Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 25 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:907 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1504 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1027 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1725 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2483 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1991 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1982 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1932 Crotone

La Camera salva gli Stati Uniti dalla catastrofe economica

Alle 22:12 di ieri ora locale (le 4:12 di oggi in Italia), meno di un paio d'ore dal default, il voto della Camera salva gli Stati Uniti dalla catastrofe economica. Ma e' tutto il mondo che in queste ore tira un enorme sospiro di sollievo.

Al termine di una giornata al cardiopalma, prima il Senato, poi la House, approvano a larga maggioranza l'intesa raggiunta dai capigruppo della Camera Alta, il democratico Harry Reid e il collega repubblicano Mitch McDonnell, e che riapre lo Stato federale sino al 15 gennaio e finanzia il debito sino al 7 febbraio. Cosi' da oggi gli statali torneranno al lavoro.

Il presidente americano Barack Obama ha firmato l'accordo che mette fine allo shutdown dello Stato federale ed innalza il tetto del debito Usa, evitando il default. A meno di due ore dal baratro, il Congresso ha approvato ieri sera l'intesa. "Basta scontri, sono pronto a lavorare con tutti", ha commentato Obama. Wall Street vola a +200 punti. Oggi a Francoforte il consiglio dei governatori delle banche centrali Bce.
Prese di beneficio sulle Borse europee all'indomani dell'accordo sul debito negli Usa. I mercati del Vecchio Continente, che fino a ventiquattro ore fa viaggiavano sui massimi da giugno del 2008, vedono l'indice Stoxx 600 ripiegare dello 0,15 per cento. Complice delle vendite anche la revisione delle stime sui conti di alcuni colossi industriali come Sulzer e Outotec (-8,5% alla borsa di Helsinki). Segni meno a Londra (-0,10%), Parigi (-0,08%) e Francoforte (-0,08%).

l Ftse Mib lascia l'1% a 19.00 punti in scia al calo dei principali titoli bancari e a gruppi come Eni ed Enel. Ha girato in territorio negativo anche Telecom Italia (-0,14%) dopo la richiesta dei Fossati di azzerare il Cda della compagnia telefonica. Tra i pochi in rialzo Mediaset (+1,65%), Ferragamo (+1,59%), Tod's (+1,25%) e World Duty Free (+0,38%)Intanto..Oggi sara l'incontro a Washington tra Letta e Obama: prima bilaterale nello Studio ovale, poi pranzo di lavoro nella Dining room del presidente Usa. "Capisco Obama, anche io ho i miei problemi: non è facile raggiungere accordi politici", dice Letta sul braccio di ferro tra repubblicani e democratici. Con l'Italia è uno dei rapporti più forti che abbiamo in Europa, afferma la Casa Bianca

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI