Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 28 Settembre 2021

Enrico Michetti, candidato Sindaco di Roma per il centrodestra

Romano, classe ‘66. Avvocato, professore di Diritto degli Enti Locali presso l'Università di Cassino, direttore de La gazzetta amministrativa e del Quotidiano della P.A. E’ il candidato civico  e d'alto profilo che il centrodestra attendeva. Apprezzato e popolare,a Roma, perchè il professore è anche speaker radiofonico: molto noto al pubblico per le “pillole” dispensate attraverso una seguita emittente romana. Gode di stima anche negli ambienti politici Michetti che, nel corso della sua attività professionale, ha affiancato molti sindaci di centrodestra. E’ in questo contesto che è riuscito a farsi apprezzare dagli ambienti di Fratelli d'Italia trovando in Giorgia Meloni il suo main sponsor per la candidatura al Campidoglio.

Sono assolutamente lusingato sottolinea a Roma today, e ringrazio per questo tutti i partiti della coalizione di centrodestra. Sono contentissimo che con me c'e  la dott ssa Matone, magistrato. Roma è la mia città e il mio sogno. Ora iniziamo insieme questa grande avventura per restituire insieme alla Città Eterno il ruolo di Caput Mundi" - la prima dichiarazione di Michetti da candidato sindaco.

Roma con lo sguardo ampio, attenta ai bisogni di ogni singolo quartiere e aperta al dialogo con i territori circostanti: è così che Michetti disegna la sua Capitale. "Dobbiamo iniziare a pensare ad un'area vasta dove i Comuni vicini sono nostri fratelli che dovremo trattare con grande dignità. Penso a Civitavecchia e Fiumicino per porto e aeroporto, o a Tivoli. E poi ci sono le periferie che dovranno avere dignità. Dovremo portare occupazione, servizi, gioia ed entusiasmo".

“Ancora non è stato pubblicato, scrive l agenzia Dire, ma il programma c’è. Abbiamo pubblicato alcune sintesi. La coalizione è composta da sei partiti e quindi abbiamo davvero smussato gli angoli. Credo che domani mattina lo pubblicheremo”. Così Enrico Michetti, candidato sindaco di Roma per il centrodestra, su Radio Capital. “Il primo punto della nostra agenda sarà rimettere in sesto la macchina amministrativa. Ad esempio non è possibile che per un condono o un permesso a costruire si debbano aspettare anni. Poi dobbiamo mettere in sicurezza la situazione dei rifiuti e poi dedicarci a trasporti e decoro urbano. E la sicurezza. Queste sono le priorità”.

“Non ci sono militanti di CasaPound in lista. Io sono un moderato. Chi si candida con me deve rispettare i primi 12 articoli della Costituzione. Tra cui il divieto assoluto di ogni discriminazione. Se non sono in linea li estrometteremo”. Così Michetti sulle polemiche per la presenza nelle liste che lo appoggiano di candidati estremisti e sul possibile sostegno da parte dell’estrema destra. “Se accetto l’appoggio di CasaPound? Noi non accettiamo nessuno – ha ribadito il candidato di centrodestra -. Ci sono già sei liste nella mia coalizione. Io ho già preso le distanze da chiunque sia contrario ai principi dei padri costituenti. Io sono cristiano cattolico”.

Io personalmente come giornalista ne ho tanti amici che si presentano per il Sindaco Michetti come Stefano Erbaggi del direttivo Romano dei Fratelli d'Italia o i Consiglieri   Paolo Holljwer Sandra Bertucci  che sono aiutati da Roberta Angelilli dell'esecutivo nazionale dei FDI, o Simone Pelosi aiutato da Chiara Colosimo e Antonello Aurigemma ...sono tutti amici e vi faccio una piccola presentazione dei candidati

Stefano Erbaggi

Sono nato a Roma il 12 luglio 1979 e laureato in Scienze Economiche.
Ho iniziato a fare politica a sedici anni con Alleanza Nazionale. Nel 2006 e nel 2008 sono stato eletto Consigliere del Municipio XX (ora XV) con il Popolo delle Libertà (PDL). Nel 2008 sono stato nominato Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XX (oggi XV), realizzando numerose opere dirette a migliorare sicurezza, viabilità, edilizia scolastica e verde pubblico. Ho ricoperto il ruolo di Vicepresidente di opposizione del Consiglio del Municipio XV, dopo essere stato il primo degli eletti nelle amministrative del 2013.Sono attualmente dirigente romano di Fratelli d’Italia e lavoro ogni giorno per migliorare la nostra Città. Credo molto nei valori della famiglia e sono sposato con Nadia da otto anni e papà di Filippo. Sono titolare di una società che si occupa di consulenza aziendale; collaboro attivamente con numerose associazioni di categoria e ambientaliste.

Paolo Holljwer

Holljwer Paolo è capogruppo di Fratelli d'Italia e vice presidente del Consiglio del II Municipio. Classe 1978, sposato e padre di un bambino di 7 anni, ha iniziato a occuparsi di politica studentesca con Azione giovani, movimento giovanile di Alleanza nazionale.

Dipendente in un'azienda privata, ha proseguito la propria militanza prima in An e poi nel Popolo della libertà, venendo eletto nel Consiglio dell’ex III Municipio (oggi secondo) nelle elezioni amministrative del 2008.

Sandra Bertucci

Sandra Bertucci che ha lasciato Gruppo misto, nel quale era confluita dopo la brevissima esperienza in Lega, per tornare al suo primo amore, politicamente parlando.

In una squadra, quella guidata da Roberta Angelilli e Andrea Augello, che la vede a Roma al fianco di Stefano Erbaggi e nel suo territorio, nel Municipio II, accanto ad Holljwer Paolo, collega e Capogruppo di FdI con il quale ha già condiviso mille battaglie.

Simone Pelosi

Simone Pelosi è il coordinatore di Fratelli d’Italia nel II Municipio, carica che ricopre dal 2019. E ha le idee chiare sui suoi obiettivi per le prossime Elezioni. “Le elezioni? Mi candiderò come consigliere municipale“, spiega a RomaH24.

Pelosi, classe 1978, nella sua carriera politica ha già lavorato con l'attuale leader di FdI, Giorgia Meloni, prima ad Azione Giovani, movimento ufficiale dei giovani di alleanza nazionale. In seguito è entrato nella segreteria di Meloni alla Camera.

Intanto replica Giorgia Meloni al Sindaco Raggi : “Sui suoi manifesti di Raggi,leggevamo Michetti chi?. A pochi giorni dal voto tanti romani ancora se lo stanno chiedendo…” - ironizza la Sindaca. “A Roma serve serietà, non una persona che, chiaramente, si sta prendendo gioco di tutti quei cittadini che tra tre settimane dovranno decidere chi vogliono alla guida di questa città”.

Non si è fatta attendere la replica di Giorgia Meloni. “Cara Virginia, capisco la vostra difficoltà ma cerchiamo di essere seri. Enrico Michetti e io condividiamo ogni passaggio, a differenza di quello che accade dalle vostre parti. Sono io che ho chiesto a Michetti di andare a un'altra manifestazione, perché sai com'è? Dalle nostre parti siamo molto richiesti e cerchiamo di arrivare ovunque. A te e a Conte non succede? Strano…” - il commento della leader di Fratelli d'Italia che poi attacca la sindaca sul suo operato in città. "Forse più delle ‘buche’ di Michetti, dovresti occuparti delle buche con cui i cittadini romani devono avere a che fare ogni giorno grazie al tuo immobilismo”. Alla conta dei like vince Meloni, oltre 21.200 per il suo commento contro gli appena 9 mila di Raggi.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI