Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 11 Agosto 2020

Continua l'esodo verso l'Italia

Siamo arrivati dal inizio del anno a cento mila persone sbarcate in Italia clandestinamente,con tutti gli accessori, che potrebbero portare terrorismo o malattie come ebola...Questa non e immigrazione,questa e un esodo di povera gente ma che di tante altre persone che non si sa che scopo hanno venendo in Italia... Come riferisce il quotidiano il Giornale : Sono in tutto 1.900 gli immigrati tratti in salvo nel week end di Ferragosto nell'ambito dell'operazione Mare Nostrum. A tirare le somme la Marina militare, impegnata in prima linea con il supporto di motovedette delle Capitanerie di Porto e di navi mercantili. A Ferragosto è approdato a Reggio Calabria il pattugliatore Borsini con 212 immigrati e un cadavere, mentre sulla fregata Fasan, con tappa a Napoli, c'erano 1004 persone.

L'Europa per ora e assente forse attende ottobre quando, al compimento del primo anno dell'operazione Mare Nostrum, dovrebbe finalmente esserci la tanto sospirata staffetta di responsabilità dall'Italia all'Europa, almeno secondo quando detto dal ministro dell'Interno Angelino Alfano a Lampedusa qualche giorno fa ringraziando le forze impegnate sul fronte immigrazione.

Forse l'Europa vuole fare il regalo di compleanno e nessuno lo sa. La «spartizione» non riguarda solo le strutture d'accoglienza, ma pure gli sbarchi, che hanno finora interessato la Sicilia per l'81%, e che vengono adesso dirottati su per lo Stivale, spalmati tra i diversi porti per non fare invidia a nessuno.

Il grande filosofo greco, diceva duemila anni fa che il multietnico produce multiscontri, non ci sarebbe bisogno di procedere oltre se i politici leggessero Aristotele, se ancora si formassero su quel suo testo fondante intitolato appunto Politica .

Per migliaia di anni è stato perfettamente ovvio che uomini di stato e uomini di lettere concordassero sulla necessità di contrastare le invasioni e le immigrazioni incontrollate che alle invasioni troppo somigliano. Scrive il Giornale : Dante Alighieri, per citare un altro peso massimo, nel Paradiso condanna addirittura l'inurbamento degli abitanti del contado: sarebbe stato meglio tener fuori da Firenze i villici di Campi Bisenzio...  Anche Petrarca non aveva nulla a che fare coi nostri odierni intellettualini,che vedono negli sbarchi di Lampedusa il realizzarsi di sorti magnifiche e progressive. «Dall'Arabia io non credo ci sia venuto mai nulla di buono» scrive invece il poeta delle chiare, fresche e dolci acque nel 1370.

Dopo lo sbarco salernitano di ieri ne seguiranno altri nella città campana, come pure a Napoli e a Taranto. Il capo del dipartimento Libertà civili e immigrazione del ministero dell'Interno, il prefetto Mario Morcone, ha sottolineato che «tutti devono farsi carico dell'emergenza, perché città come Pozzallo, Trapani e altri territori siciliani sono di fatto stressati dall'enorme lavoro di accoglienza».

Il prefetto Morcone ha poi ribadito che è l'Europa tutta e non solo l'Italia a doversi fare carico di questa emergenza. I quasi 700 arrivati a Salerno sono dislocati per l'Italia. La Lombardia è destinata ad accoglierne 170, il Veneto 100 e la Toscana 50. Ne andranno 65 in Piemonte, 68 in Abruzzo, 30 in Liguria e 40 nelle Marche. E 87 resteranno in Campania. Il restante in altre strutture.

Tutto questo sbracciarsi mentre la Guardia costiera di Malta alla vigilia di Ferragosto spediva dritto al porto di Pozzallo un barcone con 279 immigrati, tra cui persino un neonato di 20 giorni. Maniere gentili – visto che i maltesi si sono premurati di rifocillare i passeggeri con acqua e biscotti – e poi due pattugliatori hanno monitorato l'imbarcazione fino a raggiungere le acque territoriali italiane.

Soltanto qualche ora prima erano stati trasferiti in pullman a Pozzallo per essere ospitati  250 immigrati approdati a Porto Empedocle, dove non c'era posto. La «spartizione» immigrati ha avuto inizio. Solo in Italia però.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI