Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 09 Luglio 2020

Ad Inari, nel cuore della Lapponia, il Festival delle voci della terra

Somby, gruppo di Ivalo di musica rock Sami


Inari, nella Lapponia finlandese, sulle sponde dell'omonimo lago,ospita dal 19 e 21 agosto 201, l'8a edizione del Fetival Ijahis Idja; il nome del festival, nella lingua Sami del Nord, vuol dire 'notte senza notte'.Qui nel mese di agosto, i giorni già si accorciano, ma la magia della notte senza notte in Lapponia può ancora essere percepita nella Ijahis Idja con il meglio della musica Sami così come con esempi di musica di altri popoli indigeni di queste zone artiche del mondo.
Il tema di quest'anno è 'Eatnama jietnat - Voci della Terra', che prosegue il tema fondamentale del festival che si focalizza sulla cultura e le tradizioni dei 'popoli indigeni' . I gruppi rappresentanti di tali popoli quest'anno sono i Nenets, i cui esponenti evidenziano tradizioni popolari Nenets, provenienti dalla Siberia. Il tema riflette il legame speciale dei popoli indigeni con la loro terra ed ambiente naturale, e come l'origine della loro musica risieda nella natura che li circonda.
Durante la Ijahis Idja, si svolgono eventi per persone di ogni età. Il 19 agosto è dedicato soprattutto ai bambini e ai giovani, con laboratori musicali nelle scuole di tutta la regione Sami , e il clou della giornata è un concerto dal titolo 'Ijahis IJA násttážat - Piccole stellenella notte senza notte'. Sabato 20 agosto si svolge un seminario presso il Museo Sami Siida, sulle rive del grande lago Inari, puntando sul rilancio delle tradizioni. Questo seguito dall'evento principale del Ijahis Idja con famosi artisti Sami di Finlandia, Norvegia e Svezia, quali Wimme Sari, internazionalmente noto, e l'esecuzione tradizionale di tradizioni musicali denominate yoik, livđe e leu'dd. In programma anche anche musiche di altri popoli indigeni, come i siberiani Tuva.

 

Informazioni dettaglizate sul sito:

http://www.ijahisidja.fi/index.php?option=com_content&view=article&id=62&Itemid=55

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI