Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 17 Agosto 2017

Coccioni : “Le acque di Roma guarirono Michelangelo dai calcoli”

“Le acque di Roma riuscirono a curare Michelangelo malato di calcoli. Michelangelo mangiava acciughe, tortore, aringhe, insalata, pere di dimensioni piccole e beveva anche vino brusco di qualità. Tutto questo lo sappiamo grazie ad una ricetta che è stata ritrovata e che il padre del Rinascimento consegnò ad un suo collaboratore”. Lo ha svelato il geologo e ricercatore dell’Università di Urbino , Rodolfo Coccioni, mostrando una ricetta scritta da Michelangelo, nella conferenza stampa di presentazione di una nuova figura professionale “Narratore del Gusto e della Cultura, Selezionatore delle Tipicità Italiane”,  svoltasi oggi alla Stampa Estera di Milano.   “In Italia ci sono 5000 prodotti buoni ma purtroppo non li sappiamo narrare  - ha proseguito Coccioni-  non siamo in grado di raccontare la loro storia . Per questo abbiamo inventato all’Università di Urbino la figura professionale del Narratore del Gusto e  della Cultura , Selezionatore delle Tipicità Italiane , Comunicatore del Benessere . Una figura che dunque narrerà il made in Italy e lo difenderà in Italia ed all’Estero . In Italia abbiamo prodotti legati ai paesaggi rinascimentali ed ecco che questa figura professionale riuscirà  a raccontarli contestualizzandoli analizzando l’ambiente in cui sono nati e cresciuti .  Dovremo essere in grado di raccontare la geologia dei luoghi, la storia, la cultura , le tradizioni popolari , il territorio  . Solo in questo modo il Made in Italy riuscirà a vincere la sfida del mercato globale. Il nostro corso metterà in contatto diretto i giovani con il mondo dell’impresa , del lavoro dal giornalismo e uffici stampa di settore, alla comunicazione online, attraversando ristorazione, organizzazione eventi, retailing, enti per la promozione di prodotti agroalimentari, hotellerie, aziende e associazioni di produzione e distribuzione alimentare, turismo enogastronomico e foodservice in generale. Ecco che noi, all’Università di Urbino, metteremo in collegamento tutti questi mondi con il Narratore del Gusto e della Cultura , Comunicatore del Benessere e delle Tipicità Italiane” .

Intanto : “Entro il 2050 i ghiacciai alpini scompariranno qualora non dovesse cambiare la tendenza . La superficie è sensibilmente diminuita. In 50 anni abbiamo perso una superficie equivalente a quella di tutta la città di Milano”. Lo ha dichiarato oggi alla Stampa Estera, Silvio Seno , docente dell’Università di Pavia e studioso del fenomeno , illustrando in conferenza stampa a Milano i geo – eventi del Nord Italia in programma durante la Settimana del Pianeta Terra solo in Italia . “ Porteremo la stampa in esclusiva sui ghiacciai alpini per assistere in diretta ai crolli dei ghiacci e vedere per davvero lo scioglimento in atto – ha proseguito Seno – con una situazione drammatica che causerà  una forte riduzione della risorsa acqua e della portata dei fiumi. Faremo vedere dal vivo i crolli , il sistema di monitoraggio , la strumentazione usata dai ricercatori. Tutto questo in anteprima solo per la stampa il 26 Settembre”. Dal 18 al 25 Ottobre dunque è solo Settimana del Pianeta Terra con “più di 600 ricercatori, 320 partner tra Enti di ricerca – ha continuato Seno – Università , Musei, associazioni scientifiche, parchi naturali . Ben 237 eventi in tutta Italia e quasi tutti gratuiti in 180 località diverse . La progettazione e la gestione della Settimana del Pianeta Terra si avvarranno del finanziamento del MIUR . Siamo dinanzi al primo Festival in Europa tutto dedicato al mondo delle Geo – Scienze” .

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI