Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 28 Novembre 2022

Le 4 Stagioni di Vivaldi …

Ott 29, 2022 Hits:1298 Crotone

La Maschera d’Argento di …

Ott 29, 2022 Hits:1342 Crotone

Marco Vincenzi virtuoso e…

Ott 21, 2022 Hits:1611 Crotone

Affidato realizza il nuov…

Ott 04, 2022 Hits:2291 Crotone

Successo per il pianista …

Set 30, 2022 Hits:2701 Crotone

Confindustria Crotone ha …

Set 23, 2022 Hits:2767 Crotone

Kiwanis insieme all'Unice…

Set 20, 2022 Hits:2546 Crotone

Santa Severina - Tre gior…

Set 15, 2022 Hits:3583 Crotone

Sentenza Berlusconi: processo disciplinare al Csm per il giudice Esposito

Sarà processo disciplinare al Csm per il giudice della Cassazione, Antonio Esposito. A chiederlo, secondo quanto si apprende, è stato il pg della Cassazione, al termine dell'istruttoria a seguito dell'intervista all'indomani della sentenza Mediaset a carico di Silvio Berlusconi.

Secondo l ansa e Indagato a Brescia il pm di Milano Ferdinando Esposito, figlio di Antonio, il giudice di Cassazione che ha condannato Silvio Berlusconi per il caso Mediaset e nipote dell'ex procuratore generale della Cassazione Vitaliano. L'iscrizione e' avvenuta dopo la testimonianza di un avvocato che sostiene di avergli fatto favori e prestato dei soldi per pagare l'affitto, restituiti solo in parte. Il legale che, scrive Il Corriere della sera, "non è nuovo ad aspri e controversi rapporti con le forze dell'ordine" ha presentato una denuncia dopo che al procuratore aggiunto Ilda Boccassini era giunta una lettera anonima, quindi, priva di valore. Gli atti sono poi stati trasmessi a Brescia competente a indagare sui magistrati milanesi. Il professionista, inoltre, ha raccontato di aver accompagnato Esposito ad Arcore a un incontro con Silvio Berlusconi nel pomeriggio del 22 maggio 2013, pochi giorni dopo la requisitoria nel processo Ruby (13 maggio) e sostiene che il pm sia andato nella residenza dell'ex premier anche il 22 maggio, questa volta in compagnia di una persona indagata dalla Procura di Milano. Le ipotesi di reato potrebbero essere di concussione o millantato credito, secondo il quotidiano che ha interpellato il magistrato il quale ha risposto: ''Questo avvocato purtroppo l'ho conosciuto, si è posto come amico, poi però ho capito chi era davvero e l'ho allontanato. le sue sono bugie e calunnie prive di fondamento".

Mi sono sempre comportato correttamente e credo verrà provata la mia estraneità sia a livello disciplinare sia penale''. Sono le parole del pm di Milano Ferdinando Esposito a proposito dell'indagine aperta nei suoi confronti dalla Procura di Brescia in seguito ad un esposto presentato da un'avvocato piacentino che lo ha accusato di pressanti richieste di soldi, anche per pagare l'affitto di casa, restituiti solo in parte.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI