Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 27 Novembre 2020

Berlusconi: con Bossi tutto ok

berlusconi_bossi_adn2--400x300

Non vi preoccupate, state tranquilli, la maggioranza è solida e il governo anche perché non ci sono alternative a questo governo. E' il ragionamento che, secondo fonti governative, Silvio Berlusconi ha svolto nel corso del Consiglio dei ministri. Vorrei rassicurare tutti: adesso vedo Bossi; l'ho sentito ieri, state tranquilli con lui va tutto bene. E' il ragionamento che Silvio Berlusconi, secondo fonti governative concordanti, ha svolto nel corso della riunione del Consiglio dei ministri. Nessun problema per la tenuta del maggioranza, avrebbe detto il premier, assicurando che  "presto si allargherà ".

Silvio Berlusconi, nel corso del Consiglio dei ministri, si è raccomandato con i presenti sulla necessità di mostrare compattezza anche attraverso la presenza in Aula. A riferirlo fonti governative, che spiegano come il premier abbia ridimensionato le ripetute battute di arresto verificatesi ieri a Montecitorio: episodi come quello di ieri sono marginali, ha ragionato il presidente del Consiglio, ma sono incidenti che vengono enfatizzati dai media e strumentalizzati dalle opposizioni. Per questo è opportuno fare di tutto per evitare assenze.

"E' andata bene". Così Umberto Bossi, al termine dell'incontro con Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi, risponde ai cronisti che gli chiedono l'esito del faccia a faccia. All'incontro c'erano anche Giulio Tremonti e Roberto Calderoli. "Il governo non può non fare niente. Bisogna fare delle scelte, anche noi abbiamo fatto degli errori' ha detto il senatur sottolineando che, sulla verifica della maggioranza, 'se lo chiede Napolitano, va bene. E' lui il capo".

"I milanesi, ha proseguito,  non daranno la città in mano agli estremisti di sinistra. La Lega si impegnerà non la lasciamo ad un matto che vuole riempirla di moschee e zingari". Lo afferma Umberto Bossi conversando con i cronisti a Montecitorio.

Il ballottaggio? "Non mi pongo questo problema". Letizia Moratti ha raccolto i propri assessori per programmare le prossime iniziative legate all'estate e ai lavori pubblici e incontrando i giornalisti in una pausa della riunione ha così risposto su come intende affrontare la campagna elettorale per il ballottaggio che la vede a 6,5 punti percentuali dietro allo sfidante del centrosinistra Giuliano Pisapia. "Non mi pongo questo problema, sono sindaco di questa città - ha detto Letizia Moratti - e ho il mandato degli elettori e ho il dovere di continuare a lavorare per dare risposte che ci chiedono i cittadini". A chi le ha chiesto come intende recuperare i quasi 50 mila voti che al primo turno l'hanno distanziata dal centrosinistra, Letizia Moratti si è limitata a rispondere: "lavorando".

Il Terzo Polo ha deciso una "non indicazione esplicita di appoggio ad alcun candidato" sia a Milano che a Napoli, dove quindi non ci sarà alcun apparentamento. Lo ha detto il leader di Fli, Gianfranco Fini, durante una conferenza stampa tenuta con Pier Ferdinando Casini, Francesco Rutelli e i candidati del Terzo Polo nelle due città, Raimondo Pasquino e Manfredi Palmeri.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI