Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 21 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:785 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1448 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:973 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1675 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2430 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1943 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1930 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1884 Crotone

Ipoteca play off per il San Gregorio Catania Rugby

DSC_3337

CUS VERONA                                                15

SAN GREGORIO CATANIA                            17

CUS VERONA: Michelini E. (15' Malipiero), Doglioli, Schiesaro, Herenù, Ferrari, Pietrogrande, Mariani (71' Federzoni), Badocchi (35' Pauletti), Braghi, Zardin (71' Lorenzetto), D'Antuono (45' Martini Barzolai), Olivieri, D'Agostino (77' Mutascio), Neethling (65' Munteanu), Cenedese (65' Michelini A.). All. Danilo Beretta.

SAN GREGORIO CATANIA: Messina (51' Giobbe), G. Sapuppo, Spadaro (70' Leonardi), Peralta, Montanelli, Pucciariello, Bressons, Doria, Amenta (65' Dell'Aria), Carbone, Roche, Grimaldi, Van Wyk (78' Colaiuda), Lo Faro (41' Rampa), Suarìa (48' D'Auria). All. Orazio Arancio (squalificato).

ARBITRO: Roscini (Milano).

MARCATURE: p.t.: 6' c.p. Pucciariello (0-3); 13' c.p. Pucciariello (0-6); 22' meta D'Antuono (5-6); 27' c.p. Ferrari (8-6); 28' meta Amenta (8-11); 38' c.p. Pucciariello (8-14); s.t.: 74' c.p. Pucciariello (8-17); 83' meta Doglioli, tr. Ferrari (15-17).

NOTE: giornata soleggiata, terreno morbido. Cartellini gialli: 64' Braghi, 81' Dell'Aria. Calci piazzati e trasformazioni: Ferrari 2/3, Mariani 0/1; Pucciariello 4/6. Man of the match: Bressons. Punti conquistati: 1-4.

 

 

Ipoteca play off per il San Gregorio Catania Rugby, uscito vittorioso dal difficile campo di Verona. Un’affermazione che fa da spartiacque nel campionato di A1 alla luce dei contemporanei successi del Calvisano a San Donà di Piave (senza bonus) e delle Fiamme Oro in casa contro il Badia (punto di bonus conquistato dai romani). Queste tre compagini sono ormai lanciatissime alla conquista dei primi tre posti finali che consentono l’accesso ai play off promozione. In classifica guida sempre saldamente la corazzata calvina a quota 68 con nove lunghezze di vantaggio proprio sugli etnei e sui poliziotti. Le Fiamme Oro, grazie al bonus, hanno compiuto l’aggancio al secondo posto (59 punti a pari merito col San Gregorio). Al quarto posto adesso è salito il Firenze con 51 punti, uno in più del Cus Verona quinto e due sul San Donà sceso al sesto posto.

La gara odierna era stata dipinta come il crocevia fondamentale della stagione degli etnei, che adesso possono pensare sempre più in grande dopo aver superato non senza qualche fatica l’ostacolo Cus Verona. Non è stato affatto un match semplice così com’era nelle previsioni: equilibrio ed emozioni nel menu di una gara palpitante sino agli istanti finali, decisa dalla forza del gruppo e dal maggior tasso tecnico degli etnei rispetto al quindici veronese. Una vittoria che vale doppio, non soltanto perché si trattava di uno scontro diretto dall’alta posta in palio ma soprattutto perché maturato nonostante l’assenza in panchina per squalifica del coach Orazio Arancio, che ha seguito il match dalla tribuna.

A differenza di altre prestazioni, il primo tempo di oggi ha visto un San Gregorio molto più arrembante e determinato a conquistare il successo sin da subito. Nei minuti iniziali due piazzati calibrati di capitan Pucciariello hanno portato avanti gli etnei. La reazione dei padroni di casa non si è fatta attendere troppo: punteggio parziale riequilibrato dalla meta della seconda linea D’Antuono e successivo sorpasso veneto grazie al calcio tra i pali di Ferrari. Un primo tempo vivace contraddistinto da continui capovolgimenti di fronte, certificato dal controsorpasso verdeblù, appena un minuto dopo il momentaneo vantaggio scaligero, con la meta dell’ottimo Amenta, già a segno col Calvisano. Il Cus Verona ha chiuso sotto di sei punti la prima frazione dopo il piazzato in chiusura del solito Pucciariello.

La chiave del match, però, è stata tutta nella fase centrale della ripresa, quando i veneti non sono riusciti a scardinare il pacchetto arretrato dei verdeblù nonostante il predominio a ridosso della linea dei 22. Il San Gregorio è stato bravo a tenere il vantaggio, a non perdere la testa ed a compiere il break, al minuto 73, ancora con un centro di Pucciariello dalla piazzola. L’8-17 a pochi minuti dal termine sembrava aver chiuso i giochi, ma la caparbietà del Cus Verona ha portato alla meta in pieno recupero di Doglioli con un conseguente finale di gara vibrante. Troppo tardi però per invertire le sorti di un match che il San Gregorio in fin dei conti si è aggiudicato con pieno merito. Per i padroni di casa la soddisfazione di aver centrato un punto in extremis utile per la classifica.

Il campionato di A1 adesso si ferma nuovamente per due settimane per lasciar spazio agli ultimi impegni della nazionale italiana nel “Sei Nazioni” contro Scozia e Francia. Si riprenderà domenica 27 marzo con il San Gregorio Catania impegnato in casa a Nicolisi contro il Recco.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI