha restituito alla squadra quel punto mancante.

Il fischio finale segna l’inizio dei festeggiamenti per tutta la comunità crotonese e non solo, essendo questo un successo per tutta la Calabria e il Sud.

crotone-serie-a-11

Sabato scorso, alle 12:30, al rientro all’aeroporto di Sant’Anna, i giocatori sono stati scortati da una marea di tifosi con una magnifica sfilata in città, fino allo stadio Ezio Scida, e sulle note di “A mano a mano” del nostro cantautore Rino Gaetano, i festeggiamenti sono proseguiti fino a sera in Piazza Ultras.

Un momento di grande coesione e condivisione per tutta la città, in cui si sono potute ascoltare le parole del Presidente Raffaele Vrenna, “Il Crotone in serie A è il riscatto di tutta la Calabria”. Questa è la dimostrazione che con l’unione e la determinazione i risultati arrivano.

Il Presidente ha più volte ringraziato non solo la società, con il mirabile talento del ds Beppe Ursino, vero miracolo del Crotone, ma tutta la rete di addetti e aiutanti che c’è dietro.

Ora rimane da affrontare l’ultima sfida: vincere il campionato lasciandoci dietro il Cagliari. Mai nessuna squadra calabrese è riuscita in questa impresa.

Questo traguardo deve essere da esempio su tutti i versanti, non solo quello calcistico. Deve spingere la Calabria a uscire dal suo lungo torpore. È tempo di cambiamenti.

Proprio recentemente siamo stati etichettati come la città più povera d'Italia, ma pochi considerano le molte realtà positive che ci circondano e le capacità di molti crotonesi che, però, sono costretti ad emigrare per poterle esprimere al meglio. Che questo risultato ravvivi la speranza di un futuro più prospero partendo dal rinnovamento di una classe dirigente che finora ha pensato soltanto ai propri interessi.

IMG-20160430-WA0032

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI