Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 22 Settembre 2019

La “Jam burrasca” alla salumeria della musica…

Jam

Il prossimo 15 marzo 2015 alle h 20.00 (apertura al pubblico h 19.30), presso la “Salumeria della Musica” Via Pasinetti 4 Milano si terrà uno straordinario evento musicale, organizzato dall’Associazione “Jam Burrasca”, ideata e fondata dal musicista Franco Malgioglio, di cui è il presidente. Eccellente la collaborazione del musicista Gigi Colombo all’interno di questa associazione, dove ricopre inoltre il ruolo di vicepresidente.

Franco Malgioglio nella sua vita ha fatto della musica una vera passione, che coltiva con dedizione da quando, appena adolescente, suonava già in band musicali presenti nell’area milanese. Ha fatto parte della band “Pulsar”, con Pino Scotto ed attraverso la “Jam Burrasca” ha avuto modo di invitare musicisti di grande successo, entrando in contatto con artisti come Fausto Leali, Ronnie Jones, Camaleonti, Paki dei “Nuovi Angeli”, Pietruccio dei “Dik Dik”, solo per citarne alcuni fra i più famosi, con i quali ha condiviso performance di alto profilo.

Il loro progetto, in seno alla “Jam Burrasca”, persegue l’obiettivo di fare beneficenza attraverso la musica eseguita da amici musicisti professionisti e non ma, comunque, uniti dalla passione per la musica dal vivo e dall’amicizia. Pertanto, spesso l’associazione intraprende importanti iniziative in tal senso, che coinvolgono il panorama musicale milanese e non solo. Nell’ambito di questo nuovo, prestigioso evento musicale, si esibiranno ben 100 artisti, in ricordo del grande cantautore napoletano Pino Daniele, recentemente scomparso.

Fra essi Ronnie Jones, cantante statunitense di grandissimo talento e compositore di fama internazionale, che vive ormai stabilmente a Milano con la sua famiglia. Alla fine degli anni ’70 riscosse un notevole successo con il brano dance “Rock Your Baby”ed è anche un bravissimo interprete della musica funk e soul. Nella sua lunga carriera ha dimostrato il suo essere poliedrico, spaziando agevolmente fra teatro, dove ha fatto parte del cast del musical “Hair”, programmi televisivi, fra i quali “Pop Corn” e “Domenica In” (edizione di M. Costanzo) e radio, come DJ di impareggiabile bravura. Numerose le sue partecipazioni come autore di brani per cantanti famosi; Ronnie, insieme a Gino Paoli ha scritto il brano “Bambino io, bambino tu” interpretata da Zucchero, con circa due milioni di copie vendute e la maggior parte dei testi dell’ultimo lavoro di Ivana Spagna, (come co-autore). Recentemente ha partecipato al musical “Dirty Dancing”, che ha segnato il suo felice ritorno in teatro dopo qualche decennio. Il duro lavoro di due mesi di prove è stato riscattato da un enorme successo; il musical rappresentato nello scorso novembre in un teatro milanese, è rimasto in cartellone per un mese e prossimamente verrà ancora replicato.

Anche il bravissimo musicista e cantante Massimo Luca è un assiduo ed insostituibile partecipante a questi eventi. Agli albori della sua carriera è stato attivamente impegnato come chitarrista acustico per i maggiori cantautori ed artisti degli anni ’70, fra i quali Lucio Battisti, Fabrizio De Andrè, Paolo Conte, Mina, Lucio Dalla, Ron, Fabio Concato, Francesco Guccini e molti altri. Egli è stato anche più volte compositore ed autori di canzoni di successo, per molti anni stimato produttore di famosi “jingles” pubblicitari, talent scout ed inoltre produttore artistico, fra gli altri, di cantautori del calibro di Gianluca Grignani e Biagio Antonacci. Negli anni ’70 scrisse la musica del famoso cartone animato “Goldrake” e nel 1998 fu l’autore, insieme a Paola Palma ed anche produttore del brano “Senza di te o con te” con il quale Annalisa Minetti vinse il Festival di Sanremo. Questo eccellente artista fa parte della band “Il nostro canto libero” insieme a Gianni Dall’Aglio, Pino Montalbano, Franco Malgioglio e Daniele Perini, tutti musicisti presenti anche alle iniziative della “Jam Burrasca”.

Il talentuoso chitarrista, paroliere e compositore Gilberto Ziglioli partecipa fattivamente alle serate organizzate dall’associazione, dimostrando la sua notevole capacità di spaziare fra i vari generi musicali. Nel corso di una carriera iniziata come professionista a metà degli anni’60, ha fatto parte di diversi gruppi musicali, fra i quali i New Dada. Importanti le sue collaborazioni come chitarrista di F. De Andrè in un suo album e le sue composizioni di colonne sonore da film. Dalla fine degli anni ’70 ha fatto parte per una decina di anni dell’Orchestra della Rai di Milano e negli anni ’80 ha partecipato, sempre nelle vesti di musicista, al famoso programma di Renzo Arbore “Quelli della notte”. Negli ultimi anni ha fondato la “Tequila Band” ed ha accompagnato le performance canore della cantante Luisa Corna.

Asbin

Gianni Calabria, storico batterista del complesso musicale “I Bisonti”, che nacque nella metà degli anni ’60, periodo di massimo splendore della musica beat. Egli infatti, insieme a Bruno Castiglia, è sempre rimasto all’interno del gruppo, nel quale si sono alternati vari artisti. De “I Bisonti” si ricordano brani di successo come “Crudele” ed “Occhi di sole”, come anche la cover di “Lucille”, portata al successo da Little Richard. Da molti anni Gianni fa parte dei “Daniel Santacruz Ensamble” insieme allo stesso tastierista de “I Bisonti”e con Bruno spesso fa piacevoli e sempre attese reunion, anche nell’ambito delle varie iniziative della “Jamburrasca”, alle quali partecipa con alta professionalità, spirito di aggregazione e solidarietà.

Anche il raffinato musicista Pino Montalbano non manca mai a questi speciali appuntamenti con la musica, nel contesto dei quali si esibisce alla chitarra elettrica ed acustica in performance che denotano la sua formazione artistica di ottimo livello. Persona riservata e dai modi estremamente garbati, grazie alla sua professionalità, nel corso degli anni ha collaborato con vari artisti, fra i quali Scialpi, Grazia di Michele, Jo Squillo, Corona, Papa Winnie, Paolo Vallesi ed attraverso la “Jamburrasca”con Ronnie Jones, Alberto Simon Luca, Fausto Leali, Camaleonti, Paki Nuovi Angeli, Pietruccio Montalbetti dei Dik Dik, A. Tagliapietra delle Orme, Gian Pieretti, Donatello e tanti altri.

Importante la partecipazione alla “Jamburrasca” del musicista Livio Macchia, che iniziò a suonare sin da piccolo, seguendo una tradizione familiare, dove in casa si respiravano le arie di opere liriche e sempre buona musica. Pietra miliare, insieme all’amico Tonino Cripezzi, del gruppo “I Camaleonti”, con all’attivo una luminosa percorso professionale. Nel 2014 hanno festeggiato i loro 50 anni di carriera in un modo assolutamente originale: la pubblicazione di un libro “Storia di un’idea”, nel quale Tonino e Livio, i due fondatori storici del gruppo e poi Valerio, come tanti altri artisti, hanno raccontato il loro cammino artistico costellato di grandi successi, anche attraverso bellissime foto che, meglio di qualsiasi frase, riescono a rendere palpabili le loro emozioni. Tutti ricordiamo Livio come la voce di “Applausi”, un brano che rimase per molte settimane in vetta alla classifiche segnando un’epoca e, a distanza di tempo, lo ritroviamo, con la sua intatta e convincente voce ne “Storia di un’idea”, il suo ultimo pezzo inedito, che prende il nome dal titolo del loro bellissimo libro.

Pasquale Canzi, in arte Paki, voce storica e leader del gruppo “I Nuovi Angeli”partecipa spesso alle iniziative di beneficenza della “Jam Burrasca”, con tutto l’entusiasmo, la simpatia e la professionalità che gli appartengono. A queste sue indiscutibili qualità, va aggiunta una notevole capacità di coinvolgere il pubblico, qualità che fa la differenza per chi lavora nello spettacolo. Paki è un grande pianista diplomato in Conservatorio a Milano, che nella vita ha scelto di fare musica per autentica passione, dimostrando un’encomiabile coerenza. La sua formazione classica gli consente un agevole approccio a tutti i generi musicali. In queste particolari occasioni egli preferisce riproporre il suo repertorio, al quale il pubblico è maggiormente affezionato. Non può certo mancare “Donna felicità” che, in un periodo d’oro per la discografia italiana, fruttò ben 3 milioni di dischi venduti e con il brano“Luci a San Siro” di Roberto Vecchioni, del quale ha curato gli arrangiamenti, assicura sempre un momento di intensa partecipazione.

Alle serate organizzate della “Jam Burrasca” non può certo mancare Vanni Comotti, eccellente batterista, che suona con vera passione da quando era giovanissimo. Verso la fine degli anni ‘70 entra nel gruppo degli “Opera”, con i quali partecipa a varie edizioni di Sanremo per poi collaborare attivamente all’interno di gruppi blues ed è anche stato“session man” per “I Corvi”, “New Trolls” ed “Equipe 84” in sala di registrazione. Negli anni ’90 entra nello storico complesso “Equipe 84” di Victor Sogliani ed è uno dei pochi artisti italiani capaci di coniugare batteria e voce, con un risultato musicale sorprendente ed assolutamente completo. Attualmente fa parte degli “Extra”, che possiamo definire un laboratorio musicale più che una band e la formazione attuale, della quale fanno parte, oltre Vanni, Riky Portera e Mimmo Camporeale, storico tastierista di Vasco Rossi, fa concerti ovunque. All’interno di questo gruppo musicale sono passati Berardo Lanzetti, Giorgio Usai dei “New Trolls” ed il famoso Alberto Radius.

Anche Francesco Patella è molto attivo nell’ambito delle iniziative musicali di Malgioglio. Egli, entrato ufficialmente nel mondo della musica nel 1980, ha poi iniziato a studiare pianoforte e chitarra ed anche altri strumenti. Con le sue band esegue concerti nelle piazze italiane, come nei teatri e alla fine degli anni ’90 inizia a studiare canto; presso la scuola di Mogol consegue un diploma di interprete di Musica leggera e qualche anno dopo, per implementare la sua cultura musicale, studia anche Jazz Voice. Numerosi i suoi incontri con personaggi noti della musica con i quali collabora, fra i quali il noto compositore e cantautore Mario Lavezzi e Giuseppe Barbera, uno degli ultimi coach di “X Factor”. Importante la sua attività di composizione e di musica dal vivo in diversi gruppi musicali.

Una presenza femminile di grande professionalità è quella della cantante Lalla Francia, che ha alle spalle una lunga carriera artistica, iniziata con lo studio del pianoforte e del violino presso il Conservatorio di Milano, per poi approdare nella musica sia come corista, avendo fatto parte anche dei 4+4 di Nora Orlandi, che come cantante solista. Importanti ed intense le sue collaborazioni con F. De Gregori. Inoltre, in sala d’incisione ha lavorato con i più conosciuti artisti presenti nel panorama musicale italiano ed anche internazionale, da F. Battiato, E. Bennato, Jovanotti, F. Leali, Mina, Mia Martini, O. Vanoni, U. Tozzi, R. Zero e tantissimi altri, per arrivare al grande Ray Charles.

Anche il bassista Giorgio Fico Piazza sarà protagonista di questa speciale serata. Agli inizi degli anni ’70 egli ha fatto parte per qualche anno del gruppo italiano rock progressive “PFM”, che fu l’unico ad avere un certo successo a livello internazionale, soprattutto negli Stati Uniti. Nell’eterogenea evoluzione del suo percorso musicale, la “PFM” ha segnato il periodo del passaggio epocale avvenuto fra la fine degli anni ’60 e gli inizi degli anni ’70, che in Italia determinò un’evoluzione senza precedenti in campo musicale.

Fra gli artisti presenti in questo particolare appuntamento con la musica Gigi Colombo, Toni Guerrieri, Franco Palmas, Eugenio Mori, Giovanni Giorgi, Marcello Schena, Giorgio Di Tullio, Paolo Costa, Attilio Zanchi, Lorenzo Poli, Marco Ricci, Pancho e Pepe Ragonese, Debora Falanga, Luca Meneghello.

Tutte le iniziative di beneficenza, in particolare quelle a favore dei bambini, dovrebbero trovare un naturale riscontro da parte della collettività. Gli eventi musicali organizzati da Franco Malgioglio, attraverso la sua associazione, registrano un’affluenza di pubblico sempre notevole, anche grazie al livello qualitativo dei tantissimi artisti partecipanti i quali, tutti insieme ed in modo assolutamente ammirevole, offrono il loro contributo umano e professionale per aiutare nella raccolta fondi, affinchè associazioni come l’ASBIN possano continuare a svolgere la loro attività.

Il ricavato della serata sarà interamente devoluto ad ASBIN Onlus – Associazione Spina Bifida e Idrocefalo Niguarda, per il sostegno e l’assistenza multidisciplinare globale e qualificata, rivolta ai pazienti nati con questa grave malformazione e alle loro famiglie.

L’ASBIN Onlus è un’Associazione sorta nel giugno 1989, che ha la sua sede presso l’Unità Spinale Unipolare dell’Ospedale di Niguarda ed è costituita da un gruppo di volontari, medici e genitori con lo scopo di apportare ognuno il loro contributo al “Centro Spina Bifida” della medesima struttura ospedaliera, che verso la fine degli anni ’80 ha iniziato la sua attività, su iniziativa del Prof. Rino Rossi, primario di chirurgia pediatrica.

L’obiettivo di questa Associazione è quello di garantire lo svolgimento di tutte le attività afferenti all’assistenza medico-riabilitativa qualificata di altissimo livello in seno al “Centro Spina Bifida del Niguarda” e, nel contempo, il giusto sostegno psicologico ai ragazzi affetti da questa grave malattia, dalla quale non si può guarire, e ai loro familiari. Inoltre, al suo interno vengono svolte attività socio-integrative, a completamento del percorso di cura e riabilitazione del Centro Spina Bifida, che accompagnano il bambino e la sua famiglia durante il percorso di crescita, fino al raggiungimento dell’età adulta.

I membri dell’ASBIN nel corso di questi anni hanno svolto la loro attività con grande passione, impegno e dedizione, cercando di coinvolgere un sempre crescente numero di amici, professionisti e cittadini, a volte personaggi noti, al fine di sensibilizzarli ai problemi legati all’handicap infantile, dando vita ad una gara di solidarietà a favore del Centro.

Sempre numerose le adesioni alle varie iniziative, eventi artistici o manifestazioni, che si organizzano nel corso dell’anno per raccogliere fondi, utilizzati anche per favorire la fondamentale attività di ricerca scientifica sulla Spina Bifida. Importanti i momenti di incontro e confronto, creati dallo psicologo, dalla terapista occupazionale e da altri medici del Centro Spina Bifida, sempre in un’ottica di supporto continuativo, nel percorso di crescita e riabilitazione dei ragazzi presi in carico dal Centro dall’età prenatale fino all’età adulta.

L’attività dell’Associazione è da molto tempo supportata dal “Lions Club” di Porta S. Babila (Milano), che ha costantemente e fattivamente contribuito alla crescita del Centro, fino ad arrivare ai risultati attuali: centro di riferimento regionale, erogatore di assistenza globale e multidisciplinare, per una sindrome complessa come la Spina Bifida.

In questi anni sono state acquistate apparecchiature all’avanguardia di neuroradiologia e di neurochirurgia ed inoltre, con i fondi, vengono sostenuti economicamente consulenti psicologi, fisioterapisti, esperti, segretaria, caposala, pediatra coordinatrice, perseguendo il comune obiettivo di costruire, poco alla volta, una “casa” pronta ad accogliere in modo esaustivo i bambini malati e le loro famiglie.

Attualmente sono più di 400 i bambini e i ragazzi seguiti, che provengono da tutta la Lombardia e da altre regioni Italiane.

I bambini colpiti da questa malattia necessitano di cure mediche, riabilitazione, supporto psicologico ma anche di attività ludico-ricreative, volte a favorire la socializzazione e a migliorare la loro autonomia, contribuendo efficacemente al loro processo di riabilitazione globale.

Con il progetto “Spazio Vita” il Centro è impegnato nella costruzione di un centro polifunzionale, in cui verranno raggruppate tutte le attività socio-integrative svolte da ASBIN Onlus e AUS Niguarda Onlus, allo scopo di integrare il percorso di riabilitazione dei pazienti, bambini e ragazzi, colpiti da Spina Bifida e giovani con lesioni midollari, che affluiscono presso l’Unità Spinale.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI