Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 24 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:477 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1223 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1960 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1491 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1470 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1438 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1712 Crotone

L'Orizzonte Catania sfiora l'impresa

Roberta Grillo

L’Orizzonte Catania sfiora l’impresa e perde di un solo goal contro la Waterpolo Messina, formazione sulla carta ben più quotata, nella quarta giornata della Serie A1 femminile di pallanuoto.

Le peloritane hanno vinto 11-10 al termine di una partita combattutissima, che ha visto le rossazzurre in corsa fino alla fine e ad un passo dalla clamorosa rimonta.

La Waterpolo Messina infatti aveva vinto il primo tempo per 6-4 e i successivi due parziali per 2-1, ma nell’ultima frazione le catanesi hanno rischiato il colpaccio e grazie al 4-1 a loro favore sono arrivate fino ad una sola lunghezza dalle padrone di casa, sfiorando addirittura il pareggio con Valeria Palmieri a pochi secondi dal termine.

Miglior marcatrice dell’Orizzonte è stata Capitan Tania Di Mario con tre goal, mentre Claudia Marletta e Roberta Grillo sono andate a segno due volte a testa. Una rete ciascuno anche per Valeria Palmieri ed Alessandra Battaglia.

Positivo il bilancio a fine partita del coach delle catanesi, che vede nella grinta delle proprie giocatrici il punto di forza di questo gruppo che cresce settimana dopo settimana: “Sono certamente soddisfatta della nostra prestazione – ha detto Martina Miceli –, anche se magari abbiamo regalato qualche goal stupido di troppo in alcuni frangenti della partita, soprattutto nel primo tempo. Devo dire però che, un po’ per demerito loro e un po’ per merito nostro, abbiamo dimostrato di crederci fino alla fine facendo anche cose carine in più fasi della gara e questo ci ha permesso di restare sempre in partita. Sicuramente Messina non si aspettava di trovare in noi una risposta del genere, ma in ogni caso è giusto sottolineare che non sono queste le partite nelle quali dobbiamo fare la differenza in questa stagione. Dobbiamo però essere brave a capire subito che il fatto di aver perso di un solo goal contro Messina non può farci dormire sonni tranquilli, perché nessuno ci regalerà niente e questo varrà già dal prossimo turno di campionato. Per noi le sfide più importanti sono quella della prossima settimana contro Roma e quella contro Firenze, nelle quali dobbiamo fare di tutto per fare risultato, così come sarebbe importante fare punti contro Prato e Rapallo. Chiaramente fa piacere aver messo in difficoltà una formazione più forte sulla carta e va sottolineato il grande cuore delle ragazze, che ci hanno creduto fino alla fine. Per loro è stata certamente decisiva la prestazione di Silvia Bosurgi, che ha fatto la differenza e si è cercata tutti e quattro i goal segnati. E’ stata comunque l’ennesima occasione importante per crescere, poichè abbiamo provato anche qualcosa di diverso rispetto alle partite precedenti e sicuramente abbiamo imparato qualcosa in più. La cosa più bella per me comunque è stata quella di notare e rendermi conto che le mie ragazze, pur avendo fatto una partita del genere, anziché essere soddisfatte della prestazione e dei tanti complimenti ricevuti erano tutte arrabbiatissime perché erano convinte che avrebbero potuto fare di più. Queste giocatrici quindi hanno lo spirito giusto ed io sono felicissima di questo, perché vuol dire davvero che siamo sulla strada giusta”.

 

IL TABELLINO DEL MATCH:

Waterpolo Messina – Orizzonte Catania: 11-10

 

Parziali: 6-4; 2-1; 2-1; 1-4

 

Waterpolo Messina: Sparano, Apilongo 2, Gitto, Starace, Morvillo, Radicchi, Garibotti 2, Sevenich 1, Marchetti, Aiello R. 2, Avola, Bosurgi 4, Laganà. All. Tarquini.

 

Orizzonte Catania: Harache, Greenwood 1, Distefano, Buccheri, Di Mario 3 (1 rig.), Grillo 2, Palmieri V. 1, Marletta 2, Battaglia 1, Amedeo, Musumeci, Lombardo, Zuccarello. All. Miceli.

 

Arbitri: Castagnola e Petronilli.

Superiorità numeriche: Messina 3/7 e Catania 2/6 + 1 rigore.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI