Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 20 Gennaio 2021

La Camera conferma la fiducia al Governo

montecitorio_fumogeni_2_ADN--400x300

La Camera conferma la fiducia al governo sulla manovra economica. I sì sono stati 316 si, 302 i no. In aula anche il premier Berlusconi che in mattinata era stato ricevuto al Quirinale. 'Il consolidamento dell'euro è una priorità essenziale per l'Europà e un interesse vitale per l'economia mondialé scrive il presidente della Repubblica al Forum Eu-Us Legal Economic Affairs.
Il provvedimento incassa il sostanziale ok dell'Ue, purché venga messa in atto con rigore. L'Europa non chiede nessuna misura aggiuntiva all'Italia. Oggi teleconferenza tra Merkel, Papandreou e Sarkozy sul nodo Grecia. Ma vediamo come e andata la giornata :

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, si è recato al Quirinale per un incontro con il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Al termine del colloquio, il premier con ogni probabilità andrà alla Camera dove è in corso il voto di fiducia sulla manovra economica.

"Il consolidamento dell'euro è una priorità essenziale per l'Europa ma costituisce anche un interesse vitale per l'economia mondiale": è quanto scrive il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della riunione romana del "Forum Eu-Us Legal Economic Affairs", sottolineando che "il rafforzamento della moneta unica è inseparabile dallo sviluppo di una più stretta integrazione anche politica europea". Al "Forum Eu-Us Legal Economic Affairs", partecipano esperti di relazioni economiche, politiche e studiosi di discipline attinenti all'integrazione europea. "Il vostro incontro per la qualità e la ricchezza tematica degli interventi previsti - scrive Napolitano - offre una significativa opportunità di riflessione comune su molteplici sfide che si pongono alla politica e alla cultura europee e americane in questa critica fase di incerta evoluzione della realtà economica e istituzionale internazionale. Esse presentano una dimensione globale e impongono la ricerca di soluzioni condivise travalicando i confini dei singoli paesi. Il consolidamento dell'euro è una priorità essenziale per l'Europa ma costituisce anche un interesse vitale per l'economia mondiale. L'impegno a prendere tutte le misure necessarie al rafforzamento della moneta unica è inseparabile dallo sviluppo di una più stretta integrazione anche politica europea e implica al tempo stesso una più forte cooperazione euro-atlantica, nella consapevolezza che solo così potremo esprimere soluzioni efficaci ed aprire nuove prospettive di sviluppo alle nostre società. Nell'auspicio che i vostri dibattiti garantiscano apporti riccamente indicativi, vi auguro buon lavoro". Il testo del messaggio è stato reso noto dal Quirinale.

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, si è recato al Quirinale per un incontro con il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Al termine del colloquio, il premier con ogni probabilità andrà alla Camera dove è in corso il voto di fiducia sulla manovra economica

Sono in corso nell'Aula della Camera le dichiarazioni di voto sulla fiducia che il governo ha posto sulla manovra economica. Il dibattito è trasmesso in diretta televisiva. La votazione inizierà intorno alle 13.

Contestazione dalle tribune del pubblico nell'Aula della Camera durante il dibattito sulla fiducia posta dal governo sulla manovra economica. Mentre interveniva il capogruppo della Lega Marco Reguzzoni, tre uomini dalle tribune hanno srotolato un grande lenzuolo bianco con la scritta, su tre righe "Basta Lega, basta Roma, basta tasse". Immediato l'intervento del presidente della Camera Fini che ha chiesto ai commessi di far ritirare lo striscione. La seduta, sospesa per qualche attimo, è subito ripresa mentre i contestatori, che gridavano "buffoni, basta!", venivano accompagnati fuori

Breve incontro alla Camera tra il leader della Lega, Umberto Bossi, e il ministro dell'Economia Giulio Tremonti. I due si sono visti nelle stanze del governo a Montecitorio, subito dopo che Bossi ha votato in Aula la fiducia al governo sulla manovra. A seguire nelle stesse stanze il ministro dell'Economia ha parlato con il segretario del Pdl Angelino Alfano

Umberto Bossi esclude nuovamente ritocchi alle pensioni. "Non voglio far pagare le vecchiette", spiega il leader leghista. "Abbiamo già il sistema più equo di tutta l'Europa"

E' in corso alla Camera una riunione di maggioranza con il ministro dell'Economia Giulio Tremonti. All'incontro è presente il ministro dell'Interno Roberto Maroni, il capogruppo della Lega alla Camera Marco Reguzzoni, il segretario del Pdl Angelino Alfano, i due coordinatori del partito Ignazio La Russa e Denis Verdini, il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto e il vice vicario di Palazzo Madama Gaetano Quagliariello.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI