Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 19 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:358 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1152 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1886 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1421 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1396 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1368 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1639 Crotone

Prosciolto il Premier

"Ceffone" del giudice preliminare Maria Vicidomini alla procura di Milano, che chiedeva un nuovo processo per Silvio Berlusconi: al termine dell'udienza preliminare, che vedeva il presidente del Consiglio imputato di appropriazione indebita e frode fiscale per la vicenda Meditrade, il giudice oggi ha assolto Berlusconi "per non avere commesso il fatto". Vengono invece rinviati a giudizio gli altri undici imputati, tra cui Piersilvio Berlusconi e Fedele Confalonieri, accusati di frode fiscale: per loro il processo inizierà tre giorni prima di Natale, il 23 dicembre.

La assoluzione di Berlusconi con formula piena arriva dopo numerose udienze in cui la difesa del presidente del Consiglio aveva cercato di dimostrare la inverosimiglianza di una tesi accusatoria che prendeva di mira il Cavaliere per operazioni contabili realizzate quando da tempo non era più alla guida del gruppo Fininvest. In particolare, i pubblico ministeri Fabio De Pasquale e Sergio Spadaro contestavano al premier la sovraffatturazione dei costi per l'acquisto dei film americani da trasmettere in televisione: con questo sistema, secondo i pm, sarebbero stati creati ingenti fondi neri sottratti al fisco. Ma con la sentenza di oggi la gip Vicidomini stabilisce che con queste operazioni Berlusconi non aveva niente a che fare.

Per le stesse accuse, ma relative ad anni precedenti, il presidente del Consiglio è già attualmente sotto processo davanti al tribunale. E non è escluso che, quando saranno depositate, le motivazioni della decisione di oggi possano in qualche modo pesare anche su quel dibattimento.

"E' una decisione che è assolutamente in linea con gli atti processuali. Evidentemente il giudice ha ritenuto che comunque Silvio Berlusconi non aveva alcuna compartecipazione né formale né sostanziale con questa vicenda". Lo ha detto Niccolò Ghedini, uno dei difensori del premier, prosciolto oggi dal gup di Milano per il caso Mediatrade. Ghedini ha inoltre aggiunto che per Pier Silvio Berlusconi il giudice avrebbe dovuto prendere analoga decisione. Ghedini ha affermato che la decisione del giudice Vicidomini di prosciogliere il premier è arrivata inaspettata "ma semplicemente perché è una forma di disabitudine a causa di quel che succede a Milano". Il legale ha ribadito che la decisione del giudice è "in linea con il contenuto degli atti che supportano la tesi accusatoria". Non è escluso comunque che la Procura impugni il provvedimento con cui il gup oggi ha prosciolto il presidente del Consiglio.

"E' una decisione abbastanza rara". Così i legali di Silvio Berlusconi, gli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo, hanno commentato il proscioglimento di Silvio Berlusconi per il caso Mediatrade. L'avvocato Longo ha però voluto sottolineare con una battuta che "una rondine non fa primavera" e che "continua ad esserci l'accanimento dei giudici di Milano" contro il premier, come dimostrano, a suo dire, gli altri processi. L'avvocato Ghedini ha spiegato, parlando con i cronisti, che la decisione di prosciogliere Berlusconi "é abbastanza rara" se confrontata con altre decisioni prese in tribunale a Milano nei confronti del premier. "Più che una vittoria però - ha aggiunto il legale - è una decisione che prende atto delle risultanze processuali". Secondo Ghedini, infatti, il gup Maria Vicidomini "ha ascoltato le nostre ragioni". Per l'avvocato Longo è strano che bisogna "stupirsi quando al termine di un'udienza preliminare arriva un'assoluzione per Berlusconi". Comunque, secondo Longo, "i segni c'erano già per l'attenzione che il gup aveva posto in questo procedimento"

La Procura di Milano ricorrera' in Cassazione contro il provvedimento con cui oggi il gup Maria Vicidomini ha prosciolto Silvio Berlusconi per il caso Mediatrade.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI