Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 14 Aprile 2021

Barroso : "La Grecia è e resterà un membro della zona euro"

barroso

"La Grecia è e resterà un membro della zona euro". Lo ha detto il presidente della Commissione europea nel 'Discorso sullo Stato dell'Unione' davanti alla plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo.

La Commissione Ue ha adottato ufficialmente oggi la proposta per introdurre un sistema comune di tassazione sulle transazioni finanziarie. Lo ha annunciato il presidente dell'esecutivo Ue specificando che il sistema, se adottato dal 2014, potrà dare un gettito annuo di 55 miliardi.

Gli eurobond saranno "vantaggiosi" per tutta la zona euro. Barroso si è schierato a favore delle obbligazioni europee: "Una volta che l'eurozona si sarà dotata degli strumenti per garantire integrazione e disciplina, l'emissione di debito comune sarà un passaggio naturale e vantaggioso per tutti".

L'Unione europea deve modificare i Trattati per andare oltre la regola dell'unanimità. "Il passo non può essere dettato dal più lento", ha afermato.

"Serve una tassa unica Ue sul risparmio". Ha detto Barroso annunciando che chiederà al Consiglio un mandato per negoziare un nuovo sistema di fiscalità sul risparmio che rafforzi il mercato unico.

"I governi non possono fare da soli", ha detto Barroso, affermando che "non si può avere un approccio intergovernativo se vogliamo avere un mercato unico", e specificando che "sono i mercati a dire che dobbiamo avere più integrazione". In questa ottica ha annunciato "proposte nelle prossime settimane per un quadro unico di integrazione economica nella zona euro".
Rimane in leggero rialzo Piazza Affari girando la boa di metà seduta: l'indice Ftse Mib segna una crescita dello 0,48%, l'Ftse All Share un aumento dello 0,51%. Tra i titoli principali il migliore è Fondiaria Sai, che sale del 2,86%, con la controllante Premafin che fa poco meglio: +2,99%. Bene anche Enel (+2,28%) mentre tra le banche si muove in rialzo soprattutto Unicredit, che cresce dell'1,69%. Sempre in calo invece Bpm (-1,12%) mentre in campo industriale scivola Tenaris, che cede il 3,53%. Tra i gruppi a minore capitalizzazione, forti acquisti su Tiscali che sale 10,57%, mentre è ancora in asta di volatilità (con un aumento teorico del 13%) Arkimedica, che secondo ipotesi di stampa sarebbe finita nel mirino della famiglia francese Mulliez e che da diversi giorni strappa al rialzo.

Il premio di rendimento pagato dai Btp italiani decennali rispetto ai bund tedeschi viaggia stabile a 364 punti, mentre i 'Bonos' spagnoli si attestano a 304,7. In calo l'Irlanda a 593, mentre il Portogallo è a quota 977 e la Grecia a 2.129. Salgono, invece, i credit-default swap sull'Italia (+15 a 462 punti)
Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI