Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 25 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:906 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1504 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1026 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1725 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2483 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1991 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1982 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1932 Crotone

FI: Se Grillo chiede l'impeachment noi pronti ad aiutare

''Se il comico che si è fatto politico chiederà l'impeachment del sovrano, c'è da valutare attentamente le motivazioni. E se sarà convincente, come io credo, sarò pronto a dire sì: meglio questa vecchia Repubblica mezza ammaccata, che una strana monarchia''. Così il senatore di Forza Italia,
Augusto Minzolini, in un intervento sul Giornale in merito all'ipotesi di impeachment nei confronti del Capo dello Stato, di cui ha parlato il
Movimento 5 Stelle. ''La verità è che il Quirinale è diventato una torre d'avorio, dove non si recepiscono più i fremiti della società. È sordo'', spiega Minzolini.

"Sarei molto contenta se Napolitano non fosse più il presidente della Repubblica perché ha fallito nella missione della pacificazione. Le larghe
intese sono fallite. Sono pronta a votare l'impeachment dei grillini nei suoi confronti". Così Daniela Santanchè (FI) a La Zanzara su Radio24. "A
titolo personale sono predisposta a votare l'impeachment che presenteranno i grillini. In Italia c'è stato un colpo di stato, la democrazia è dimezzata. Napolitano si dimetta", dice la parlamentare 'azzurra'.

L'impeachment nei confronti del Capo dello Stato ''è un'ipotesi ridicola, una pura provocazione, priva di qualsiasi base di fatto e di diritto.
Naturalmente denuncia la caratura anti-sistema di chi la formula''. Lo afferma il capogruppo del Pd al Senato, Luigi Zanda, in un'intervista alla
Repubblica. E insiste: ''E' una provocazione maligna'', ''una solenne corbelleria''. L'eventuale appoggio di Fi all'impeachment non stupisce il
senatore: ''Da un paio di settimane ho notato il loro avvicinamento verso l'M5S''. Zanda spiega: ''Fi sta assumendo una linea populista distruttiva e
probabilmente sta mettendo in atto un tentativo di collegarsi ai grillini. Credo che fallirà perché 5stelle non si fila per niente Forza Italia''.
Secondo il presidente dei senatori Pd l'impeachment contro Giorgio Napolitano non ha fondamento: ''La nostra Costituzione prevede che il
presidente possa essere accusato solo di alto tradimento. Napolitano, durante il suo mandato, è stato uno strenuo difensore della lettera e dello
spirito della Costituzione''.
"L'intreccio fra logiche politiche della sinistra e strumenti giudiziari sta mettendo seriamente in pericolo il concetto stesso di libertà, democrazia, stato di diritto". Silvio Berlusconi in una lettera ai parlamentari FI afferma che a "questo disegno, dispiace dirlo, non son estranei i più alti organi di garanzia delle nostre Istituzioni".
Napolitano "dal Quirinale non lo smuove nessuno". Il fatto che "sia stato eletto due volte con il Porcellum e sia un presidente incostituzionale al
quadrato non lo turba. L'unico atto degno che gli rimane è tornare al Mattarellum (basta un voto in Aula), sciogliere le Camere e non farsi più
vedere in giro". Lo afferma Beppe Grillo. "Napolitano è un dogma. Habemus papam - scrive Beppe Grillo sul suo blog, in un post dal titolo
'L'infallibilità di Napolitano' - Il pastore quirinalizio ha acquisito motu proprio l'infallibilità papale in materia elettorale e costituzionale. Se
Napoleone fu incoronato re d'Italia nel Duomo di Milano, Napolitano è stato incoronato due volte dal 'porcellum cum gaudio'. Con il grande corso
condivide il motto 'La corona è mia e guai a chi me la tocca'". Il leader del Movimento 5 Stelle sostiene che dopo la bocciatura del Porcellum da
parte della Consulta, Giorgio Napolitano sia un "presidente incostituzionale".

Ma questo "non lo turba", "anzi, lo incoraggia a pontificare infatti la Corte ha solo bocciato il premio di maggioranza e la mancanza di preferenze
su cui si regge questo Parlamento ignobile e mercificato, come nel Medioevo avvenne per la vendita delle indulgenze".

"Solo Napolitano - insiste Grillo - può dire ciò che è o ciò che non è legittimo. 'Il Parlamento attuale può ben approvare in qualsiasi momento la
legge elettorale'. Un parlamento illegittimo con schiere di nominati e un premio di maggioranza abnorme che consente a un Governo illegittimo
presieduto da un ectoplasma come Letta può fare una nuova legge elettorale? Degli abusivi della democrazia possono riformare il Paese?", si meraviglia il leader M5S.

Napolitano "non ha né poteri né competenze circa la legittimazione del Parlamento" e "non spetta al Quirinale interloquire sulla validazione degli
eletti e la completa composizione delle Aule". Lo dice il capogruppo di FI Renato Brunetta. "Purtroppo, a forza di compensare, sopperire e
sostituirsi, si sta completamente scardinando la Costituzione". Dice Brunetta: "Non solo il presidente della Repubblica non ha né poteri né competenze circa la legittimazione del Parlamento. Non solo non spetta al Quirinale interloquire sulla validazione degli eletti e la completa
composizione delle Aule. Ma c'è assai di più: la Costituzione esclude un sovrapporsi di Parlamento e presidenza, al punto che per l'elezione del
presidente della Repubblica descrive un collegio elettorale diverso dal Parlamento stesso, e nel caso in cui il presidente voglia rivolgersi al
Parlamento fissa uno e un solo strumento: il messaggio alle Camere. Purtroppo, a forza di compensare, sopperire e sostituirsi, si sta
completamente scardinando la Carta costituzionale

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI