Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 26 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:541 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1264 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1999 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1531 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1509 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1478 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1752 Crotone

Furia Berlusconi contro i PM

Sergio De Gregorio è stato costretto a mentire. E' quanto ha in sostanza affermato Silvio Berlusconi al termine delle sue dichiarazioni spontanee al processo Mediaset a Milano a proposito delle dichiarazioni rese dal parlamentare ex Idv e passato nel 2006 a Forza Italia al centro dell'inchiesta di Napoli.

"Io sono totalmente estraneo alla situazione che mi viene contestata, e nel periodo 2002/2003 ero presidente del Consiglio e non mi sono mai occupato di diritti televisivi" ha detto Berlusconi. L'ex premier ha spiegato di essere "trasecolato" dopo la condanna in primo grado.

"Invece di avere avuto la medaglia d'oro dalla stato per avere dato lavoro a 56 mila persone sono stato condannato a 4 anni di carcere e a interdizione dei pubblici uffici" continua Berlusconi ricordando che nel '94 quando ha lasciato le cariche per scendere in politica ''il mio gruppo ha versato quasi 6 miliardi di tasse".

"Credo che quella sentenza sia stata una grande cantonata" ha detto Berlusconi durante le sue dichiarazioni spontanee al processo Mediaset riferendosi al verdetto con cui i giudici di primo grado lo hanno condannato a 4 anni di carcere.

Berlusconi parlando con i cronisti in tribunale a Milano ha annunciato una manifestazione 'in piazza' il 23 marzo "contro l'attività di parte della Magistratura".

"Soltanto dei pazzi potevano ricorrere a dei versamenti in nero, pericolosi e illeciti". Silvio Berlusconi parlando con i cronisti a Palazzo di Giustizia di Milano, ha commentato le accuse di corruzione e finanziamento illecito ai partiti per il caso dell'ex senatore Sergio De Gregorio, che gli vengono mosse dalla procura di Napoli. Secondo l'ex premier, "De Gregorio ha avuto la sua convenienza politica nel diventare alleato di Forza Italia nel centrodestra". De Gregorio, come ha sostenuto l'ex presidente del Consiglio, "é stato ripagato con un accordo alla luce del sole che gli ha consentito di disporre di mezzi per la sua associazione 'Italiani nel mondo' e con una presidenza importante come quella della commissione Difesa del Senato e quindi aveva tutte le regioni per essere soddisfatto". L'ex premier ha ribadito più volte di aver avuto sempre "un comportamento solare" spiegando che lui "da importante leader politico" non può fare "queste stupidaggini e cose illecite". Ha contestato dunque con forza l'accusa di presunti versamenti in nero all'ex senatore, perché tra l'altro, a suo dire, "non si vede come non si potessero aggiungere in maniera chiara e trasparente" ulteriori finanziamenti per due milioni di euro all'associazione di De Gregorio. "Soltanto dei pazzi - ha ribadito Berlusconi - potevano ricorrere a dei versamenti in nero".

Sergio De Gregorio "é andato dai nostri avvocati recentemente a dire che era pressato dai pm, i quali volevano da lui dichiarazioni contro di me". Lo ha spiegato ai cronisti Silvio Berlusconi, parlando dell'inchiesta della procura di Napoli. L'ex premier ha raccontato che l'ex senatore è andato "dai nostri avvocati per chiedere aiuti e Ghedini gli ha risposto che nulla poteva essere fatto".

L'avvocato generale Laura Bertolé Viale ha chiesto la conferma della condanna a 4 anni di reclusione per Silvio Berlusconi nel processo in appello sul caso Mediaset.

L'avvocato generale di Milano, Laura Bertolé Viale, ha chiesto la condanna a 3 anni e 4 mesi di carcere per Fedele Confalonieri, tra gli imputati al processo in appello sul caso Mediaset. Confalonieri in primo grado era stato assolto

Intanto
Il numero di disoccupati a gennaio sfiora i 3 milioni. Lo rileva l'Istat, precisando che con un aumento di 110 mila unità (+3,8%) su dicembre si è arrivati 2 milioni 999 mila. Su base annua la crescita è di oltre mezzo milione di disoccupati (+22,7%, +554 mila unità)

Nel 2012 il numero dei precari ha toccato i massimi, con 2 milioni e 375.000 contratti a termine e 433.000 collaboratori: si tratta di 2,8 milioni di lavoratori senza posto fisso. Il livello di dipendenti a termine è il più alto dal 1993 e quello dei collaboratori dal 2004, cioé dall'inizio delle serie storiche relative.

La disoccupazione giovanile (15-24 anni) è salita a gennaio al 38,7%, il massimo dall'inizio delle serie storiche dell'Istat sia mensili (gennaio 2004) che trimestrali, ovvero dal quarto trimestre del 1992.

Record disoccupazione giovanile a gennaio 2013 in Italia, che con il 38,7% di giovani senza lavoro é il Paese più colpito in Europa dopo la Spagna, dove ha raggiunto il 55,5%. Lo comunica Eurostat. In Italia un anno fa (gennaio 2012) era a 32,3%, in Spagna a 50,2

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI