Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 06 Agosto 2020

Grande prestazione del'Orizzonte Catania

Rita Keszthelyi Orizzonte Catania

 

L’Orizzonte Catania sfodera una grande prestazione e batte la Mediterranea Imperia con un netto 10-6, conquistando l’accesso alla finale di Coppa Italia che si giocherà oggi.

Le catanesi sono andate sotto solo nelle battute iniziali, quando Pomeri ha realizzato l’1-0 per le liguri, ma Rita Keszthelyi ha presto riportato le compagne sul risultato di parità, imponendo l’1-1 alla Mediterranea Imperia alla fine del primo tempo. Il sorpasso arriva ad inizio secondo tempo con rete di Arianna Garibotti, ma le avversarie reagiscono con il 2-2 siglato da Stieber. Le catanesi però sono più determinate e segnano ancora due reti con Keszthelyi, chiudendo il secondo parziale sul 4-2. Proprio l’attaccante ungherese apre con una rete un terzo tempo letale per Imperia, che subisce poi altri due goal segnati in rapida successione da Garibotti e Marletta, che portano l’Orizzonte sul 7-2. Inutile il terzo goal ligure segnato da Ralat, perché poco dopo tocca a Rosaria Aiello e Valeria Palmieri andare a segno e spingere le rossazzurre sul 9-3 al termine della terza frazione, ipotecando definitivamente la qualificazione. Il quarto tempo si apre con due reti di Ralat per le giallorosse, ma Palmieri ristabilisce presto le distanze, rendendo vano il goal di Drocco, che fissa il punteggio sul definitivo 10-6 per l’Orizzonte Catania.

Pronto riscatto quindi per le catanesi, che si impongono nettamente proprio su quell’Imperia che aveva inferto all’Orizzonte la prima delle due sconfitte stagionali, chiamando le etnee ad una prova di forza, come spiega il General Manager della società rossazzurra: “Abbiamo dimostrato innanzitutto a noi stessi chi siamo e cosa vogliamo da questa stagione – dice Giuseppe La Delfa – , non tanto per gli intensi dieci giorni che abbiamo avuto quanto per i mesi che ci separano dalla sua conclusione. Siamo venuti qua per giocare la finale ed era necessario ed obbligatorio passare da una semifinale di tutto rispetto. Abbiamo ritrovato grande determinazione e concentrazione sia in difesa che in attacco, così come la verve di qualcuno che nelle ultime partite aveva giocato al di sotto delle proprie possibilità. Come squadra, soprattutto, abbiamo la convinzione di quello che siamo e che vogliamo”.

Parole d’elogio per tutte da parte del coach dell’Orizzonte Catania, che però si dispiace per l’infortunio occorso a Federica Radicchi: “Sono state davvero molto brave – dice Martina Miceli – , l’unico neo è l’infortunio di Federica, a cui hanno girato il gomito ed ha un grosso versamento sull’inserzione del tricipite. Mi dispiace moltissimo e credo che difficilmente domani potrà giocare la finale, però vediamo gli esiti dei controlli che sta facendo. Sulla partita c’è davvero poco da dire, perché il risultato è figlio di ciò che le ragazze hanno fatto in campo. Sapevamo già di essere brave, il problema era dimostrarlo ancora una volta, anche se è chiaro che non è sempre facile. Se sei brava però devi giocare da brava e lo abbiamo fatto tutte quante, dalla prima all’ultima”.

Nella prima semifinale della giornata il Rapallo Nuoto ha battuto 11-8 il Plebiscito Padova.

IL TABELLINO DEL MATCH:

Mediterranea Imperia – Orizzonte Catania: 6-10


(differita 00.45 Rai Sport 2)


Mediterranea Imperia: G. Gorlero, Ralat 3, Borriello, Tedesco, Stieber 1, Casanova, Pomeri 1, Carrega, Emmolo, Bencardino, Drocco 1, Amoretti, Solaini. All. Capanna.


Orizzonte Catania: Ricciardi, Keszthelyi 4 (1 rig.), Garibotti 2, Radicchi, Di Mario, R. Aiello 1, Palmieri 2, Marletta 1, Gil, Dursi, Lombardo, Zuccarello. All. Miceli


Arbitri: Gomez e Collantoni


Note: parziali 1-1, 1-3, 1-5, 3-1. Uscita per limite di falli Pomeri (I) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Imperia 0/8 +1 rig. fallito da Emmolo (I) ha fallito un rigore - traversa, nel secondo tempo; Catania 1/7 + 1 rig.. Spettatori 300 circa.

 

QUESTO IL QUADRO COMPLETO DELLA FINAL FOUR:

Semifinali - venerdì 7 marzo


Plebiscito Padova-Rapallo Nuoto: 8-11
(differita 23.15 Rai Sport 2)


Mediterranea Imperia-Orizzonte Catania: 6-10
(differita 00.45 Rai Sport 2)

 

 

 

Finali - sabato 8 marzo

 

Terzo posto
Plebiscito Padova – Mediterranea Imperia: ore 14.00


Primo posto

Rapallo Nuoto – Orizzonte Catania: ore 15.30
(differita 23.00 Rai Sport 2)

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI