Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 15 Gennaio 2021

Trent'anni fa moriva Enrico Berlinguer

L'11 giugno di trenta anni fa moriva Enrico Berlinguer. Alla Camera il Pd ricorda lo storico leader del partito comunista con una mostra mentre Roma gli dedica una piazza, accanto a via delle Botteghe Oscure, sede storica del partito. L'inaugurazione si terrà alle 16, alla presenza, tra gli altri, del sindaco Ignazio Marino e della famiglia Berlinguer.

Enrico Berlinguer e lo sguardo degli artisti", è la mostra che verrà inaugurata domani, giovedì 12 giugno, alle ore 16.00, presso la Sala del Cenacolo di Vicolo Valdina , con foto e ritratti di vari artisti contemporanei italiani, promossa dal Gruppo del partito Democratico della Camera dei Deputati. Presente la Presidente Laura Boldrini. Alla mostra saranno esposte opere di trenta artisti contemporanei che ''hanno voluto dare, con generosità e passione, un loro contributo per ricordare e 'disegnare' la figura del grande uomo politico".

Per onorare Berlinguer "serve una riscossa civica all'insegna dell'onestà alla cui testa si ponga la politica che deve riappropriarsi del suo supremo compito di ricerca del bene comune. Come scrive l ansa per questo auspico che presto si possa chiudere l'iter di una nuova e più completa legge sulla corruzione". Lo scrive Pietro Grasso su Facebook.

Secondo Grasso serve una legge anticorruzione "che dia più forza alle misure preventive e repressive".  "Trent' anni fa - ricorda il presidente del Senato - alla fine di un comizio elettorale a Padova, Enrico Berlinguer venne colto da un malore: finì con grande sforzo il suo appello ai cittadini e morì dopo un'agonia di alcuni giorni. E' stato un gigante della nostra storia". "Qualche anno prima, il 28 luglio del 1981, aveva rilasciato un'intervista a Eugenio Scalfari nella quale indicava nella "questione morale" il problema principale che la politica e le sue istituzioni dovevano risolvere per tornare ad occuparsi del bene comune, problema che, sono le sue parole, "non si esaurisce nel fatto che, essendoci dei ladri, dei corrotti, dei concussori in alte sfere della politica e dell'amministrazione, bisogna scovarli, bisogna denunciarli e bisogna metterli in galera", ma riguarda l'idea stessa del fare politica", scrive ancora Grasso.

"Quelle parole - osserva - divennero ben presto un monito che, purtroppo, non ha perso la sua attualità. Il cuore del suo discorso era che i partiti potessero essere "forze di serio rinnovamento soltanto se aggrediscono in pieno la questione morale andando alle sue cause politiche"".

Berlinguer "è stato un gigante della nostra storia". A sostenerlo sulla sua pagina facebook è il presidente del Senato Pietro Grasso che oggi ricorda i 30 anni dalla morte dell'indimenticato segretario del Pci.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI