Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 11 Agosto 2020

L’Handball Crazy Reùsia cancella lo smacco penalizzazione con una prestazione superba

L'Handball Crazy Reùsia edizione 2012-2013

 

Vittoria scacciapensieri, o quasi, per l’Handball Crazy Reùsia. Ieri sera, alla palestra comunale di via Bellarmino, il sette allenato da Piero Gennaro ha conquistato un’importante vittoria anche se ai danni del fanalino di coda del campionato regionale di serie B Villaurea Palermo. Ma dopo i tre punti di penalizzazione comminati dal giudice sportivo del comitato regionale della federazione, l’importante, per il sodalizio del presidente Riccardo Tasca, era soprattutto portare a casa i tre punti. E’ finita 26-19 sebbene i ragusani, soprattutto nel primo tempo, forse a causa dell’eccessiva rabbia difficile da smaltire, abbiano impiegato parecchio prima di carburare nella maniera giusta. E, infatti, l’Handball Crazy Reùsia non ha saputo imprimere al match il ritmo dovuto. Gli ospiti sono stati sempre dietro per quasi tutto il primo tempo che, non a caso, si è concluso con appena due lunghezze di vantaggio (12-10) per i padroni di casa. “Ma nella ripresa – chiarisce l’allenatore – è cambiato tutto. I ragazzi, spronati da un tifo meraviglioso come ci è capitato anche l’altra volta, si sono sbloccati e hanno accelerato così come avevo chiesto loro di fare. Il tasso tecnico del nostro gruppo è sembrato da subito più elevato rispetto a quello degli avversari. Infatti, quando tutto ha cominciato a girare per il verso giusto, siamo andati in rete azione dopo azione e il Villaurea non ha saputo più riprenderci. La difesa, poi, si è rivelata, a tratti, davvero impeccabile. Ci tenevamo a vincere perché è stata dura assorbire il colpo della penalizzazione. Ora, per fortuna, tutto, a quanto pare, si è aggiustato”. Da sottolineare i cinque gol ciascuno realizzati dal trio di giocatori ragusani formato da Saro Cappello, dal capitano Salvatore Girasa e da Giorgio Noto. Tutti elementi che, in una squadra come questa, possono fare la differenza. “Siamo ripartiti con il piede giusto – aggiunge il presidente Tasca – ed era questo l’importante dopo che la decisione del giudice sportivo ci aveva tagliato le gambe. Però, come abbiamo potuto anche dimostrare ieri sera, non ci siamo demoralizzati e abbiamo cercato di andare avanti per la nostra strada. Se questi sono i risultati, al di là del valore intrinseco dell’avversario, ne vedremo sicuramente delle belle perché la squadra ha del potenziale che, se sfruttato al meglio, potrà contribuire a costruire grandi cose. Per il momento, ad ogni modo, rimaniamo con i piedi per terra e cercheremo di portare avanti una partita dopo l’altra”. Adesso il campionato osserva la sosta per il periodo natalizio. L’Handball Crazy Reùsia tornerà in campo il 19 gennaio a Caltanissetta contro la Nova Audax.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI