Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 28 Settembre 2021

Draghi ha incontrato Salvini

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato questa mattina a Palazzo Chigi il segretario della Lega Matteo Salvini: "durante il colloquio, proficuo e cordiale, sono stati affrontati temi collegati alla campagna vaccinale, al Green Pass e alle misure di contrasto al Covid-19". E' quanto comunica Palazzo Chigi al termine dell'incontro.

Un chiarimento sulle parole espresse dal premier Mario Draghi in conferenza stampa? "Sì", c'è stato, "ma chiedetelo a lui, non parlo per interposta persona. Ho sottolineato il rammarico, come Lega stiamo lavorando come matti per tenere insieme tutto, certe considerazioni sono ingenerose". Così Matteo Salvini, lasciando Palazzo Chigi dopo l'incontro con il premier Mario Draghi.

'Sui giornali leggevo che già oggi o domani ci sarebbero state altre restrizioni: così non è.

Ci pensiamo la settimana prossima in base ai dati', dice Salvini. E alla domanda se ci sia stato un chiarimento con Draghi risponde affermativamente: 'ho sottolineato il rammarico, visto che stiamo lavorando come Lega come matti per tenere insieme tutti, certe considerazioni sono ingenerose', dice con riferimento alle frasi del premier la scorsa settimana in conferenza stampa.

Sui vaccini, "io sono per le libertà, non c'è mondo diviso in no vax e sì vax. Le libertà per me sono sacre, invito tutti coloro che rischiano la vita a vaccinarsi, perché in quel caso il vaccino salva la vita. Ma nessuno mi convincerà mai che obbligare a vaccinare i bimbi di 12 anni sia una scelta utile". Con Draghi "abbiamo parlato di una scuola in presenza per tutti, senza discriminazioni e senza distinzioni".

Col premier "abbiamo parlato di tanti temi", tra questi la scuola "del diritto di tutti i bimbi ad entrare in classe senza distinzioni e senza esclusioni". Quanto al parere tecnico dell'Aifa per i 12-18enni, "ci sono comunità scientifiche in mezza Europa che dicono il contrario, in altri Paesi i bimbi vaccinati solo se hanno altre gravi malattie". Per Salvini, solo "se la situazione si complica" bisogna pensare a nuove strette, mentre "la situazione è assolutamente sotto controllo".

"Chiediamo il diritto per tutti i bimbi ad andare in classe, senza distinzioni e senza esclusioni". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini dopo l'incontro con il premier Mario Draghi. L'ipotesi di vaccino obbligatorio per il personale scolastico? "Io sono per le libertà. Non c'è il mondo diviso in No Vax e Sì Vax. Io mi sono vaccinato e invito tutti coloro che rischiano la vita a vaccinarsi ma nessuno mi convincerà mai che obbligare a vaccinare i bimbi di 12 anni sia una scelta utile. Le libertà per me sono sacre".

 "Prima di ipotizzare ulteriori limitazioni sui trasporti, sui treni, sugli aerei, obblighi per gli insegnanti, obblighi per gli operai, si aspettino dei dati. Perché c'è una stagione turistica in pieno corso e prima di complicare la vita agli operatori commerciali e alle famiglie con dei figli, aspettiamo che ci siano dei dati". 

Allargare l'uso del green pass? "Se la situazione si complica bisogna correre ai ripari, ma complicare la vita a 30 milioni di italiani e milioni di operatori economici, a mamme e papà di ragazzi di 12, 13, 14 anni francamente no. Oggi le terapie intensive sono vuote al 90%, 40 milioni di italiani sono già vaccinati, quindi la situazione è assolutamente sotto controllo", ha detto ancora. Su lavoro e trasporti ci saranno nuove strette "solo se ce ne sarà necessità che oggi non c'è, comunque questa settimana non ci sarà nessun aggravio", e a Draghi "ho fatto alcune proposte, credo ci sia stata assoluta attenzione".

Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini dopo l'incontro con il premier Mario Draghi a Palazzo Chigi. Green pass per i trasporti? "Solo se ce ne sarà necessità che oggi non c'è. Complicare la vita a trenta milioni di italiani e milioni di operatori economici, no. Questa settimana non ci sarà nessun aggravio" e solo "se la situazione si complica bisogna correre ai ripari".

La Lega frena sulla giustizia? "Giulia Bongiorno sta lavorando in questi minuti sia con Cartabia che con Draghi: noi lavoriamo per risolvere, mi sembra che centinaia di emendamenti li abbia presentati il M5s, non altri". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini dopo l'incontro con il premier Draghi. Accettereste le proposte del M5s per modificare il testo? "Noi accettiamo le proposte di Draghi, non del Movimento 5 stelle. Noi il testo lo abbiamo approvato, è quello che è uscito dal Consiglio dei ministri, qualcun altro ha chiesto di riaprirlo. So che c'è un incontro in corso. Ne sta parlando Giulia Bongiorno in questo momento".

Intanto il Senato ha approvato la fiducia posta dal governo sul decreto Recovery. I sì sono stati 213, i no 33.

Il provvedimento è quindi approvato in via definitiva dal Parlamento. Temi del decreto la governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza e misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di snellimento delle procedure.

Fonti varie agenzie

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI