Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 23 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:842 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1473 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:997 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1696 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2451 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1963 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1954 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1904 Crotone

Ancora 90 giorni la missione militare in Libia

ribelli_libia

 

La Nato ha deciso oggi di prolungare per altri 90 giorni la missione militare in Libia, Unified Protector. "Con questa decisione la Nato e i suoi partner inviano un chiaro messaggio al colonnello Muammar Gheddafi", ha dichiarato il segretario generale dell'Alleanza atlantica Anders Fogh Rasmussen, sottolineando l'appoggio della Nato al popolo libico.La guerra lampo resta tale solo sulla carta. E nelle intenzioni iniziali,
forse. Gli ambasciatori dei Paesi della Nato hanno deciso di prolungare fino alla fine di settembre il piano di azione militare dell’Alleanza Atlantica, che scade il prossimo 27 giugno. Unified Portector viene prorogata di altri 90 giorni. Lo indicano fonti diplomatiche in seno alla Nato. L'Occidente è
costretto a pagare un prezzo altissimo, in termini di costi, uomini, impegno e credibilità per la decisione avventata del presidente francese, Nicolas
Sarkozy, che non volle ascoltare gli strateghi militari. Il portavoce del governo libico Mussa Ibrahim ha affermato ieri che nei raid
della Nato dal 19 marzo al 26 maggio sono morti 718 civili e altri 4067 sono rimasti feriti. "Dopo il 19 marzo e fino al 26 maggio, noi abbiamo avuto 718 martiri fra i civili, e 4.067 feriti, dei quali 433 gravi" ha affermato Mussa Ibrahim, nel corso di una conferenza stampa, citando un bilancio del ministero della Salute. Secondo il portavoce, questa cifra non include le vittime fra i militari libici: un numero che invece - ha spiegato - il ministero della Difesa ha "rifiutato" di divulgare.
"Con questa decisione la Nato e i suoi partner inviano un chiaro messaggio al colonnello Muammar Gheddafi" ha dichiarato il segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen. "Siamo determinati a continuare le nostre operazioni per proteggere il popolo della Libia. Sosterremo i nostri sforzi per soddisfare il mandato ricevuto dalle Nazioni Unite". Rasmussen sottolinea anche che la proroga della missione, che inizialmente era stata stabilita a 90 giorni come da procedura standard, invia un chiaro messaggio al popolo libico, al fianco del quale l’Alleanza e la Comunità internazionale continueranno a stare solidali.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI