Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 27 Maggio 2022

A scuola da Tolkien

Mag 21, 2022 Hits:195 Crotone

Capocolonna e Czestochowa…

Mag 21, 2022 Hits:195 Crotone

Michele Affidato realizza…

Mag 21, 2022 Hits:192 Crotone

La Corona del Tronetto de…

Mag 13, 2022 Hits:275 Crotone

Isola Capo Rizzuto - 1^ F…

Mag 13, 2022 Hits:232 Crotone

Antonio Rubino e Mario Ga…

Apr 28, 2022 Hits:408 Crotone

La Rari Nantes Auditore s…

Apr 27, 2022 Hits:478 Crotone

L’azienda Michele Affidat…

Apr 15, 2022 Hits:1013 Crotone

Il jazz degli ATRIO con Girotto e Giuliani, Live All'Auditorium Parco della Musica di Roma

Buone nuove dal vivaio jazz di casa nostra. A sentire l'album degli Atrio, con Rosario Giuliani and Javier Girotto, Live At Auditorium Parco della Musica, si percepisce un senso di freschezza sonora e un compatto dinamismo nell'interplay che parrebbe tipico di una band navigata mentre invece trattasi di una formazione nata nel 2013.

Ne fanno parte il pianista Gianluca Massetti, il bassista Dario Giacovelli, ambedue classe 1990 unitamente al batterista trentunenne Moreno Maugliani.

Nel cd, edito da Camilla Records e prodotto da Stefano Mastruzzi Editore per la Saint Louis Management, impreziosito peraltro dalla presenza dei due ricordati special guests, si susseguono brani originali a firma di Massetti (L'ultimo volo, Speranze), Giacovelli (Hope Beyond Mediterranean Sea) e del trio (l'iniziale Giuseppe e il finale This Is) nonche' di Giuliani (Paese di sabbia) e di Girotto (Sol) tutti "esposti" seguendo tracciati armonico/ritmici ben coordinati attorno ad un comune concept fatto di convergenti interplay, subordinazioni intrecciate, calcolate modulazioni metriche. Tutto cosi' pennellato che ci si scorda di essere di fronte a un live. E' poi l'applauso del pubblico a riportare alla dimensione di musica dal vivo, non da studio, del compact.

C'e' un ulteriore elemento che contrassegna il disco e che qui preme sottolineare, ed e' il dato della scorrevolezza melodica dei temi - si ascolti in proposito anche Enjoy The Silence dei Depeche Mode - ed in cio' il rinforzo dei due fiati, e del chitarrista Jacopo Schiavo, gioca un ruolo preponderante; carattere, questo, che in diverse occasioni viene posto in second'ordine nel jazz contemporaneo. La sperimentazione degli Atrio appare in tal senso una ricerca non astratta semmai volta a delineare precise figurazioni musicali, magari evocando certe atmosfere fusion, fra Lyle Mays e Michael Brecker, non senza guardare al popular ed al contemporaneo.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI