Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 05 Luglio 2020

Ingegneri: prevenire costa meno che ricostruire

Nuove Scosse nella notte di tra Umbria, Lazio e Marche. La più forte, registrata dall'Ingv this mattina alle 6.28 sempre Nella zona di Rieti Già colpita duramente dal sisma del 24 agosto, ha Avuto Una magnitudo 4.8. La forte scossa avvertita ad Amatrice E avvenuta una Una Profondità di 11 chilometri. Altre Scosse di magnitudo inferiore continuano ad Essere registrate anche questa mattina. Si registrano Altri piccoli Crolli ma Nessun ferito.

 

La terra continua a tremare Dopo Il sisma Che ha Colpito Tra Marche e Lazio nella notte Tra martedì e mercoledì e il Che ha Praticamente raso al Suolo Amatrice e Accumoli (in provincia di Rieti) e Arquata del Tronto (in provincia di Ascoli Piceno). Un nuova forte scossa di magnitudo 4.8 Si e verificata alle 06:28 ad Amatrice Ed ha provocato Nuovi Crolli NEGLI Edifici Già danneggiati. Lo sciame sismico non Si e mai fermato DOPO la prima scossa del sesto Grado Che ha sgretolato caso ed Edifici. Sono stato 928 Le Scosse registrate DOPO Quella delle 3.36 del 24 agosto. Solo Dalla mezzanotte stato Sono 50. In Particolare, particolarmente forti have been Gli Episodi registrati all'1,49 di magnitudo 3,6, alle 2,04 magnitudo 3.8, alle 6,08 e 6,21 magnitudo 3.o, fino a Bon Quella Molto Potente di magnitudo 4.8 delle 6,28. E anche questa nuova forte scossa, venire era accaduto Anche giovedì, ha causato Nuovi Crolli ad Amatrice NEGLI Edifici Già colpiti dal sisma. I Crolli non Hanno coinvolto le Squadre dei Vigili del Fuoco Che Sono al lavoro a tempo debito Luoghi DISTINTI di corso Roma: L'Hotel Roma, da dove in serata has been estratta Una Vittima, e Una casa privata

I Nuovi Movimenti della Terra Hanno reso angosciosa La seconda notte Nelle tendopoli delle centinaia di sfollati, in aggiunta alla temperatura Scesa un 8-10 gradi. Sono 2.100 - a fronte di Una Disponibilità di 3500 posti letto - Il Numero di PERSONE Che Hanno Trovato alloggio Nelle tende allestite Dalla Protezione civile e Dai Volontari Nelle zone terremotate di Lazio e Marche. Il Loro numero di e cresciuto sensibilmente RISPETTO alla prima notte. Vanno poi aggiunte le 600 PERSONE Che Hanno Trovato Riparo Nelle tende allestite in Umbria, in Particolare Nella zona di Norcia è tuffato il terremoto non ha causato Vittime e Danni Sensibili alle Abitazioni MA qui la popolazione continua ad avere paura di EVENTUALI Scosse (venire poi in Effetti ci stato Sono) e quindi Almeno Nelle prime notti successive al devastante terremoto preferisce dormire fuori casa.

E MENTRE la terra continua a tremare, vendita Il Bilancio delle Vittime del terremoto Che ha Colpito Il Centro Italia nella notte di tra martedì e mercoledì. Le Vittime accertate - ma il Bilancio di e provvisorio - Sono 268, di cui 208 ad Amatrice. Si continua a scavare Tra le macerie in cerca di Sopravvissuti ma le speranze si affievoliscono di ora in ora. E stato Sono smentite le voci Che si erano diffuse in mattinata circa Uno o Più Sopravvissuti sotto le macerie dell'Hotel Roma.Mentre la terra continua a tremare, vendita Il Bilancio delle Vittime del terremoto Che ha Colpito Il Centro Italia nella notte Tra martedì e mercoledì.Il Bilancio delle Vittime venire e stato scritto, e Ancora provvisorio di 268 morti e 387 feriti: nel dettaglio, le Vittime Sono finora stato 49 ad Arquata del Tronto comprendente Anche la frazione di Pescara del Tronto, 208 ad Amatrice (comprendente le Vittime finora recuperare nia Crolli Nelle numerose frazioni) e 11 ad Accumoli. Moltissime Anche le PERSONE Salvate: sono 238 le PERSONE estratte vive Dalle macerie, 215 Salvati Dai Vigili del Fuoco e 23 Tratti in salvo dal Soccorso Alpino. Sono stato assistite Oltre 1.200 PERSONE Nei campi e Nelle Strutture Tra Lazio, Marche e Umbria della Protezione Civile.

Intanto Preso MENTRE Stava tentando di forzare, con un cacciavite, la porta di un'abitazione colpita dal sisma e abbandonata Nella frazione Retrosi di Amatrice. Ma alle citare in giudizio Spalle Sono comparsi i carabinieri, il Che stavano perlustrando la zona. I militari Gli Hanno intimato l'alt, ma lo "sciacallo" ha Cercato di fuggire ingaggiando Una colluttazione con Gli uomini delle Forze dell'Ordine. Nello scontro, un carabiniere e Stato ferito dal ladro con il cacciavite: per i medici la ferita guarirà in 6 giorni.

L'uomo finito in manette E un pluripregiudicato napoletano, MM di 45 anni, il Che era arrivato sui Luoghi colpiti dal terremoto con il chiaro intento di Compiere Razzie. Infatti, in tasca i militari Gli Hanno Trovato un biglietto ferroviario, per la Tratta Napoli-Roma, datato 24 agosto. Il pregiudicato, il Che ha Precedenti PENALI per detenzione e spaccio di droga, ricettazione e porto abusivo d'armi, e Stato arrestato con l'accusa di rapina impropria e Lesioni Personali.  

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo Stato di Emergenza e lo stanziamento dei primi 50 Milioni di euro per l'Emergenza. Il premier Matteo Renzi ha also Annunciato il «Blocco delle tasse» Nelle zone colpite dal sisma. L'Abi Invita le Banche di sospendere le rate dei mutui delle Case danneggiate. L'Ania ha Chiesto alle compagnie assicurative di prorogare il pagamento dei Premi. Groupama l'ha Già comunicato. Blocco delle tasse zona Nelle colpite Intanto il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo Stato di Emergenza e lo stanziamento dei primi 50 Milioni di euro per l'Emergenza. Il premier Matteo Renzi ha also Annunciato il «Blocco delle tasse» Nelle zone colpite dal sisma. L'Abi Invita le Banche di sospendere le rate dei mutui delle Case danneggiate. L'Ania ha Chiesto alle compagnie assicurative di prorogare il pagamento dei Premi. Groupama l'ha Già comunicato

Dal 1968 a oggi i terremoti Sono costati 121 miliardi e 608 Milioni di euro. Attenzione, E Spesa Pubblica, non Gli Effetti sul Pil Che Si Sono Fatti sentire su Famiglie e Imprese, il Che Sono Un'altra storia. Soldi stanziati dal 1968 a oggi, Attraverso un numero incredibile di leggi e decreti, emanati Anche A DISTANZA di 40 anni dal terremoto di cui si occupano. Sono 137 in tutto.

La Stima, un attualizzati Costi, E precisissima. Il terremoto Più oneroso e Stato Quello dell'Irpinia del 1980. In tutto 52 miliardi stanziati da 33 diverse leggi, Che impiegheranno somme Fino al 2023. L'ultima legge sul terremoto campano varata E del 2008, 28 anni DOPO la tragedia. Ancora Più longevo il terremoto del Belice. Prima legge varata nel 1968, anno della tragedia, ultimo Provvedimento nel 2007. La Spesa complessiva E di 9 miliardi e 179 Milioni e Avrà Effetti Fino al 2018. Il sisma Che ha Distrutto L'Aquila del 2009 E Costato 13,7 miliardi, Quello dell'Emilia del 2012, 13,3. Quello del Friuli del 1976 18,5 miliardi, ma ha impegnato solo 9 leggi e Gli Effetti finanziari SI Sono Fermati nel 2006.

Le Ricostruzioni dei Terremoti, senza Contare le Altre calamità naturali, rappresentano Una Voce Importanti della Spesa Pubblica Che ha Più Volte Fatto sollevare La Questione se ne Debba Occupare Lo Stato oppure, Visto Che Le Case Sono beni privatizzazione, non SIA meglio percorrere la strada delle polizze assicurative obbligatorie. Soluzione Che finirebbe per aumentare le tariffe SPESE Che devono affrontare i proprietari di Immobili e metterebbe Nei guai Anche le compagnie assicurative. L'alternativa E Quella di un piano generale di messa in Sicurezza degli Edifici Che si trovano Nelle Aree di Rischio. Le più Pericolose Sono Quelle costruite prima del 1974, il Che Sono il 50% del totale.

Sempre Secondo il Consiglio degli Ingegneri, servirebbero circa 93 miliardi per Mettere in Sicurezza 12 Milioni di Immobili Che si trovano nella zona ad alto Rischio Terremoti. Meno di Quanto ha speso lo Stato per Ricostruire.

"Il 60% del patrimonio edilizio italiano e Stato Realizzato prima della Legge 64/1974, il Che ha introdotto le Norme Tecniche per la costruzione in sismiche Aree, per cui E Evidente la vastità del COSTRUITO potenzialmente coinvolto e l'enorme impegno economico, Pubblico e privato, Che DEVE Essere Messo in campo per osare Loro SUFFICIENTE Sicurezza. Un Paese Che Rispetta le legittime Aspettative di Sicurezza della SUA Popolazione e also in Grado di chiamare un Raccolta Tutte le Migliori professionalità Tecniche di cui DISPONE, accademicamente preparato allo Studio dei FENOMENI sismici e Lavorare con Loro, Fianco a Fianco, per la Soluzione dei Problemi o perlomeno per ridurne il Rischio ". Lo ha affermato Paolo Spagna al Corriere del Sud, Consigliere Nazionale dei Geologi e Vice Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. 

"Tuttavia, in this panorama davvero preoccupante, bene fa lo Stato di continuare a supportare con Incentivi e Detrazioni Fiscali Tutte QUESTE opere antisismiche, ma purtroppo non basta. La strada maestra e e Rimane la Prevenzione. Riduce Fino al 10% i Costi generali - ha proseguito Spagna - e Limita il Rischio di Perdite umane Tra i 22 Milioni di PERSONE Che Vivono nella zona ad ELEVATO Rischio sismico.

La mancata Prevenzione del Rischio sismico E costata all'Italia dal Dopoguerra ad Oggi quasi 200 miliardi di euro e un numero impressionante di Vittime. Non POSSIAMO Più continuare Cosi.

Servono Tra l'altro leggi snelle, Che semplifichino l'iter burocratico di Avvio dei Lavori Nelle zone terremotate, cogliendo Cio che di buono e Stato Fatto per example Dopo Il terremoto in Emilia-Romagna del 2012, un Seguito della Legge 122/2012 di conversione del DL 74/2012, ma che prevedano Soprattutto la preventiva Necessità di indagare il sottosuolo e la Propagazione locale delle onde sismiche prima di OGNI Intervento di messa in Sicurezza statica degli Edifici ".

 

"Chissà per Quanto tempo, una valle di quest'ultimo evento sismico Che ha Colpito Il Centro Italia sentiremo Parlare di Sicurezza sismica - ha Concluso Spagna - di Sicurezza degli Edifici, di Necessità di intervenire per Prevenire i Crolli, di Vite umane coinvolte, di Patrimonio immobiliare inadeguato, di mancata Prevenzione e via of this passo.

Ancora una volta si ripartirà da zero venire se fossero Cose mai dette, venire SE Gli Esperti del Settore avessero in Passato giocato con i Dati Statistici e le mancate Condizioni di Protezione, venire se la popolazione Intera si potesse prendere in giro disattendendo puntualmente le promesse con la scusa delle Risorse insufficienti, MENTRE sappiamo Che cio che manca e La Volontà di affrontare in modo serio e Fino in Fondo il tema del Rischio sismico, per il Quale, onestamente, nessuno ha la "bacchetta magica" che Risolve Tutti Problemi con un Tocco.

Oggi, venire Ogni volta Accade in QUESTE Occasioni, si Rimane Di Nuovo attoniti di fronte a tanta insipienza, Che offende le coscienze e l'etica di un popolo Che da sempre E costretto a subito la triste convivenza con QUESTI FENOMENI, MENTRE vorrebbe vivere in un Paese moderno, evoluto, dove QUESTI Problemi sarebbero affrontati con logica programmatica da parte del Governo e non Nella sola fase dell'emergenza ".

I funerali Solenni delle Vittime marchigiane del terremoto si terranno venerdì mattina ad Ascoli Piceno in Duomo alle 11.30. Sarà Presente il Capo dello Stato Sergio Mattarella Che Prima del rito solenne - Sara in visita ad Amatrice. Le esequie, celebrate dal Vescovo Monsignor Giovanni D'Ercole Nella palestra adiacente all'Ospedale Mazzoni, si svolgeranno alla Presenza delle Massime Autorità dello Stato. Renzi ha proclamato Una giornata di lutto nazionale con l'esposizione di bandiere a mezz'asta Sugli Edifici Pubblici dell'intero territorio italiano. 



  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI